X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

L'indagine nelle serie tv: un processo in continua evoluzione

18/11/2016 10:00
L'indagine nelle serie tv un processo in continua evoluzione

Da "Il commissario Montalbano" a "Squadra Antimafia", le diverse espressioni del racconto investigativo.

Con questo articolo apriamo una rubrica su come l'indagine è rappresentata nelle serie televisive. 

Divenuto uno degli aspetti centrali delle fiction poliziesche italiane ed estere, il tema dell'investigazione è oggetto di un processo d'evoluzione che riguarda le modalità con le quali si determina la figura del "colpevole".

In Italia molte serie si concentrano particolarmente su un unico investigatore. È il caso de "Il commissario Montalbano", la cui trama è focalizzata su un protagonista costruito per risultare estremamente affidabile e dotato di intuito e abilità che gli consentono di risolvere i casi anche in solitudine. La narrazione lascia emergere una stile investigativo soggettivo e collegato a un singolo personaggio.

La serialità televisiva ha interessato anche fiction basate su un'investigazione che coinvolge un gruppo numeroso di personaggi, chiamati a formare una vera e propria "squadra". La proficuità di questo modello è confermata da produzioni di successo come "Squadra Antimafia" e "Distretto di polizia", dove tutti i protagonisti svolgono un loro ruolo per risalire alla verità. 

La ricerca del "colpevole" è stata profondamente ridefinita da una delle serie di maggior successo degli ultimi decenni, "CSI: Crime Scene Investigation", serie ideata da Anthony Zuiker e trasmessa dall'emittente statunitense CBS dal 2000 al 2015. Il police drama ha introdotto un modello di indagine "scientifica", condotta all'interno di un laboratorio, superando il format tipico del poliziesco basato su pedinamenti e inseguimenti. Con "CSI" la prova della colpevolezza è esaminata al microscopio e appare indiscutibile.

L'evoluzione della fiction poliziesca italiana ha portato alla convivenza di diversi stili narrativi. In serie come "Il commissario Montalbano" c'è una linea narrativa verticale che segue ogni singolo episodio e riguarda l'indagine su un caso particolare.

"Una faccenda delicata", andato in onda su Rai 1 nel febbraio 2016, si apre con il delitto di un’anziana prostituta. Montalbano ritorna nel commissariato di Vigata e inizia a indagare su quanto accaduto, aiutato dai suoi storici collaboratori Mimi Augello e Fazio. Il personaggio conferma immediatamente la sua abilità di ottenere facilmente preziose informazioni. Incontra Teresita, amica e vicina dell’assassinata, riuscendo a farle ricordare un importante dettaglio sulla vittima che era sfuggito al suo collega Augello. Grazie alle varie testimonianze raccolte dal protagonista e ai diversi luoghi visitati alla ricerca di prove perfino gli spettatori occasionali possono essere coinvolti nel racconto e ipotizzare il responsabile del delitto. Il finale mostra il grande intuito di Montalbano, il quale riesce a capire chi è il vero colpevole e per fargli confessare l'omicidio inventa il testo di una lettera che la vittima non ha mai scritto e che riassume l’esito della sua indagine.

La linea narrativa orizzontale segue i diversi personaggi nel corso di un'intera stagione, racconta le loro relazioni personali (come il rapporto tra Montalbano e la sua compagna Livia) e delinea la loro personalità (come l'atteggiamento da casanova di Mimi).

In Italia lo stile narrativo della fiction ha permesso alla commedia di entrare nel racconto investigativo, dato evidenziato nell'opera "Considerazioni generali" (1997) di Milly Buonanno, dove si afferma come il poliziesco italiano "lavora ai confini tra crime-story e commedia", distinguendosi ad esempio da quello francese che è caratterizzato da "una impostazione socio-psicologica, attenta e accurata nella ricostruzione di ambienti e di profili". 

"Don Matteo", una delle serie più seguite degli ultimi anni, propone l'alternanza tra suspense investigativa e momenti di comicità. Gli episodi si aprono spesso con il ritrovamento di un cadavere e l'indagine del celebre personaggio interpretato da Terence Hill trascina il pubblico in un'atmosfera di forte aspettativa fino al raggiungimento della verità.

Il successo della rappresentazione dell'indagine nella fiction televisiva può quindi essere giustificato dalla possibilità che ha lo spettatore di partecipare alla ricerca del "colpevole", seguendo uno o più personaggi nella ricerca di indizi e prove, immedesimarsi nelle vicende raccontate e ipotizzare strade da seguire.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Preacher, seconda stagione: intervista all'attrice Julie Ann Emery

Abbiamo intervistato in esclusiva l'attrice statunitense Julie Ann Emery, interprete del personaggio di Lara Featherstone nella serie televisiva "Preacher".  Leggi la trama D: La seconda stagione di "Preacher" ha debuttato negli Stati Uniti il 25 giugno 2017, il giorno successivo è stata resa disponibile su Amazon Prime Video. Le...

 

Atypical, la serie tv che racconta l'autismo debutta su Netflix

La serie televisiva intitolata “Atypical" debutta domani sulla piattaforma streaming Netflix. Creata da Robia Rashid (“The Goldbergs", “Will & Grace”), concede allo spettatore un racconto di formazione che vede protagonista Sam, un diciottenne autistico che ricerca amore e indipendenza. Il ragazzo intraprende un percor...

 

Velvet, l'ultima puntata della quarta stagione tra ritorno e vendetta

La quarta stagione della serie televisiva intitolata “Velvet” è stata trasmessa dall’emittente spagnola Antena 3 dal 5 ottobre al 21 dicembre 2016. In Italia va in onda su Rai1 dal 6 luglio 2017. La trama si concentra sulle vicende della sarta sarta Anna Ribera, interpretata dall'attrice Paula Echevarrìa. Nel p...

 

Recensione della serie tv 'I'm Sorry'

"I'm Sorry" è una commedia frizzante e godibile che affronta le vicende di vita quotidiana di una comica quarantenne californiana, moglie e madre di una bimba. La storia ricalca molto la vita della protagonista Andrea Savage che nella serie tv ha inserito vari elementi autobiografici, comunque riconducibili a una vasta porzione della middle ...

 

Superquark, nella settima puntata anche uno speciale su 'Un posto al sole'

La settima puntata di “Superquark”, in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.15, propone allo spettatore alcuni racconti dalla Thailandia. Il programma televisivo condotto da Piero Angela si sofferma sulle peculiarità della regione denominata "ciotola di riso della nazione", del Lumphini Park a Bangkok e descrive la ...

 

L'ambasciata, la seconda puntata tra pretese e confessioni

La seconda puntata della serie televisiva spagnola “L’ambasciata” (Titolo originale: “La embajada”) va in onda questa sera su Rai 1 a partire dalle 21.25.  Articolata in cinque puntate, è stata prodotta da Atresmedia in collaborazione con Bamboo Productions per l'emittente spagnola Antenna 3. La trama &egr...

 

Mr. Robot, il trailer della terza stagione: nel cast debutta Bobby Cannavale

È stato pubblicato il primo trailer della terza stagione di “Mr. Robot”, il cui debutto negli Stati Uniti avverrà l’11 ottobre su USA Network. Il video è disponibile dal 4 agosto sul canale YouTube della serie televisiva e in pochi giorni ha superato 1 milione di visualizzazioni.  I dieci nuovi...

 

Howards End, quattro nuove immagini della miniserie tv

Nell’ambito del Televisions Critics Association (TCA) Summer 2017 Press Tour, Starz ha rilasciato quattro nuove immagini della miniserie televisiva “Howards End”, basata sull’omonimo romanzo (Titolo italiano: “Casa Howard”) dello scrittore britannico Edward Morgan Forster. La trama ruota attorno alle vicende di ...

 

L'isola di Pietro, la fiction con Gianni Morandi: 'il giallo è sempre presente'

La fiction intitolata "L'isola di Pietro" andrà in onda prossimamente su Canale 5.  La trama si svolge a Carloforte, in Sardegna, e vede protagonista il pediatra Pietro interpretato da Gianni Morandi. "Questa serie è difficile da definire, un film d’amore, di passione, però il giallo è sempre presente" - ha c...

 

Childhood's End, dal classico di Arthur Clarke torna il tema dell'invasione aliena

"Childhood's End" ovvero "la fine dell'infanzia" è un interessante esperimento di miniserie televisiva  ispirato a un grande classico della fantascienza, il romanzo "Le guide del tramonto" di Arthur C. Clarke. Sebbene negli Stati Uniti sia andata in onda nel dicembre 2015 sul network Syfy, in Italia li abbiamo potuti vedere solo quest'a...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni