X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista al disegnatore di fumetti Paolo Serpieri: 'i personaggi femminili sono la salvezza'

05/10/2016 07:30
Intervista al disegnatore di fumetti Paolo Serpieri 'i personaggi femminili sono la salvezza'

Mauxa ha intervistato Paolo Eleuteri Serpieri, uno dei maggiori disegnatore di fumetti.

Paolo Eleuteri Serpieri è uno degli autori di fumetti e graphic novel più conosciuti nel panorama internazionale. Le sue graphic novel sono tradotte in molte lingue. Suo è il personaggio di Druuna. Mauxa lo ha intervistato.

D. Paolo, cosa pensa del panorama attuale dei comics?

Paolo Serpieri. C’è una profonda crisi, dovuta al fumetto americano e ai manga. Soprattutto al fumetto giapponese, e al fato che si creino con il computer. Si confonde inoltre l’animazione con il fumetto. A me piace raccontare storie, e lo faccio molto volentieri. Quello del fumetto è un linguaggio particolare, diverso da quello che si vede in giro.

D. Ci può raccontare della nascita del personaggio di Druuna?

P. S. La casa editrice francese Dargaud cominciò a pubblicare le storie di Druuna nel 1985, per poi essere distribuito negli Stati Uniti e in Sud America. Nel 2016 è uscito “Druuna 0: Anima”: mi sono divertito a giocare con le immagini. ora sto realizzando il nono libro di Druuna, che ha ancora un titolo provvisorio: gli ultimi volumi sono stati “Clone”, “Il Pianeta dimenticato”.

D. Perché ha cominciato a disegnare la femminilità?

P. S. All’inizio la figura femminile non avrebbe dovuto essere la protagonista. Ma poi nell’articolazione della storia ha preso il sopravvento. perché nella trama era più interessante. Mi piace disegnare la donna, ciò è indubbio.

D. Quindi un personaggio femminilità ha magari possibilità di racconto di uno maschile?

P. S. Per me la donna è una sorta di salvezza, nella sua carnalità. Di per se è un personaggio che emana elementi positivi, riguardante la vita. Nel maschio prevale la tecnologia, elemento da cui sono spaventato. Per ma la vita, la carnalità, sono la donna. Invece in tutti i miei incubi, se devo rappresentare società totalitarie, inserisco figure maschili. Ovviamente parliamo di ambienti futuribili. Ho visto subito nella donna la possibilità della vita, e mi è venuto spontaneo trattarla da un punto di vista erotico.

D. Qual è il suo metodo di lavoro?

P. S. Io mi occupo della parte dei disegni, cui devo adeguare i dialoghi. Al massimo posso scrivere una soggetto, un’idea, un finale. Comincio con i dialoghi e vado avanti.

D. Si ispira a delle iconografie?

P. S. Per il disegno sono spontaneo, non cerco fotografie. Posso avere l’intuizione grazie ad una certa immagine, ma poi cambio tutto. È tutto frutto della mia fantasia, conosco le anatomie, ho fatto l’insegnate per trent’anni, di disegno al vero. Sono cose che conosco bene. È indubbio che qualche immagini mi colpisca. D. Ha un colore che preferisce?

P. S. Uso chine colorate, acrilico per creare degli effetti. Le storie apocalittiche, oscure, cupe ovviamente portano a dei colori blu, seppia, perché rappresentano l’oscurità, l’incubo. C’è anche il rosso, colori caldi, specialmente nell’incarnato di Druuna, proprio in contrapposizione a questo mondo oscuro. Lei esce da questa oscurità con l’incarnato. I colori esaltano questi elementi.

D. Ha mai pensato di lavorare per il cinema?

P. S. Mi si chiede spesso di trasporre le mie storie. Non me ne sono molto interessato. Il cinema mi piace come altro linguaggio, perché con il fumetto ha delle cose in comune, raccontare sequenze. Anche qui si raconta con luci e ombre, effetti di quel genere, mi interessa il senso plastico delle cose trattate, le figure.

D. Qual è il suo libro preferito?

P. S. È difficile dirlo. “1984” di Gerge Orwell probabilmente mi ha colpito molto. Ce ne sono molti altri, di fantascienza, western.

D. Lei è di Venezia, e un certo barocchismo della città emerge nelle sue opere. È d’accordo?

P. S. Sì. Ad esempio nella graphic novel “Les Enfers” scritta con Jean Dufaux e Robert Laffon. Qui c’è proprio Venezia futuribile.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

DC Comics nuova serie a fumetti: Injustice: Gods Among Us - Ground Zero

DC Comics ha annunciato il lancio di una nuova serie di fumetti che ha come personaggio protagonista Harley Quinn, salito all’attenzione del pubblico con il recente film Suicide Squad uscito nelle sale lo scorso agosto ed interpretato da Margot Robbie. Injustice: Gods Among Us - Ground Zero 1 è il titolo del primo episodio della nuova...

 

Recensione La quarta variazione, il primo fumetto di AlbHey Longo per Bao Publishing

“La quarta variazione” è il primo fumetto di AlbHey Longo pubblicato dalla casa editrice Bao Publishing. Questo nuovo fumetto è uscito nei primi giorni di novembre e come tanti altri albi era stato presentato in anteprima a Lucca Comics and Games. È stato pubblicato dalla Bao nella collana “Le città vis...

 

Catwoman: Election Night n.1 una nuova serie pubblicata dalla DC Comics nella città di Gotham

“Catwoman: Election Night” n.1 è una delle novità per questo mese di novembre della DC Comics. il personaggio di Catwoman negli ultimi tempi è stato lasciato un po’ da parte e con questo nuovo numero uno hanno voluto rilanciare il personaggio. Nell’albo troviamo, oltre alla prima storia di questa nuova s...

 

Amnesia Collection, recensione videogame per PS4: la paura del buio

Amnesia Collection è un videogioco horror in prima persona, sviluppato da Frictional Games e distribuito da Sony su PS4. L’arrivo per la console giapponese avviene dopo sei anni dall’uscita su PC del titolo originale, apripista del filone horror in soggettiva, che ha segnato negli ultimi anni il mercato videoludico con decine e d...

 

Assassin's Creed The Ezio Collection, recensione videogame per PS4 e Xbox One

Assassin’s Creed The Ezio Collection è un videogioco sviluppato e pubblicato da Ubisoft, un'edizione che racchiude al suo interno le avventure rinascimentali e italiane di Ezio Auditore, indimenticato personaggio di una serie capace di vendere oltre cento milioni di copie in tutto il mondo. Le esperienze vissute con il protagonista pi&...

 

Recensione Ricomincia da qui, graphic novel scritta da Ste Tirasso pubblicata dalla Bao Publishing

“Ricomincia da qui” è la prima graphic novel pubblicata dall’autore Ste Tirasso. Questo albo è stato edito dalla casa editrice Bao Publishing il 20 ottobre scorso. Questo fumetto si inserisce nella collana della casa editrice “Le città viste dall’alto”. Anche “Ricomincia da qui” c...

 

Missions of Love il nuovo manga della Star Comics scritto da Ema Toyama

Missions of Love è il nuovo manga che verrà pubblicato il prossimo 23 novembre per la casa editrice Star Comics. Questo è il nuovo lavoro della scrittrice di manga giapponese Ema Toyama. Il manga è di genere shojo, cioè gli albi indicati per il genere femminile di età compresa tra i dieci e i diciotto anni....

 

Watch Dogs 2, recensione videogame per PS4 e Xbox One: vita da hacker a San Francisco

Watch Dogs 2 è il videogioco d’azione a mondo aperto sviluppato e pubblicato da Ubisoft, sequel di un primo capitolo che portava nuove idee e meccaniche nell’universo dei free roaming. Impersonare un hacker comportava, infatti, approcci e situazioni di gioco alternative, fatte di sabotaggi ed interessanti diversivi, tra hacking d...

 

Dishonored II, recensione videogame per PS4 e Xbox One: il Corvo e la sua Principessa

Dishonored II è un videogioco action stealth sviluppato da Arkane Studios e pubblicato da Bethesda Softworks, il seguito di una delle produzioni che ha maggiormente influenzato la scorsa generazione di console. Il successo mediatico ottenuto, da recensioni entusiastiche e dall’apprezzamento degli utenti, si è concretizzato nella...

 

DC Comics, New Talent Showcase: da Wonder Woman a Superman, le star del fumetto di domani

“New Talent Showcase #1”, esce il 30 novembre l'albo che raccoglie i lavori realizzati durante il workshop dedicato agli sceneggiatori professionisti, tenuto da Scott Snyder da gennaio al marzo di quest'anno. Ogni storia contenuta nell'iniziativa editoriale di DC Comics, è corredata da una breve introduzione degli stessi autori c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni