X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

L'indagine nelle serie tv: un processo in continua evoluzione

18/11/2016 10:00
L'indagine nelle serie tv un processo in continua evoluzione

Da "Il commissario Montalbano" a "Squadra Antimafia", le diverse espressioni del racconto investigativo.

Con questo articolo apriamo una rubrica su come l'indagine è rappresentata nelle serie televisive. 

Divenuto uno degli aspetti centrali delle fiction poliziesche italiane ed estere, il tema dell'investigazione è oggetto di un processo d'evoluzione che riguarda le modalità con le quali si determina la figura del "colpevole".

In Italia molte serie si concentrano particolarmente su un unico investigatore. È il caso de "Il commissario Montalbano", la cui trama è focalizzata su un protagonista costruito per risultare estremamente affidabile e dotato di intuito e abilità che gli consentono di risolvere i casi anche in solitudine. La narrazione lascia emergere una stile investigativo soggettivo e collegato a un singolo personaggio.

La serialità televisiva ha interessato anche fiction basate su un'investigazione che coinvolge un gruppo numeroso di personaggi, chiamati a formare una vera e propria "squadra". La proficuità di questo modello è confermata da produzioni di successo come "Squadra Antimafia" e "Distretto di polizia", dove tutti i protagonisti svolgono un loro ruolo per risalire alla verità. 

La ricerca del "colpevole" è stata profondamente ridefinita da una delle serie di maggior successo degli ultimi decenni, "CSI: Crime Scene Investigation", serie ideata da Anthony Zuiker e trasmessa dall'emittente statunitense CBS dal 2000 al 2015. Il police drama ha introdotto un modello di indagine "scientifica", condotta all'interno di un laboratorio, superando il format tipico del poliziesco basato su pedinamenti e inseguimenti. Con "CSI" la prova della colpevolezza è esaminata al microscopio e appare indiscutibile.

L'evoluzione della fiction poliziesca italiana ha portato alla convivenza di diversi stili narrativi. In serie come "Il commissario Montalbano" c'è una linea narrativa verticale che segue ogni singolo episodio e riguarda l'indagine su un caso particolare.

"Una faccenda delicata", andato in onda su Rai 1 nel febbraio 2016, si apre con il delitto di un’anziana prostituta. Montalbano ritorna nel commissariato di Vigata e inizia a indagare su quanto accaduto, aiutato dai suoi storici collaboratori Mimi Augello e Fazio. Il personaggio conferma immediatamente la sua abilità di ottenere facilmente preziose informazioni. Incontra Teresita, amica e vicina dell’assassinata, riuscendo a farle ricordare un importante dettaglio sulla vittima che era sfuggito al suo collega Augello. Grazie alle varie testimonianze raccolte dal protagonista e ai diversi luoghi visitati alla ricerca di prove perfino gli spettatori occasionali possono essere coinvolti nel racconto e ipotizzare il responsabile del delitto. Il finale mostra il grande intuito di Montalbano, il quale riesce a capire chi è il vero colpevole e per fargli confessare l'omicidio inventa il testo di una lettera che la vittima non ha mai scritto e che riassume l’esito della sua indagine.

La linea narrativa orizzontale segue i diversi personaggi nel corso di un'intera stagione, racconta le loro relazioni personali (come il rapporto tra Montalbano e la sua compagna Livia) e delinea la loro personalità (come l'atteggiamento da casanova di Mimi).

In Italia lo stile narrativo della fiction ha permesso alla commedia di entrare nel racconto investigativo, dato evidenziato nell'opera "Considerazioni generali" (1997) di Milly Buonanno, dove si afferma come il poliziesco italiano "lavora ai confini tra crime-story e commedia", distinguendosi ad esempio da quello francese che è caratterizzato da "una impostazione socio-psicologica, attenta e accurata nella ricostruzione di ambienti e di profili". 

"Don Matteo", una delle serie più seguite degli ultimi anni, propone l'alternanza tra suspense investigativa e momenti di comicità. Gli episodi si aprono spesso con il ritrovamento di un cadavere e l'indagine del celebre personaggio interpretato da Terence Hill trascina il pubblico in un'atmosfera di forte aspettativa fino al raggiungimento della verità.

Il successo della rappresentazione dell'indagine nella fiction televisiva può quindi essere giustificato dalla possibilità che ha lo spettatore di partecipare alla ricerca del "colpevole", seguendo uno o più personaggi nella ricerca di indizi e prove, immedesimarsi nelle vicende raccontate e ipotizzare strade da seguire.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 



 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Starsky & Hutch, la lunga ombra dei due poliziotti sulla Ford Gran Torino arriva fino ai giorni nostri

"Starsky & Hutch" è una delle serie tv dell'epoca d'oro tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli ottanta rimasta nel cuore di milioni di appassionati, essendo riuscita ad entrare nella cultura popolare e nell'immaginario pop statunitense e mondiale. Le vicende dei due poliziotti diversi come il giorno e la notte, il biondo t...

 

Baron Noir, recensione del primo episodio della serie tv

Abbiamo guardato il primo episodio della serie televisiva "Baron Noir", presentata nel concorso internazionale della decima edizione del RomaFictionFest, in programma al The Space Cinema Moderno di Roma. Creata da Eric Benzekri e Jean-Baptiste Delafon, propone un racconto di strategie e intrighi politici. La trama si focalizza sul personaggio di P...

 

Berlin Station, recensione del primo episodio della serie tv

Berlin Station è la serie tv distribuita da Epix, di genere spy thriller. Abbiamo visto il primo episodio che richiama il recente genere, forzato da "The Americans", "Allegiance", "Quantico" e "Homeland". Come per queste serie è difficile già dall'inizio entrare in empatia con la trama, immersa tra ufficiali della CIA - in que...

 

No Offence, l'entusiasmante poliziesco creato da Paul Abbott

La serie televisiva intitolata "No Offence" giunge in Italia e va in onda sul canale FoxCrime dall'8 dicembre 2016.  Il police procedural creato da Paul Abbot ha debuttato sull'emittente britannica Channel 4 nel maggio 2015, riscuotendo un notevole successo di pubblico.  La trama pone al centro tre detective del Manchester Met...

 

Rischiatutto, Terence Hill e Nino Frassica nella nuova puntata del quiz

Il quiz "Rischiatutto" torna su Rai 3 l'8 dicembre 2016 dalle 21.15.  Alla nuova puntata del celebre programma televisivo partecipa anche Terence Hill, il quale gioca nei panni di "materia vivente", pertanto gli verranno sottoposti i quesiti che poi rivolgerà ai concorrenti nella fase centrale del tabellone. Annunciata anche la parteci...

 

Rocco Schiavone, un'implacabile caccia all'uomo nel sesto episodio 'Pulizie di primavera'

La serie televisiva "Rocco Schiavone" giunge al sesto episodio, intitolato "Pulizie di primavera" e in onda su Rai 2 il 7 dicembre 2016.  L'omicidio della sua amica Adele, con cui si conclude l'episodio "Era di maggio", sconvolge il vice questore, il quale si ritira in un residence e non riesce a tornare alla propria routine lavorativa. La do...

 

Tyrant, il peso del potere nella terza stagione della serie tv

La terza stagione della serie televisiva “Tyrant” ha debuttato su Fox il 1° dicembre 2016. Creata da Gideon Raff, racconta le vicende di una famiglia regnante di un immaginario paese del Medio Oriente. La trama presenta gli schemi del political drama, pertanto è caratterizzata dalla rappresentazione di alchimie politiche e g...

 

Legion, un nuovo caotico trailer annuncia la data di debutto della serie tv

La serie televisiva "Legion" debutta l'8 febbraio 2017 in contemporanea sui canali di proprietà Fox Networks Group in oltre 125 paesi del mondo. Creata da Noah Hawley, è bastata sul personaggio dei fumetti Marvel Comics creato da Chris Claremont e Bill Sienkiewicz.  La trama racconta la storia di David Haller, un giovane e...

 

Regno Selvaggio, un reale e intenso racconto dei predatori della savana

Il canale Nat Geo Wild propone una serie evento in sei episodi intitolata "Regno Selvaggio", all'interno del quale è descritta la quotidianità degli animali che vivono nella riserva di Savute, nel Botswana.  La voce narrante è dell'attore Fortunato Cerlino, noto al pubblico televisivo per la sua partecipazione a "Gomorra ...

 

The Americans, la serie tv che rivela la complessità dello spionaggio

La quarta stagione di "The Americans" ha debuttato su Fox il 1° dicembre 2016. Creata da Joe Weisberg, la serie televisiva racconta le vicende di Elizabeth e Philip Jennings, due spie sovietiche che si trovano a operare negli Stati Uniti durante il periodo della Guerra Fredda. L'inizio dell'episodio "Armi biologiche" (Titolo originale: "Gland...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni