X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del comic 'Superman: Action Comics Vol. 1: Path Of Doom (Rebirth)'

08/03/2017 12:00
Recensione del comic 'Superman Action Comics Vol. 1 Path Of Doom (Rebirth)'

In "Superman: Action Comics Vol. 1: Path Of Doom (Rebirth)" il supereroe torna in vita: ma la domanda è chi sia l'altra persona che si fa chiamare Clark Kent.

Superman: Action Comics Vol. 1: Path Of Doom (Rebirth) è il volume della DC Comics pubblicato negli Stati Uniti il 21 febbraio 2017.

“Superman, il coraggioso e nobile nostro protettore è morto” (“Superman, our brave and noble protector is dead”), dice un impettito e calvo Lex Luthor alla folla. L’immagine è mostrata dal figlio di Clark Kent, Jon che la indica in un monitor.

Già da questo dettaglio lo sceneggiatore Dan Jurgens (leggi l'intervista) con i disegnatori Tyler Kirkham e Patrick Zircher riescono a restituire in 145 pagine il senso di una mancanza, quella che lo scrittore sancì nel gennaio del 1993 con la morte di Superman (“Dead of Superman”). Luther dichiara di essere il nuovo Superman, ha anche una lettere “S” sul petto.

Ma Superman torna per metterlo di fronte alla sua realtà: “Io sono l'unico che sa ciò che sei veramente” (“I’m the only one who knows what you really are”) gli intima. Segue una lotta nella classica grafica esplosa, per poi entrare in scena Doomsday, il mostro creato dal medesimo Jurgens nel novembre 1992 e che sancì la morte del supereroe. Lo stesso Doomsday è presente anche nel film “Batman Vs Superman”: si muove alla velocità del suono, è il personaggio più forte dell'universo DC, abbatte pareti di titanio con un dito, spicca salti di migliaia di miglia, vince la forza di attrazione tra materia e antimateria potendo sopravvivere alle esplosioni atomiche, ha un fattore rigenerante sovrumano tanto che le cicatrici si rimarginano.

L’ardua battaglia si svolge a Metropolis, con una casalinga Lois Lane che cerca di tranquillizzare il figlio Jon sulle potenzialità del padre.

Anche Lex Luthor è in difficoltà con Doomsday, tanto che una leggera alleanza con Superman pare segnare uno spirito di collaborazione. Ma in realtà il Superman che vediamo in azione non è Clark Kent, il quale ha dimesso il proprio ruolo. E Kent fatica a non agire, tanto che anche il figlio Jon vedendo in azione Superman crede che a lottare sia il padre.

La collaborazione prosegue con l’arrivo di Wonder Woman, la quale non comprende neanche la presenza di Clark, il quale chiede: “Cosa stai facendo qui?” (“What’re you doing here?”); “Dovrei chiedere lo stesso di te” (“I should ask the same of you”) risponde lei. E le dimissioni di Kent vengono opinate dalla medesima Wonder Woman: “I morti non tornare alla vita” (“The dead don’t come back to life”).

Superman interviene con sagacia: “Ti riferisci a l'uomo che dichiara di essere Clark Kent” (“You’re referring to that man claiming to be Clark Kent”). È lei a districare il mistero: “Quale modo migliore per convincere la gente che voi due non siete la stessa persona che far vedere sia Superman e Clark Kent?” (“What better way to convince people you two aren't the same person than to let them see both Superman and Clark Kent?”). Lei stessa non comprende come sia possibile questa sovrapposizione, e da scaltra Diana neanche crede troppo a quelle parole, tanto che poi comincia a lottare contro il mostro: a conferma che un’azione è più importante di multiple congetture.

E la frase di Superman diventa lapidaria: “Io non ho idea chi sia e da dove venga”. A siglare un’altra alleanza è poi l’incontro tra Lois Lane con Wonder Woman, che confabulano quasi raccontare momenti privati.

La collaborazione tra eroi è l’unica che riesce a sconfiggere Doomsday: la famiglia è ristabilita ma non si comprende chi sia sull’uomo che vagola facendosi chiamare Clark Kent. Quasi a simboleggiare un’alterità che può essere in noi: mai i due appaiono nella stessa inquadratura. Da qui la possibilità che Superman stia mentendo anche a Wonder Woman. Il messaggio certo è che le azioni compiute avranno sempre delle conseguenze, sia private che nell’interazione con le altre persone: se Superman è scomparso per un periodo, il suo ritorno non è inconfutabile. Neanche di fronte alla famiglia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Superman film
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione Lazaretto il nuovo fumetto horror della casa editrice BOOM! Studios

Lazaretto è la nuova serie di fumetti della BOOM! Studios, il primo numero è uscito lo scorso settembre e avrà una cadenza mensile. Lazaretto sarà composta da un totale di cinque numeri e in questo mese di novembre è arrivato nelle fumetterie americane il numero tre. La nuova serie è stata scritta da Clay M...

 

Empress il fumetto di Mark Miller e Stuart Immonen da cui è stato tratto il film

Empress è il fumetto scritto e disegnato da Mark Millar e Stuart Immonen. Questo albo in America è stato pubblicato dalla Icon, proprietà Marvel Comics, mentre in Italia è arrivato nel giugno scorso grazie alla Panini Comics. Dal fumetto di Millar e Immonen è stato tratto un film che presto sarà disponibile...

 

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds, recensione videogame per PS4

Horizon Zero Dawn: The Frozen Wilds è l’espansione single-player del videogioco sviluppato da Guerrilla Games, uno dei migliori open-world della generazione e uscito in esclusiva solo su PS4. Il sorprendente prodotto della software house olandese ha creato un mondo meraviglioso e credibile, grazie a una storia raccontata in maniera int...

 

Justice League, nuove immagini del film DcComics

Sono state diffuse nuove immagini di “Justice League", il film diretto da Zack Snyder. Nelle immagini vediamo Bruce Wayne-Batman (Ben Affleck), Flash (Ezra Miller), Aquaman (Jason Momoa) e Cyborg (Ray Fisher). In altre immagini c’è Diana Prince-Wonder Woman (Gal Gadot). La trama s’incentra sulla scomparsa di Superman, con...

 

Image Comics, The Family Trade: il potere raccontato oggi

“The Family Trade” è la nuova miniserie fumettistica, cinque i numeri previsti, pubblicata da  Image Comics. Dopo il debutto lo scorso mese, il secondo numero uscirà il 15 novembre. Il fumetto gode di una location fittizia suggestiva. La trama è, infatti, ambientata in una città-isola, sita nel bel mezz...

 

Marvel Comics, la nuova serie di Falcon: esce l'atteso secondo numero

“Falcon 2”, il fumetto targato Marvel Comics, esce oggi 8 novembre. La nuova serie è stata accolta con successo, grazie alla rilettura del supereroe portato a confrontarsi con dinamiche di carattere sociale che riflettono l'attualità statunitense. La trama di “Falcon” è ambientata in una realistica Chic...

 

Just Dance 2018, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Just Dance 2018 è il videogioco sviluppato da Ubisoft, il punto di riferimento ormai da anni per il genere dei rythm game su console, come testimoniano i dati di vendita e il successo del brand. La stessa uscita annuale rafforza costantemente la presenza della serie sul mercato, per un titolo capace di ritagliarsi una grossa fetta di utenza ...

 

DC Comics, Liam Sharp disegna Batman/Wonder Woman in uscita a febbraio

Liam Sharp è un veterano delle storie di Batman. Inoltre, ha disegnato l'acclamata serie, in corso, con protagonista Wonder Woman, in epoca Rebirth. Al recente Stan Lee Comic Con, tenutosi a Los Angeles, il fumettista è nel team di una serie, targata DC Comics, incentrata sulla Principessa delle Amazzoni e l'Uomo Pipistrello. Il fum...

 

Assassin's Creed Origins, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Assassin's Creed Origins è il videogioco sviluppato da Ubisoft, che nel tempo è stata capace di creare uno dei brand più famosi, riconoscibili e venduti nel panorama videoludico, andando anche ad abbracciare il cinema hollywoodiano con il film di Michael Fassbender. Dopo circa dieci anni dall’esordio della saga, la softwa...

 

Lucca Comics and Games 2017 tra gli incontri dedicati a Zerocalcare e i Premi Gran Guinigi

Lucca Comics and Games 2017 è arrivata al suo ultimo giorno, oggi 5 novembre si chiudono i cinque giorni di eventi e divertimento. Tanti sono gli appuntamenti da non perdere in questa domenica di novembre. In mattinata ci sarà un incontro con Zerocalcare dal titolo “Di macerie, profezie e altri accolli”: il fumettista roma...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni