X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

X- Men: The New Mutants, aspettando lo spin-off della saga cinematografica degli X-Men

19/10/2016 15:00
X- Men The New Mutants aspettando lo spin-off della saga cinematografica degli X-Men

Il film è ancora nelle fasi iniziali di lavorazione, e si propone di esplorare nuovi aspetti dell'universo cinematografico dei mutanti creato da Bryan Singer nel lontano 2000. Dalla penna di Jack Kirby al Wolverine di Hugh Jackman, gli X-Men hanno un lungo e illustre passato alle spalle

X-Men: The New Mutants”, l’adattamento cinematografico del fumetto firmata da Chris Claremont e Bob McLeod, è in lavorazione ormai da anni, ma il progetto sembra prossimo a concretizzarsi, visto che la 20th Century Fox ha già incaricato Josh Boone (regista di “Colpa delle stelle”) di dirigere e co-sceneggiare il film. Negli ultimi mesi Boone ha affermato di aver consegnato la seconda bozza del copione, e su Instagram ha postato alcune foto che sembrano rivelare quali supereroi compariranno nello spin-off dell'universo cinematografico legato agli X-Men: Wolfsbane, Magik, Mirage, Cannonball, Sunspot, e Warlock. A sua volta Simon Kinberg (sceneggiatore che ha collaborato a tutti i fim degli X-Men usciti finora) ha rivelato che in “X-Men: The New Mutants” potrebbe comparire perfino il Professor Xavier: è ancora un mistero se ad interpretarlo sarebbe James McAvoy (quasi sicuramente) o Patrick Stewart (più improbabile).

I “Nuovi Mutanti” non sono conosciuti dal grande pubblico quanto Wolverine o Ciclope, ma le loro caratteristiche li rendono personaggi particolarmente appetibili per il pubblico giovanile e progressista di oggi. Un cast più vario sia dal punto di vista etnico che psicologico che sessuale rispecchierebbe perfettamente lo spirito con cui Stan Lee e Jack Kirby creano gli X-Men nel lontano 1963. Il “dinamico duo” della Marvel, dopo aver firmato serie del calibro de “I Fantastici Quattro” e “L’incredibile Hulk”, decide di ispirarsi a “Doom Patrol”, gruppo di supereroi della concorrente DC Comics, e di dare vita a cinque adolescenti portatori del “gene-X”, una mutazione del DNA che li dota di incredibili superpoteri.

Sono soprattutto due le intuizioni che permettono a Stan Lee di creare dei personaggi che, con il tempo, otterranno molto più successo e popolarità della loro fonte di ispirazione, la “Doom Patrol”: l’autore decide che i suoi protagonisti saranno primariamente degli adolescenti, e che i loro poteri verranno guardati con sospetto piuttosto che con ammirazione, in quanto frutto di anomalie genetiche, e non di incredibili incidenti. In questo modo la mutazione diventa un’efficacissima metafora della diversità, metafora che consente alle storie degli “X-Men” di avere un’inedita risonanza con il loro pubblico. Sia in quanto mutanti che in quanto adolescenti, gli X-Men stentano ad inserirsi nella società, si sentono rifiutati da un mondo che non li capisce e che vorrebbe “ingabbiarli”, per controllare le loro strane e incomprensibili abilità. Temi centrali degli X-Men sono la diversità, il razzismo, la discriminazione: Magneto, uno degli antagonisti principali, oltre ad essere un mutante è anche un sopravvissuto dell’Olocausto; ed è proprio in una storia degli “X-Men” che si sono celebrate, nel 2012, le prime nozze gay del fumetto Marvel.

Negli anni ‘90 gli X-Men cominciano a perdere la loro centralità nel mondo dei fumetti, ma con il cartone “Gli insuperabili X-Men” (andato in onda dal ‘92 al ‘97) conquistano il mercato della tv per ragazzi. Agli albori del terzo millennio, Bryan Singer rilancia per l’ennesima volta la popolarità del brand con “X-Men” ed “X-Men 2”. Ora la new entry più attesa dell’universo X-Men è “Legion”, miniserie in 8 episodi attesa su FX per gli inizi del 2017. Firmata da Noah Hawley, già autore di “Fargo”, e interpretata da Dan Stevens, la serie promette di essere uno dei progetti più interessanti legati al marchio X-Men.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



Articoli correlati

Olivia Munn nel ruolo di Psylocke, sexy mutante dai poteri telepatici in X-Men: Apocalypse

Olivia Munn entra nel cast di X-Men: Apocalypse: interpreterà Betsy Braddock, alias Psylocke. Il regista Bryan Singer ha dato il benvenuto all'attrice, ufficializzando la notizia, su Instagram. Psylocke debutta nel mondo della Marvel UK nel dicembre del 1976 in Captain Britain. Inizialmente è pensato come personaggio secondario al fi...

 

X-Men: Apocalypse, l'abbandono annunciato da Jennifer Lawrence con il prossimo film

Con X-Men: Apocalyspe (2016), Jennifer Lawrence dà l'addio al ruolo della mutaforma Mystica. Lo ha annunciato durante la premiere newyorchese di Una folle passione senza aggiungere commenti a riguardo. Jennifer Lawrence come Nicholas Hoult. L'attrice interpreta il personaggio da X-Men: L'inizio (2011) diretto da Matthew Vaughn. Torna quindi...

 

Stan Lee il grande scrittore della Marvel sarà presente all'Emerald City Comicon

Stan Lee Emerald City Comicon. Stan Lee sarà uno dei protagonisti più attesi per l’Emerald City Comicon. L’evento si terrà tra il 27 e il 29 Marzo 2015 nella città di Seattle, Washington. Lo scrittore amato da tutti sarà presente tutti e tre i giorni per firmare autografi ed in particolare domenica mat...

 

Agent Carter, un personaggio comics rinnovato nella nuova serie tv

Agent Carter. La Marvel ha deciso di rinnovare un personaggio che nei fumetti è stato sempre sottovalutato. Margaret “Peggy” Carter è stata creata da Stan Lee e Jack Kirby e la sua prima apparizione nell’universo Marvel risale al 1966 nel Tales of Suspense n.77. Questo personaggio nel corso del tempo ha subito vari c...

 

Eroi Marvel: Hulk. Una nuova avventura attende il Gigante di Giada

Eroi Marvel: Hulk. Hulk ci viene presentato come l’alter ego dello scienziato Bruce Banner. Lo scienziato viene esposto all’esplosione di una bomba a raggi gamma che lui stesso aveva inventato. Da quel momento Bruce Banner si trasformerà in Hulk in modo del tutto involontario. Un gigantesco mostro di ben tre metri, quasi impossib...

 

Eroi Marvel: Iron Man. Tante novità nell'universo Marvel per il grande uomo d'acciaio

Eroi Marvel: Iron Man. Iron Man è un personaggio dei fumetti Marvel creato dagli autori Stan Lee e Larry Lieber e dai disegnatori Don Heck e Jack Kirby, il quale ha collaborato nel design dell’armatura e ha disegnato la copertina di “Tales of Suspense” Vol. 1 n.39 del 1963, che è anche il numero dell’esordio de...

 

Eroi Marvel: Wolverine. Da Dicembre inizierà il conto alla rovescia per il supereroe

Eroi Marvel, Wolverine. È un personaggio creato da Len Wein, dai disegni di Herb Trimpe e con la collaborazione di John Romita Sr.. È uno dei supereroi più amati del mondo Marvel. Apparso per la prima volta nel 1974 in “The Incredible Hulk” Vol. 2 n.180 dove fa una breve apparizione, il vero esordio sarà nel ...

 

Supereroi Marvel, Black Panther annunciato il film del supereroe

Supereroi Marvel, Black Panther. Black Panther o Pantera Nera in italiano, è un personaggio dei fumetti pubblicati da Marvel Comics. È stato creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1966 ed è stato uno dei primi supereroi di colore a comparire in un fumetto Marvel. La sua prima apparizione risale al numero 48 de I Fantastici Quattro...

 

The Taking, Bryan Singer produce un horror a basso costo e ad alta tensione

The Taking horror di Adam Robitel. Negli ultimi anni il mockumentary è diventato un vero e proprio genere cinematografico, che spesso e volentieri va a braccetto con i film horror: si tratta di un falso documentario, girato con le telecamere per riprendere eventi di finzione come se fossero reali. Quale migliore tentazione per aumentare la c...

 

Bryan Singer: giù le mani dai bambini, è scandalo pedofilia alla Mecca del cinema USA

Michael Egan. Hollywood nei guai. Per bocca di un ex quindicenne che, divenuto adulto, ha deciso di denunciare cose che nessuna mente sana, né cuore di uomo morale vorrebbe mai sentir dire.  Michael Egan, questo è il nome dell'accusatore, denuncia di essere stato ripetutamente violentato dal 1998 al 2000. Bryan Singer. Secondo l...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni