X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista a Chris Caldovino, da 'I Soprano' a 'Boardwalk Empire': com'è cambiata la crime fiction

26/01/2017 07:00
Intervista Chris Caldovino da 'I Soprano' 'Boardwalk Empire' com'è cambiata la crime fiction

Mauxa intervista l'attore statunitense Chris Caldovino, nel cast delle serie televisive "I Soprano" e "Boardwalk Empire".

Abbiamo intervistato l'attore statunitense Chris Caldovino, il quale ha partecipato a "I Soprano" a "Boardwalk Empire", due produzioni seriali che hanno influito in modo significativo sull'evoluzione del racconto televisivo del crimine. 

D: Come si è evoluta la crime fiction nel corso degli anni?

R: Credo che il modo con cui si è evoluta la crime fiction sia questo, le storie si concentrano di più su chi sono i personaggi, non su ciò che fanno. Esempi perfetti potrebbero essere Tony Soprano e Nucky Thompson. Questa è l'unica ragione per cui sono interessato al crime drama. Abbiamo bisogno di relazionarci con il personaggio principale, intraprendere il suo viaggio insieme a lui. Dobbiamo trovare qualcosa di buono o in cui identificarci anche se il personaggio è un cattivo.

D: Cosa pensi del crime drama italiano "Gomorra"?

R: Penso sia fantastico. Tratta delle reali e contemporanee situazioni dei personaggi all'interno dell'organizzazione della mafia. Il genere mob è stato principale nei film fin dalla sua creazione. Lo sarà sempre fino a quando sarà adattato. Per quanto riguarda ciò di cui parlavo prima, Gomorra realizza proprio questo. Ecco perchè è interessante. Se i produttori leggono questo, potrei suggerire una storyline dove un appartenente alla mafia da NY torna in Italia per fare affari.

D: Che rapporti avevi con James Gandolfini?

R: James Gandolfini era un vero uomo. Fin troppo generoso, e un attore dal talento incredibile. È stata una grande perdita. In uno dei miei primi episodi il reparto costumi mi vestì con un magnifico abito (non ricordo il designer ora), comunque, Jimmi mi vide e mi chiese "Quest'abito è tuo o del reparto costumi?", io risposi "Reparto costumi". Allora lui, in modo completamente serio, disse "Quest'abito ti sta veramente bene. Tienilo, e se qualcuno ti dice qualcosa digli che Jimmi ha detto che è ok". Ero nuovo nello show e non volevo creare problemi, così non lo presi. Adesso vorrei averlo fatto.

D: Credi che ci siano punti in comune tra Tony Soprano e Nucky Thompson?

R: Le somiglianze sono che i creatori e gli autori di entrambi gli show si concentrano sull'intimità dei personaggi. Lo notiamo, se guardiamo attentamente i meccanismi interni delle loro menti e le loro giustificazioni per ciò che fanno, e reagiamo a certe situazioni. Un buon esempio dell'opinione che ho sullo sviluppo del genere crime.

D: Perché "I Soprano" ha avuto così tanto successo in America?

R: A mio parere, perché andava oltre il semplice "mob". Trattava di relazioni reali, situazioni e problemi che riguardano tutti. In più, unisce tutto questo con un livello di scrittura, regia, e interpretazione, che era impossibile che non avesse un grande successo e cambiasse la televisione da come la conoscevamo.

D: Sarai in "Confessions of a Hollywood Bartender", di cosa si tratta?

R: Un TV pilot che ho girato. Si concentra sulle scene in un night club di Hollywood, attraverso gli occhi delle persone che vi lavorano. Il mio ruolo è quello di un proprietario di uno strip club.

D: Stai lavorando anche a qualcos'altro?

R: Ho un altro pilot in una post produzione intitolata "LA Cougars" dove interpreto il proprietario di una squadra di football. È come una moderna "Dynasty" ambientata nel mondo delle squadre di football professionistico. Ho un film in post produzione intitolato "Dirty Dead Con Men" e ho un film in uscita girato in Texas lo scorso anno intitolato "Oil Run".

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Purché finisca bene, episodio 'La tempesta': un'improvvisa esigenza di maturità

Rai 1 ripropone l'episodio “La tempesta" (trasmesso per la prima volta il 28 aprile 2014) della serie "Purché finisca bene".  Il racconto prende avvio dalla scomparsa di Aldo Del Serio, il quale si trovava in vacanza ai tropici insieme alla moglie. A seguito di uno tsunami nessuno riesce a mettersi in contatto con lui e ciò...

 

Liar, tradimenti e inganni nella nuova serie tv

La serie televisiva “Liar” debutterà il 27 settembre negli Stati Uniti sul canale SundanceTV. Si tratta di un thriller psicologico articolato in sei puntate, creato e scritto dai produttori e sceneggiatori Harry e Jack Williams di Two Brothers Pictures ("The Missing", “Fleabag”). La trama si svolge attorno alle ...

 

L'ambasciata, rischi e tentativi nella terza puntata della serie spagnola

La terza puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25. La trama pone al centro il personaggio di Luis Salinas (Abel Folk), il nuovo ambasciatore spagnolo in Thailandia che si trasferisce insieme alla sua famiglia a Bangko...

 

The Walking Dead, la tragica morte di uno stuntman non influirà sulla trama

"The Walking Dead", la nuova stagione della più popolare serie tv sul mondo degli zombie, ha subito un evento tragico nel mese di luglio: lo stuntman John Bernecker è morto durante le riprese del programma dopo una caduta da alcuni metri. Nonostante la pluriennale esperienza l'uomo, che aveva avuto piccole parti in "Logan" e "Piccoli ...

 

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 

Superquark, nella settima puntata anche uno speciale su 'Un posto al sole'

La settima puntata di “Superquark”, in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.15, propone allo spettatore alcuni racconti dalla Thailandia. Il programma televisivo condotto da Piero Angela si sofferma sulle peculiarità della regione denominata "ciotola di riso della nazione", del Lumphini Park a Bangkok e descrive la ...

 

L'ambasciata, la seconda puntata tra pretese e confessioni

La seconda puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25.  Articolata in cinque puntate, è stata prodotta da Atresmedia in collaborazione con Bamboo Productions per l'emittente spagnola Antenna 3. La trama &egr...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni