X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione del film Doctor Strange: una magia che non crea pathos

26/10/2016 07:30
Recensione del film Doctor Strange una magia che non crea pathos

"Doctor Strange" è il nuovo film della Marvel-Disney. È tratto dall'omonimo fumetto di Steve Ditko.

Doctor Strange è il film di Scott Derrickson distribuito dalla Walt Disney, nelle sale dal 26 ottobre. Nel cast ci sono Benedict Cumberbatch, Chiwetel Ejiofor, Mads Mikkelsen, Rachel McAdams e Tilda Swinton.

La trama prende spunto dal comic Marvel del 1963 di Steve Ditko, poi disegnato da Stan Lee. Il famoso neurochirurgo Stephen Strange a causa di un incidente perde l’uso delle mani. Strange cerca una cura in un’enclave, la Kamar-Taj che si trova nelle montagne dell’Himalayas: in realtà qui si svolge una battaglia contro invisibili forze oscure che ambiscono a distruggere la nostra realtà. Strange comincia a padroneggiare la magia, in bilico tra la decisione di tornare nella sua agiata vita o difendere il mondo divenendo il più potente stregone, con i consigli di The Ancient One.

“Attraverso le arti mistiche, imbrigliamo energia e plasmiamo la realtà”, dice The Ancient One nel film quasi a presagire qual è l’ambizione del film. Infatti rispetto alle altre pellicole della Marvel Entertainment si evince il desiderio di allontanarsi dai franchise su cui molte polemiche albeggiano: dall’eccessivo uso di effetti speciali, alla capacità di triturare storie che hanno identico appeal del merchandising, fino allo svilimento di un universo comic ben più lineare della vita di personaggi cinematografici.

Doctor Strange in questo caso sceglie la strada delle dimensioni parallele, quelle che permettono di vivere in un universo distinto dal nostro, sia come spazio che tempo. Si affronta quindi il multiverso, già peraltro ben trattato in “Sliding Doors” (1998).

I fumetti di Steve Ditko degli anni ’60 vengono riprodotti con colori caldi, attorniati da forti chiaroscuri che hanno maggiore impatto visivo rispetto a “Avengers: Age of Ultron” (2015) o “Guardians of the Galaxy” (2014) pur se il direttore della fotografia è lo stesso pittoresco Ben Davis. Così lo spazio tridimensionale che Ditko aveva ipotizzato nella pagina trova agio grazie alla nuova tecnologia, sopratutto IMAX. L’autore Ditko portò a Stan Lee cinque paginette di bozze in cui si parlava di magia nera, ed ora il passaggio all’IMAX rende certo giustizia a quel colore.

Il dubbio è che quelle di “Doctor Strange” siano vicende cinetiche un po’ logore, di un immaginario che ormai risulta quasi obsoleto, viste le sue sue riproduzioni nelle serie televisive in streaming, e sopratutto realizzate con effetti digitali che non riescono più a stupire. A capo dello staff degli effetti visivi c’è infatti Matthew G. Armstrong, che da “Captain America - Il primo vendicatore” ha lavorato a tutti i film della Marvel. È quindi ovvio che i dettagli siano i medesimi, così come le impressioni generali.

Forse l’esemplificazione di questo atteggiamento si ha nella scena in cui The Ancient One (Tilda Swinton), lo stregone supremo e mentore di Doctor Strange consiglia a lui come usare i suoi poteri. Strange è scettico, così The Ancient One lo afferra sul petto e poi lo spinge all’indietro facendolo volare lentamente: ma solo il “doppione” del suo corpo aleggia, mentre la parte fisica rimane a terra. Anche queste sono scene già viste in “Matrix” (1999), con una capacità immaginifica vecchia di 17 anni.

Nella scena della Sanctum Battle, Doctor Strange lotta contro Kaecilius (Mads Mikkelsen) con una fune di energia, poi fugge e l’antagonista lo ferma spostando il pavimento sotto i suoi piedi. Allora Strange agitando le braccia aziona due scudi di energia, anche se uno dei due scompare. Assume le medesime posture di Capitan America: questa mimica è ormai rivista in ogni film Disney-Marvel, da non suscitare emozioni. Così come la musica di sottofondo di Michael Giacchino che pretende di aumentare il pathos.

A ciò si alternano scene più ordinarie, come quella in cui parla con Christine Palmer (Rachel McAdams) della sua policy di neurochirurgo. Per quanto “Doctor Strange” sia innovativo nell’Universo Marvel, non lo è in quello della recente cinematografia. Non è paragonabile al film televisivo “Dr. Strange” con Peter Hooten del 1978, dove lui indossa braccia dorati, vistose collane e cintura orientale: ma di magia e multiverso hanno saputo meglio raccontare “The Illusionist” (2006), “Now You See Me - I maghi del crimine”, fino ad “Harry Potter”.

Ciò non vuol significare che il film non raggiungerà le previsioni di incasso della Walt Disney del primo weekend statunitense, che si attestano sui 50 milioni di dollari. Anche questa è magia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Doctor Strange
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

David Lynch racconta a Lucca la meditazione trascendentale

Il Lucca Film Festival ha organizzato un incontro con il regista David Lynch. L’autore di “Mulholland Drive”, “The Elephant Man” ha presentato i primi due episodi della terza stagione di “Twin Peaks”, serie la cui seconda stagione è ora in onda su Sky Atlantic (leggi l’intervista all’att...

 

Magic Tree House, la serie di Mary Pope Osborne diventa un film

La serie di libri per ragazzi “The Magic Tree House” approda sul grande schermo: la Lionsgate ha acquistato i diritti per tutti e 54 i libri scritti in questi ultimi 25 anni dall’autrice Mary Pope Osborne, e ha già avviato la produzione dell’adattamento, con la speranza che diventi il primo capitolo di un franchise ci...

 

Johnny Depp al Festival di Glastonbury critica Donald Trump

L’attore Johnny Depp durante il Festival di Glastonbury in Inghilterra ha effettuato dei commenti riguardo il Presidente Donald Trump. Dopo la proiezione del film del 2004 “The Libertine” l’attore si è rivolto al pubblico dicendo: “Penso che abbia bisogno... di aiuto. Quando è stata l'ultima volta che un...

 

Festival Internazionale del Cinema di Valencia, varietà e creatività: intervista al direttore

Il Festival Internazionale del Cinema di Valencia - Cinema Jove è giunto alla 32esima edizione. Inizia oggi nella città della Comunità Valenciana per proseguire fino al 1 luglio. Nato per dare voce ai giovani registi internazionali, è diventato un punto di riferimento per le varie forme di espressione che riesce a conci...

 

I 100 personaggi più potenti di Hollywood secondo la rivista THR

La rivista The Hollywood Reporter ha stilato la classifica annuale delle 100 persone più influenti nel settore cinematografico e televisivo. Per redigerla - come riporta la stessa rivista - ci si è basati sulla capacità finanziaria dei personaggi, sulla possibilità di accedere a ingenti somme di denaro o al numero di se...

 

Aspettando il Re, intervista all'attrice Christy Meyer: 'la recitazione è stata messa a dura prova'

"Aspettando il Re" (Titolo originale: "A Hologram for the King") è uscito nelle sale cinematografiche italiane il 15 giugno, distribuito da Lucky Red. Il film è diretto da Tom Tykwer e basato sull'omonimo romanzo di Dave Eggers pubblicato nel 2012. Il personaggio principale è interpretato da Tom Hanks.  Leggi la rec...

 

Recensione del film Transformers - L'ultimo cavaliere

"Transformers - L'ultimo cavaliere" è il film di Michael Bay con Mark Wahlberg, Anthony Hopkins, Laura Haddock. In assenza di Optimus Prime - robot leader della fazione dei benevoli Autobot ma ora partito  alla ricerca del suo "creatore" - inizia una lotta tra l'organizzazione militare dei Transformers Reaction Force e i Transform...

 

Cattivissimo Me 3, incontro con il cast: Arisa, Max Giusti e Paolo Ruffini

Abbiamo incontrato a Roma il cast vocale di “Cattivissimo Me 3”, il film di Pierre Coffin e Kyle Balda, prodotto da Chris Meledandri e in uscita il 24 agosto 2017. A dare le voci ai protagonisti sono la cantante Arisa, gli attori Max Giusti e Paolo Ruffini. Il cattivo Gru è stato licenziato dalla Lega anti Cattivi, e si trova in...

 

L'amore ai tempi di Hollywood, tra gossip, scandali e divorzi

In termini di gossip hollywoodiano, il 2016 è stato segnato dal divorzio tra Johnny Depp e Amber Heard, una vicenda dai risvolti piuttosto spiacevoli visto che la Heard ha addotto, tra i motivi della separazione, il fatto che l’ex-marito fosse un tipo violento a causa soprattutto dei suoi problemi di alcolismo. Oggi la storia sembra es...

 

Inferno, il film con Tom Hanks dal libro di Dan Brown è su SkyCinema e NowTv

Inferno, il film tratto dal romanzo di Dan Brown arriva in televisione si Sky Cinema e NowTv, dal 10 luglio. Il film - che ha incassato 220 milioni di dollari - sarà anche preceduto dalla messa in onda di due film tratti sempre dai romanzi dello scrittore di Exeter. Il 2 luglio è trasmesso “Il Codice Da Vinci”, in cui il ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni