X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Berlin Station, recensione del primo episodio della serie tv

08/12/2016 13:08
Berlin Station recensione del primo episodio della serie tv

Al Roma Fiction Fest abbiamo visto la prima puntata della serie tv "Berlin Station"

Berlin Station è la serie tv distribuita da Epix, di genere spy thriller. Abbiamo visto il primo episodio che richiama il recente genere, forzato da "The Americans", "Allegiance", "Quantico" e "Homeland".

Come per queste serie è difficile già dall'inizio entrare in empatia con la trama, immersa tra ufficiali della CIA - in questo caso Daniel Miller interpretato da Richard Armitage - che giungono a Berlino, missioni clandestine tese a scovare informatori anonimi.

Si passa dalla capitale tedesca in cui il protagonista è ferito, ad un flashback in cui lui si trova a Panama trovando una penna usb, da discorsi in cui si evidenziano rapporti precedenti a relazioni omosessuali.

La storia si scrolla questo aspetto d'indagine militare da quando Daniel abborda una ragazza in un bar, invitandola così ad un appuntamento per l'indomani per poi rivelare che è un corriere. L'appuntamento è rimandato per un finale di puntata imprevisto.

Rispetto a "The Americans" troviamo qui un ambiente più aperto alle complicazioni delle professioni, in cui ogni funzionario della CIA dice la verità ma al contempo si attornia di personaggi di incerta sincerità. Nella serie "The Americans" è la coppia formata da Philip ed Elizabeth Jennings a dover nascondersi, qui si avviano invece collaborazioni con personaggi esterni che con la loro imprevedibilità e imponderatezza possono mentire o svelare. Quindi è come se il genere spy thriller avesse trovato un approdo con la quotidianità, quasi a sancire che ogni persona di cui siamo amici possa in realtà nascondere un segreto. Non solo spionistico ma in generale minaccioso per noi.

A confermare questo côtée che arieggia verso l'inconoscibile è la presenza di una casa di produzione attenta a tali aspetti oscuri. Si tratta infatti di Anonymus Content, che ha lavorato a film come "Spotlight" è "The revenant", serie come "The Kinck" e "Mr. Robots".

È il finale della prima puntata, in cui l'appuntamento mancato con la donna-corriere lancia la serie verso un sottotesto romantico spinge l'interesse verso il racconto di aspetti personali senza i quali "Berlin Station" sarebbe finora solo cronaca di difesa della sicurezza nazionale. Non sappiamo se Daniel al bar abbia abbordando la donna oltre che per motivi di spionaggio anche per interesse personale.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Good Omens, la serie tv: Michael Sheen e David Tennant guidano il cast

Amazon ha annunciato che gli attori Michael Sheen (“Masters of Sex) e David Tennant (“Broadchurch") interpreteranno i protagonisti della miniserie televisiva “Good Omens" (Titolo italiano: “Buona apocalisse a tutti”) che debutterà sulla piattaforma streaming Amazon Prime Video nel 2019.  Connotata da un'im...

 

Il Trono di Spade 7, Nikolaj Coster-Waldau strizza l'occhio ai fan e difende l'ambiente

"ll Trono di Spade 7" è in pieno svolgimento e i fan sono in subbuglio: si preparano grandi avvenimenti nel continente di Westeros e la battaglia finale fra umani e non-morti sta per avere inizio. Mentre infuria la lotta per il controllo dei Sette Regni, in molti stanno cercando di tener dietro agli intrecci della trama e alle parentele che,...

 

Purché finisca bene, episodio 'La tempesta': un'improvvisa esigenza di maturità

Rai 1 ripropone l'episodio “La tempesta" (trasmesso per la prima volta il 28 aprile 2014) della serie "Purché finisca bene".  Il racconto prende avvio dalla scomparsa di Aldo Del Serio, il quale si trovava in vacanza ai tropici insieme alla moglie. A seguito di uno tsunami nessuno riesce a mettersi in contatto con lui e ciò...

 

Liar, tradimenti e inganni nella nuova serie tv

La serie televisiva “Liar” debutterà il 27 settembre negli Stati Uniti sul canale SundanceTV. Si tratta di un thriller psicologico articolato in sei puntate, creato e scritto dai produttori e sceneggiatori Harry e Jack Williams di Two Brothers Pictures ("The Missing", “Fleabag”). La trama si svolge attorno alle ...

 

L'ambasciata, rischi e tentativi nella terza puntata della serie spagnola

La terza puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25. La trama pone al centro il personaggio di Luis Salinas (Abel Folk), il nuovo ambasciatore spagnolo in Thailandia che si trasferisce insieme alla sua famiglia a Bangko...

 

The Walking Dead, la tragica morte di uno stuntman non influirà sulla trama

"The Walking Dead", la nuova stagione della più popolare serie tv sul mondo degli zombie, ha subito un evento tragico nel mese di luglio: lo stuntman John Bernecker è morto durante le riprese del programma dopo una caduta da alcuni metri. Nonostante la pluriennale esperienza l'uomo, che aveva avuto piccole parti in "Logan" e "Piccoli ...

 

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni