X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Ennemi Public, recensione del primo episodio della serie tv

10/12/2016 15:50
Ennemi Public recensione del primo episodio della serie tv

Al Roma Fiction Fest è stata presentata la serie tv belga "Ennemi Public"

Uscire di carcere dopo aver strangolato una bambina e rifugiarsi in un'abbazia. È questo l'assunto da cui parte "Ennemi Public", serie crime della Radio Télévision Belge Francophone presentata al Roma Fiction Fest.

Il paragone naturale è con la serie "The Fall", in cui un uomo viene creduto artefice di alcuni assassinii, con le indagini che conducono ad incolparlo. "Ennemi Public" è scritto da Tony Marchant è diretto da Dearbhla Walsh, che ha già lavorato a "Shamless: qui il dubbio sulla colpevolezza è fugato, perché dall'inizio sappiamo che Guy Béranger (Angelo Bison) ha ucciso una giovane. Quindi il suo crimine è assodato, e la reclusione nell'abbazia è una libertà vigilata: ma nel paesino di Vielsart gli abitanti osteggiano questa presenza, considerata un "nemico pubblico" con un pregiudizio difficile da revocare .

Chloé Muller (Stéphanie Blanchoud) è il suo addetto alla sorveglianza, donna impulsiva e attanagliata dall'ansia, dovuta anche alla morte della sorella assassinata anni prima. L'odio degli abitanti per il criminale Guy erompe quando la notte una bambina scompare, tanto che tutti collegano l'accaduto con la presenza dell'uomo nell'abbazia.
Paula nella tensione del momento setaccia la zona, di notte penetra in una fattoria credendo che nasconda il sequestro della bambina, finché fa esplodere un lucchetto che sigilla un congelatore. È lì dentro il corpo della piccola?

Da questi fatti si comprende come da una parte la miniserie emuli i meccanismi del crime, come appunto in "The Fall" o "Fargo". Ma dall'altro agisca nella mente di Paula, che quando agisce è timorosa di sbagliare, e quando evita di muoversi si danna come inadempiente.

È quindi su di lei che si concentra la tensione, più che sull'assassino Guy che forse non è più capace di commettere delitti. Quindi è l'acquisizione della lucidità da parte di Paula ad essere l'obiettivo della storia, lei stessa reclusa nel suo passato e nell'abbazia costretta a sorvegliare l'uomo. Paula richiama così oltre che il detective Stella Gibson di "The Fall" anche Dana Scull di "X Files", entrambi interpretati da Gillian Anderson. Infine Sarah Linden (Mireille Enos) della serie "The Killing".

L'assassino Philip invece serve come pretesto per dare il senso al titolo della serie, ovvero se si possa perdonare una persona condannata per un atroce delitto. Ed è l'unione di questi due aspetti a dare spessore alla serie, che gode della spontaneità dei prodotti ancora acerbi. Si tratta infatti della seconda serie prodotta in generale nel Belgio di lingua francofona.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Good Omens, la serie tv: Michael Sheen e David Tennant guidano il cast

Amazon ha annunciato che gli attori Michael Sheen (“Masters of Sex) e David Tennant (“Broadchurch") interpreteranno i protagonisti della miniserie televisiva “Good Omens" (Titolo italiano: “Buona apocalisse a tutti”) che debutterà sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video nel 2019.  Connotata da un'im...

 

Il Trono di Spade 7, Nikolaj Coster-Waldau strizza l'occhio ai fan e difende l'ambiente

"ll Trono di Spade 7" è in pieno svolgimento e i fan sono in subbuglio: si preparano grandi avvenimenti nel continente di Westeros e la battaglia finale fra umani e non-morti sta per avere inizio. Mentre infuria la lotta per il controllo dei Sette Regni, in molti stanno cercando di tener dietro agli intrecci della trama e alle parentele che,...

 

Purché finisca bene, episodio 'La tempesta': un'improvvisa esigenza di maturità

Rai 1 ripropone l'episodio “La tempesta" (trasmesso per la prima volta il 28 aprile 2014) della serie "Purché finisca bene".  Il racconto prende avvio dalla scomparsa di Aldo Del Serio, il quale si trovava in vacanza ai tropici insieme alla moglie. A seguito di uno tsunami nessuno riesce a mettersi in contatto con lui e ciò...

 

Liar, tradimenti e inganni nella nuova serie tv

La serie televisiva “Liar” debutterà il 27 settembre negli Stati Uniti sul canale SundanceTV. Si tratta di un thriller psicologico articolato in sei puntate, creato e scritto dai produttori e sceneggiatori Harry e Jack Williams di Two Brothers Pictures ("The Missing", “Fleabag”). La trama si svolge attorno alle ...

 

L'ambasciata, rischi e tentativi nella terza puntata della serie spagnola

La terza puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25. La trama pone al centro il personaggio di Luis Salinas (Abel Folk), il nuovo ambasciatore spagnolo in Thailandia che si trasferisce insieme alla sua famiglia a Bangko...

 

The Walking Dead, la tragica morte di uno stuntman non influirà sulla trama

"The Walking Dead", la nuova stagione della più popolare serie tv sul mondo degli zombie, ha subito un evento tragico nel mese di luglio: lo stuntman John Bernecker è morto durante le riprese del programma dopo una caduta da alcuni metri. Nonostante la pluriennale esperienza l'uomo, che aveva avuto piccole parti in "Logan" e "Piccoli ...

 

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni