X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Amore pensaci tu, intervista a Benedetta Gargari: 'questa serie può dare anche un po' di coraggio a chi ne ha bisogno'

03/03/2017 07:00
Amore pensaci tu intervista Benedetta Gargari 'questa serie può dare anche un po' di coraggio

La terza puntata di "Amore pensaci tu" va in onda questa sera su Canale 5 dalle 21.20. Mauxa ha intervistato Benedetta Gargari, interprete del personaggio di Camilla Cordaro.

La serie televisiva "Amore pensaci tu" giunge alla terza puntata, in onda su Canale 5 il 3 marzo 2017. 

Diretta da Francesco Pavolini e Vincenzo Terracciano, la fiction racconta la quotidianità di quattro nuclei familiari evidenziando le difficoltà inerenti il ruolo di padre. 

Abbiamo intervistato Benedetta Gargari, interprete del personaggio di Camilla Cordaro.

D: "Capita a volte che il padre si occupi della prole. Un fenomeno abbastanza comune... Tra i pesci", cosa pensi di questa frase di Simone de Beauvoir?

R: Credo non sia del tutto esatta. Ad esempio in famiglia ho la prova che mio padre è molto presente nella mia vita, soprattutto dopo essersi separato da mia mamma, prima faceva più affidamento su di lei nel rapportarsi con me, mentre ora il rapporto è tra noi due, si è rimboccato le maniche e riesce a consigliarmi e starmi vicino nelle scelte che devo fare. lo apprezzo molto, e sento la necessità di averlo al mio fianco ed essere aiutata da lui.

D: Nella fiction i tradizionali ruoli familiari vengono invertiti a causa del corso degli eventi, quanto c'è di realistico nelle storie?

R: Il bello di questa serie è proprio questo, il fatto che chiunque può immedesimarsi in un personaggio, nella figlia ribelle, nel papà che ama le figlie ma non riesce ad avere un rapporto con loro e preferisce non provarci, ne esistono tanti di genitori così, questa serie può dare anche un po' di coraggio a chi ne ha bisogno. Ad esempio è bello il fatto che ogni personaggio ha i suoi difetti che credo siano necessari a rendere umana la serie, e poi fa piangere ma fa anche ridere.

D: C'è qualcosa che accomuna i protagonisti?

R: La cosa che accomuna i 4 papà e che ho trovato geniale sin dalla prima lettura delle sceneggiature è il fatto che tutti loro si ritrovano a dover badare ai figli in 4 modi diversi, ma tutti con lo stesso timore di sbagliare, e soprattutto con una goffaggine che fa tenerezza, sono bellissimi. 

D: Il tuo personaggio è presente anche nella serie australiana "House Husbands"? Hai guardato qualche episodio prima di iniziare le riprese?

R: Certo. L'ho vista tutta e mi è piaciuta molto, loro sono già arrivati alla nona stagione. Ho iniziato a seguire la ragazza che interpreta il mio ruolo nella serie australiana su tutti i social ma poi ho cercato di mettere anche un po' di "Benedetta" nella mia Camilla Cordaro, che detto sinceramente è il personaggio che ho amato di più interpretare fino ad ora, sono molto affezionata a questa serie. 

D: Cosa distingue la versione italiana rispetto a quella originale?

R: Beh devo dire che per essere una serie italiana è molto moderna ed attuale, sia le tematiche forti ma anche il modo in cui è stata girata, le musiche stupende, forse le storie, i nomi dei personaggi ed il modo in cui è stata girata sono molto simili a quella australiana ed è una cosa positiva secondo me. Poi ovviamente il contesto sociale è diverso in Australia, c'è un altro modo di vivere e di atteggiarsi, questo fa notare un po' la differenza tra le due ma come è giusto che sia. 

D: Il dramedy è sempre più diffuso nella serialità televisiva, cosa pensi di questo genere televisivo?

R: Io sono un amante di questo genere perché è una via di mezzo, ti da la possibilità di versare una lacrima ma anche di sorridere ad una battuta divertente, non puoi non soffrire con loro ed affezionarti alle loro vite, ai loro difetti, ai loro problemi, bellissimo davvero. Io ad esempio ho bisogno di questo proprio come quando scelgo di leggere un libro, leggo la trama, mi affeziono subito ai personaggi, alle storie, ed è li che decido di comprarlo, ma devono entrarmi nel cuore ed in questa serie è proprio questo che fanno i personaggi, non puoi non affezionarti a loro.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Good Omens, la serie tv: Michael Sheen e David Tennant guidano il cast

Amazon ha annunciato che gli attori Michael Sheen (“Masters of Sex) e David Tennant (“Broadchurch") interpreteranno i protagonisti della miniserie televisiva “Good Omens" (Titolo italiano: “Buona apocalisse a tutti”) che debutterà sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video nel 2019.  Connotata da un'im...

 

Il Trono di Spade 7, Nikolaj Coster-Waldau strizza l'occhio ai fan e difende l'ambiente

"ll Trono di Spade 7" è in pieno svolgimento e i fan sono in subbuglio: si preparano grandi avvenimenti nel continente di Westeros e la battaglia finale fra umani e non-morti sta per avere inizio. Mentre infuria la lotta per il controllo dei Sette Regni, in molti stanno cercando di tener dietro agli intrecci della trama e alle parentele che,...

 

Purché finisca bene, episodio 'La tempesta': un'improvvisa esigenza di maturità

Rai 1 ripropone l'episodio “La tempesta" (trasmesso per la prima volta il 28 aprile 2014) della serie "Purché finisca bene".  Il racconto prende avvio dalla scomparsa di Aldo Del Serio, il quale si trovava in vacanza ai tropici insieme alla moglie. A seguito di uno tsunami nessuno riesce a mettersi in contatto con lui e ciò...

 

Liar, tradimenti e inganni nella nuova serie tv

La serie televisiva “Liar” debutterà il 27 settembre negli Stati Uniti sul canale SundanceTV. Si tratta di un thriller psicologico articolato in sei puntate, creato e scritto dai produttori e sceneggiatori Harry e Jack Williams di Two Brothers Pictures ("The Missing", “Fleabag”). La trama si svolge attorno alle ...

 

L'ambasciata, rischi e tentativi nella terza puntata della serie spagnola

La terza puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25. La trama pone al centro il personaggio di Luis Salinas (Abel Folk), il nuovo ambasciatore spagnolo in Thailandia che si trasferisce insieme alla sua famiglia a Bangko...

 

The Walking Dead, la tragica morte di uno stuntman non influirà sulla trama

"The Walking Dead", la nuova stagione della più popolare serie tv sul mondo degli zombie, ha subito un evento tragico nel mese di luglio: lo stuntman John Bernecker è morto durante le riprese del programma dopo una caduta da alcuni metri. Nonostante la pluriennale esperienza l'uomo, che aveva avuto piccole parti in "Logan" e "Piccoli ...

 

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni