X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Wonder, Julia Roberts madre determinata in un film contro la discriminazione

29/10/2016 08:00
Wonder Julia Roberts madre determinata in un film contro la discriminazione

In arrivo nelle sale americane il 7 aprile 2017, la pellicola si propone come nuova rivisitazione del tema della diversità, da sempre molto caro al cinema. Vedremo se "Wonder" avrà qualcosa di interessante da aggiungere

Wonder” è il nuovo film con Julia Roberts, in cui vedremo l’attrice confrontarsi con il giovanissimo Jacob Tremblay, attore-prodigio che l’anno scorso, soli 9 anni, ha conquistato il pubblico e la critica recitando a fianco di Brie Larson nell’acclamato dramma “Room”. Tratta dall’omonimo libro di R.J. Palacio, la pellicola racconta la storia di Auggie Pullman, un bambino nato con una grave deformità al viso che lo ha costretto a passare la sua breve vita passando da un ospedale all’altro. Con l’aiuto di sua madre, Isabel (Julia Roberts), e di suo padre, Nate (Owen Wilson), il piccolo Auggie ce la metterà tutta per ambientarsi in una nuova scuola e dimostrare ai suoi compagni che, al di là dell’aspetto esteriore, è solo un bambino come tutti gli altri. La sua storia diventerà lo spunto per far capire che la vera bellezza va oltre tutte le apparenze.

Alla regia di “Wonder” troviamo Stephen Chbosky, già autore di “Noi siamo infinito”, qui al lavoro su una sceneggiatura di Jack Thorne e Steve Conrad. Todd Lieberman e David Hoberman producono a nome della Mandeville Films banner, mentre la Lionsgate si è occupata della vendita del film al Festival di Cannes. “'Wonder' è un film che parla di famiglia, di amicizia, di amore, ma soprattutto dell’importanza di essere gentili in ogni fase della vita”, ha dichiarato Chbosky in un’intervista. Ha anche aggiunto di aver scelto Julia Roberts e Jacob Tremblay per i ruoli principali non solo per il loro talento, ma anche perché entrambi sono “delle persone fantastiche” anche quando non sono davanti alla cinepresa. “Devi avere i piedi a terra per volare così in alto”, ha spiegato il regista.

Wonder” è tratto dall’omonimo libro scritto da R.J. Palacio (pseudonimo dell’autrice Raquel Jaramillo), opera che al momento ha venduto oltre 2 milioni di copie. Dal 2012, anno della pubblicazione, il libro compare regolarmente nella classifica dei best-seller compilata dal New York Times. “Wonder” inoltre si è aggiudicato importanti riconoscimenti nell’ambito della letteratura per bambini, tra cui la Carnegie Medal e lo UKLA Book Award. Palacio ha dichiarato che la canzone “Wonder” di Natalie Merchant è stata per lei una grande fonte di ispirazione in fase di scrittura.

Wonder”, seppure con toni più adatti a un pubblico giovane, si prefigge lo scopo di rivisitare il tema della deformità, argomento affrontato al cinema fin dagli albori di questa arte. Il primo esempio eccellente è senza dubbio “Freaks” di Tod Browning, pellicola del 1932 ambientata nel mondo del circo e considerata uno dei più grandi cult movie di sempre, nonché un classico del genere macabro. Dagli anni ‘30 ad oggi, sono tanti i film che mettono al centro della loro riflessione personaggi orribilmente deformi, e per questo ostracizzati dalla società. Basti ricordare “Elephant Man” di David Lynch, “L’uomo senza volto” di Mel Gibson, “Darkman” di Sam Raimi, oppure “Edward mani di forbice” di Tim Burton. Perfino la Disney ha voluto dire la sua in merito con “Il gobbo di Notre Dame”, ovviamente ispirandosi al quasi omonimo romanzo di Victor Hugo.

In generale, il cinema è pieno di personaggi menomati o mutilati, anche quando il film non ruota necessariamente intorno al tema della deformità: si veda, ad esempio, “V for Vendetta”. Il personaggio deforme diventa un modo per mettere la società benpensante davanti alle proprie ipocrisie, e per dimostrare come anche delle persone apparentemente “rispettabili” possano de-umanizzare e quindi disprezzare coloro che non si conformano alla loro idea preconcetta di “normalità” e “accettabilità”.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Julia Roberts



Articoli correlati

Mother's Day: il nuovo film commedia con Jennifer Aniston, Julia Roberts e Kate Hudson

Mother's Day. E’ un film commedia Usa del 2015, diretto da Garry Marshall (Pretty Woman, Se scappi ti sposo, Appuntamento con l’Amore) su sceneggiatura di Anya Kochoff-Romano e Lily Hollander. Come suggerisce il titolo, il film avrà come punto focale la Festa della Mamma, giornata speciale cui saranno legate tra loro alcune ...

 

Pretty Woman: il 24 marzo Julia Roberts e Richard Gere si riuniscono per i 25 anni del film

Pretty Woman per l’anniversario dei venticinque anni di distribuzione del film è stato omaggiato con una reunion degli attori Julia Roberts e Richard Gere. Intervista. I due attori sono comparsi il 18 marzo al Today Show, e la mesa in onda avverrà il 24 marzo. Assieme a Julia Roberts (che interpretava Vivian Ward) e Richar...

 

Julia Roberts: l'attrice fa yoga per mantenersi giovane e a 47 anni confessa: mai fatto il lifting

Julia Roberts è alla vigilia dei suoi 47 anni e in un'intervista a You Magazine l'attrice ha rivelato che è contraria alla chirurgia plastica e che mantenersi giovane adotta solo rimedi naturali come lo yoga. Julia Roberts chirurgia plastica. "Ho rischiato molto per la mia carriera quando, compiuti 40 anni, non mi sono ritoccata come...

 

Julia Roberts, in un casolare sui colli fiorentini con i leggins nel video spot Calzedonia

Julia Roberts è la protagonista del video spot di Calzedonia. Sempre sorridente, l'attrice si rilassa tra i colli fiorentini. In perfetta forma a 48 anni, nel video indossa dei leggins e una camicia bianca. Video Spot Calzedonia. Julia Roberts contempla i paesaggi scozzesi, si ritrova tra le bancarelle di Parigi, ma si sveglia in un casolar...

 

The Monuments Men: l'elegiaco George Clooney dirige e produce Julia Roberts e Meryl Streep

George Clooney torna dietro la macchina da presa per un film storico e bellicoso. Si tratta di “The Monuments Men”, nelle sale italiane dal 14 febbraio, trasposizione cinematografica del libro "The Monuments Men: Allied Heroes, Nazi Thieves, and the Greatest Treasure Hunt in History".  La trama di The Monuments Men. Il romanzo &eg...

 

Richard Gere: tra i progetti un nuovo film ‘Franny’ e la separazione dalla moglie

Richard Gere, attore nato a Philadepia è diventato celebre al grande pubblico (soprattutto femminile) per le interpretazioni in "Ufficiale e gentiluomo", "American Gigolò"  e il romantico "Pretty Woman", si separa dalla moglie, anche lei attrice, Carey Lowell. La causa della rottura del rapporto amoroso, che dura da be...

 

Julia Roberts e Meryl Streep rivali in ‘August: Osage County’

Julia Roberts e Meryl Streep saranno le protagoniste di un film molto atteso, sia per la compagine recitativa che per la pièce da cui è tratto. “August: Osage County” è una commedia tratta dall’omonimo premio Pulitzer, scritta da Tracy Letts. La trama è incentrata sulla famiglia Weston che si riunisce p...

 

Il remake di Cinderella in attesa di regista, Cate Blanchett nel ruolo della matrigna

Il remake di Cinderella conferma la presenza nel cast di Cate Blanchett, apprezzata interprete in Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato, nei panni della matrigna. Invece, il regista Mark Romanek (One Hour Photo, 2002, Non lasciarmi, 2010) lascia il progetto. Lo annuncia la Disney, ufficialmente alla ricerca di un nuovo director, sottolineando la ...

 

Julia Roberts, al lavoro con Meryl Streep nel cinico August: Osage County

Julia Roberts è al lavoro in “August: Osage County” , commedia tratta dalla pièce di successo di  Tracy Letts. L'azione si svolge nel corso di diverse settimane nel mese di agosto: la trama ricorda il dramma “Camille" di Dumas, centrato sugli ultimi giorni di vita di una cinica donna tossicodipendente morente, V...

 

Andrea Osvart: un nome maschile per un’attrice versatile

Andrea Osvart: un nome maschile per un’attrice versatile. L’attrice che ieri sera abbiamo visto nei panni della dark lady Anna Carla Dosio, che poi si scopre non essere tale nella fiction La donna della domenica, ha spesso scelto ruoli che evidenziano questo carattere bifronte. Nonostante abbia un nome maschile, conserva una verve reci...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni