X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Il GGG - Il grande gigante gentile: 'sul set Steven Spielberg è molto collaborativo', intervista all'attore John Emmet Tracy

02/01/2017 09:55
Il GGG - Il grande gigante gentile 'sul set Steven Spielberg molto collaborativo' intervista all'att

Mauxa ha intervistato John Emmet Tracy, attore del film "Il GGG - Il grande gigante gentile" di Steven Spielberg.

Il GGG - Il grande gigante gentile è il film di Steven Spielberg attualmente nelle sale. La storia racconta di Sophie che viene rapita dal gigante buono BFG, e che l’aiuta a sconfiggere gli altri giganti malvagi con l’aiuto della regina (leggi la recensione del film).

Mauxa ha intervistato l’attore del film John Emmet Tracy: John ha lavorato a produzioni teatrali, nonché alle serie “Olympus”, “Supernatural”, ”Smallville”, “The Killing”.

D. Hai lavorato nel film "Il GGG". Puoi raccontare il tuo ruolo?

John Emmet Tracy. Lavorare a “BFG” è stata un'esperienza fantastica. Ho interpretato il ruolo del primo Lacchè a Buckingham Palace. Ho passato nove giorni sul set. È stato entusiasmante collaborare con Steven Spielberg e avere l'opportunità di vederlo lavorare in prima persona con il suo team di produzione.

D. Steven Spielberg come lavora sul set?

J.E.T. Lavora molto a stretto contatto con i suoi attori ed è molto aperto agli input. Ha le idee chiare su come appariranno i vari momenti sulla pellicola. Detto questo, il cast principale si sentiva a suo agio, offrendo pensieri occasionali su idee alternative o modi per esemplificare un momento della recitazione. Non ho mai visto Spielberg rifiutare nessuno di questi consigli; infatti, era solito dire: "Bene, proviamo così". E questa generosità di collaborazione non era solo riservata ai suoi attori; lo stesso si potrebbe dire del suo rapporto di lavoro con il direttore della fotografia Janusz Kaminski, il suo primo assistente alla regia Adam Somner e uno qualsiasi degli altri membri del team.

D. Sul set, come è il rapporto di lavoro con gli altri attori, Mark Rylance, la giovane Ruby Barnhill?

J.E.T. Come Steven Spielberg, Mark Rylance lavora con creatività e generosità. In particolare, è stato fonte di ispirazione assistere al modo in cui sia Rylance che Spielberg collaborano con Ruby Barnhill, la giovane attrice che interpreta il ruolo principale di Sophie nel film. Entrambi la trattavano in maniera molto professionale, come farebbero con qualsiasi altro attore, trovando un equilibrio giocoso che le permetteva di divertirsi pur continuando a creare una prestazione eccellente.

D. C’è stata una situazione curiosa durante le riprese?

J.E.T. Un giorno ero in una scena con Penelope Wilton e Rebecca Hall, è capitato che era il compleanno di Penelope. C'era una torta di compleanno e un enorme coro di circa 200 troupe e il cast ha cantato “Habby Birthday”.

D. Tu sei anche un attore di teatro. Quale personaggio vorresti mettere in scena?

J.E.T. Ho interpretato ruoli in stili molto diversi, e in vari periodi di tempo. Ma il mio lavoro preferito per recite a teatro è di solito la scrittura classica, in particolare Shakespeare. C'è ancora tanta parte della sua drammaturgia che spero di esplorare ed eseguire. Inoltre, io sono un grande fan della Commedia dell'arte in Italia. Si tratta di una forma e di uno stile che amo, e ho preso in prestito da esso un bel po’ del mio lavoro. Non ho ancora avuto l'opportunità di esibirmi in un pezzo della Commedia dell'arte, ma non vedo l'ora di poterlo fare un giorno. D. Tu sei di Chicago. Cosa apprezzi di più della città?

J.E.T. Si tratta di una delle più grandi città del mondo, parte della mia famiglia vive lì. Offre così tanto nel settore dell'arte, della cultura, dell'architettura, dello sport, della musica. C’è da dire che il cibo è fantastico. Quando ho tempo vado all’Art Institute di Chicago, a vedere degli spettacoli allo Steppenwolf Theatre e allo Chicago Shakespeare Theatre. Le mie visite a Chicago non sono mai complete senza andare al Medici Restaurant per la pizza.

D. Qual è il tuo rapporto con l'Italia?

J.E.T. Quando ero un adolescente il film “Nuovo Cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore ha avuto un grande impatto su di me. A mio avviso si tratta di un capolavoro assoluto, e potrei guardarlo all’infinito. Come molti amo i film “Ladri di biciclette”, “La dolce vita” e “Romeo e Giulietta” di Franco Zeffirelli. Un altro film che mi ha particolarmente commosso era “Il Postino”, in particolare le prestazioni di Massimo Troisi, che ha anche scritto la sceneggiatura del film, e che purtroppo è morto appena dodici ore dopo aver completato il suo lavoro nel film.

Mi spiace dire che non ho ancora visitato l'Italia, ma mi auguro di farlo. Mi piacerebbe vedere i grandi anfiteatri romani superstiti, assistere uno spettacolo al Teatro alla Scala e sperimentare il Carnevale, sopratutto a Venezia. Mi piacerebbe anche avere la possibilità di lavorare un giorno in Italia. Anche se io non parlo italiano, mi sono esibito in italiano in televisione. Ho memorizzato le mie battute foneticamente e anche se sono sicuro di non aver ingannato eventuali italiani con il mio dialetto o la pronuncia, spero di aver convinto gli spettatori non italiani.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

L'incredibile vita di Norman, incontro con Richard Gere: 'il mio personaggio vorrebbe esaudire le promesse'

L'incredibile vita di Norman (“Norman: The Moderate Rise and Tragic Fall of a New York Fixer”) è il film di Joseph Cedar con Richard Gere, presentato a Roma. La pellicola negli Stati Uniti è uscita ad aprile 2017 ed ha ottenuto recensioni positive. La storia racconta del faccendiere Norman Oppenheimer, che a New York tess...

 

Film più visti della settimana, la novità è 'American Assassin'

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 15 al 17 settembre 2017 conferma il primo posto per “IT”, tratto dal romanzo di Stephen King (218.710.619 dollari): la creatura malvagia che uccide i bambini della città è tornata, mentre sette abitanti cercano di eliminarlo. Al secondo posto entra “Ameri...

 

'Meg', l'horror con protagonista Jason Statham arriva nel 2018

Ha dovuto aspettare due decenni, ma Steve Alten avrà finalmente la soddisfazione di vedere il proprio best-seller trasformato in un horror da 150 milioni di dollari con Jason Statham nei panni del protagonista. In un primo momento “Meg” sarebbe dovuto uscire il 2 marzo 2018, ma poi la Warner Bros ha deciso di rimandarlo al 10 ag...

 

Red Sparrow, prime immagini del film thriller con Jennifer Lawrence

È stato diffuso il primo trailer del film “Red Sparrow”, diretto da Francis Lawrence (leggi l’articolo sul film). Nelle immagini appare la protagonista Dominika (Jennifer Lawrence) mentre attende nella prova camera. Seguono degli omicidi: in realtà lei è reclutata dalla Sparrow School, un servizio segreto di ...

 

L'imperatrice Caterina, il film dalle potenti passioni con Marlene Dietrich

L'imperatrice Caterina (“The Scarlet Empress”) è il film del 1934 di Josef von Sternberg che usciva in questi giorni nelle sale statunitensi. La giovane principessa tedesca, Sophia Frederica (Marlene Dietrich) è scelta dalla regina Elisabetta di Russia per sposare il nipote, il principe Pietro (Sam Jaffe), così da ...

 

Tutti i soldi del mondo, prime immagini del film di Ridley Scott

È stato pubblicato il primo trailer del film “Tutti ii soldi del mondo”, diretto da Ridley Scott. Nelle immagini si mostra il giovane Paul Getty III (Charlie Plummer) mentre viene rapito a Roma. Uno dei rapinatori - interpretato da Romain Duris - chiama la madre del ragazzo, Gail (Michelle Williams) e chiede 17 milioni di dollar...

 

I vip con più matrimoni alle spalle

Spesso si pensa che le persone famose abbiano molto di più degli altri e senza dubbio ciò è vero almeno per quanto riguarda i matrimoni e i divorzi, dal momento che pochi vip sono riusciti a rimanere sposati con la stessa persona per tutta la vita. Il leggendario sassofonista Louis Armstrong è convolato a nozze quattro v...

 

Recensione del film 'White Sun', la lotta alla casta acclamata dalla critica

“White Sun” (”Seto Surya”) è il film di Deepak Rauniyar ben accolto dalla critica statunitense. L’ex partigiano anti-regime Chandra (Dayahang Rai) deve raggiungere il suo villaggio, per partecipare ai funerali del padre. Il luogo è sperduto tra le montagne, e da dieci anni Chandra non fa visita ai suoi c...

 

La battaglia dei sessi, immagini dell'anteprima con Emma Stone

Nelle immagini che mostriamo ci sono i protagonisti de film “La battaglia dei sessi”, presentato al Toronto Film Festival (leggi l'articolo sul film). La storia è quella della partita di tennis del 1973 tra il numero uno del mondo, la tennista Billie Jean King (Emma Stone) e l’ex campione Bobby Riggs (Steve Carrel). Nelle...

 

Recensione del film 'The Tribunal': matrimonio, fede e triangoli amorosi

Non è facile recensire un’opera come “The Tribunal”, perché si tratta così chiaramente di un film a tesi che diventa un’impresa non da poco il giudicarne gli aspetti cinematografici ignorando il messaggio che il prodotto è stato appositamente pensato e creato per veicolare. Ma procediamo con ordi...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni