X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Fuck you, prof! 2: recensione del film sulla necessità di aiutare gli altri prima di se stessi

15/09/2016 08:00
Fuck you prof 2 recensione del film sulla necessità di aiutare gli altri prima di se stessi

Bora Dagtekin torna ad occuparsi della regia e della sceneggiatura del sequel di Fuck you, prof!, la commedia irriverente e scompigliata che travolge con i suoi personaggi anticonvenzionali e riflette sul bisogno di soccorrere gli altri in difficoltà, qualsiasi essa sia.

Dopo il successo di pubblico del primo Fuck you, prof!, il neoprofessore Zeki Müller, interpretato dall’attore Elyas M'Barek, torna per il sequel del secondo film tedesco di maggiore successo di tutti i tempi, che non poteva non intitolarsi Fuck you, prof! 2, sempre per la regia di Bora Dagtekin.

Fuck you, prof! 2 sposta la sua trama all’estero, quindi i personaggi non saranno più chiusi entro le mura della scuola Goethe, ma in gita scolastica in Thailandia! Il passato di Zeki Müller (Elyas M'Barek) bussa nuovamente alla sua porta: l’ex ladro prova a riavere tra le mani il bottino di diamanti, ma la refurtiva parte inaspettatamente per la Thailandia, custodita in un peluche che involontariamente l’ormai fidanzata e collega Lisi Schnabelstedt (Karoline Herfurth) decide di donare ad un’associazione di beneficenza thailandese. Partendo alla riconquista del bottino perduto, portando gli scalmanati studenti della 10B in viaggio con lui, avendo così la scusa perfetta per portare a termine il suo piano, Zeki si addentrerà in una terra ricca di difficoltà e comprenderà quanto l’altruismo e il desiderio di aiutare gli altri sia ormai diventato parte del suo carattere.

Fuck you, prof! 2, commedia con spunti action che vuole ricalcare i numeri totalizzati al botteghino dal primo film, vede il regista, nonché sceneggiatore Bora Dagtekin cimentarsi in un nuovo ed originale script per porre i personaggi che hanno fatto la fortuna del primo episodio di fronte a diverse difficoltà. Torna la figura dell’anti-insegnante impersonata da Zeki Müller, interpretato da Elyas M'Barek, ancora una volta in bilico tra passato da delinquente e presente/futuro da persona inserita legalmente nella società, ma il film decide di approfondire anche il rapporto dei vecchi personaggi con una cultura diversa e con le sue problematiche, quella thailandese.

Bora Dagtekin, quindi, ha visto il suo sequel di punta essere ambientato in Thailandia, Paese dove si sono effettivamente tenute le riprese, più precisamente immortalando sul grande schermo le province costiere di Krabi e la capitale Bangkok, non potendo tralasciare le drammatiche conseguenze dello tsunami che si abbatté nel 2004, argomento presente nel film. Così come il protagonista subisce una trasformazione intima, che gli permette di cambiare radicalmente il suo punto di vista su ciò che lo circonda, così gli eventi catastrofici dello tsunami hanno mutato radicalmente il popolo thailandese.

E se nel primo caso la trasformazione è positiva, nel secondo gli effetti della calamità naturale pesano sulle spalle dei superstiti, trovando magra consolazione nell’inserimento in un film che vuole porre l’attenzione, seppur in modo piuttosto leggero e spensierato, sulla necessità di osservare la realtà che circonda l’individuo, comprendendo quanto un atteggiamento aperto, generoso e propositivo nei confronti degli altri possa essere di notevole aiuto.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Oscar 2017, il film vincitore è 'Moonlight' prodotto dalla Plan B Entertainment di Brad Pitt

Si sono stanotte gli Oscar 2017, presso il Dolby Theatre di Los Angeles. Il miglior film è “Moonlight” di Barry Jenkins (leggi la recensione) prodotto da Adele Romanski, Dede Gardner e Jeremy Kleiner per la Plan B Entertainment di Brad Pitt. La stessa società aveva vinto il premio per “12 anni schiavo” nel 201...

 

Intervista a S. Leigh Savidge, lo sceneggiatore candidato all'Oscar racconta il film 'Straight Outta Compton'

La notte degli Oscar svoltasi ieri ha tra le sezioni anche quella riservata ai film con sceneggiatura originale (Best Writing, Original Screenplay), inaugurata nel 1940. Prima di allora esisteva il premio Oscar al miglior soggetto, poi confluito in questo. Mauxa ha intervistato S. Leigh Savidge, che nel 2016 è stato candidato a questo premi...

 

Oscar 2017, immagini delle ultime prove con i candidati

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidati agli Oscar 2017 durante le ultime prove della cerimonia, che si stanno svolgendo in queste ore. L’attore Dwayne Johnson è tra i presentatori, insieme a Michael J. Fox, Seth Rogan e al regista della cerimonia Glenn Weis. In altre immagini c’è Samuel Jackson, Mark Rylance, Sc...

 

Oscar 2017: l'Academy esclude dalla nomination un candidato al Miglior Missaggio sonoro

Su indicazione della commissione per la categoria inerente il “Miglior Missaggio sonoro” (Sounf Mixing), l’Academy e il consiglio di amministrazione hanno votato giovedì scorso affinché venisse annullata la nomination per Greg P. Russell, che ha lavorato al film “13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi”...

 

Oscar 2017, immagini dei candidati alla categoria miglior documentario

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidati alla sezione miglior documentario, che posano in attesa della cerimonia degli Oscar 2017. La cerimonia si tiene stasera 26 febbraio 2017, condotta da Jimmy Kimmel. Tra gli italiani vediamo il regista Gianfranco Rosi e la produttrice Donatella Palermo, per il film “Fuocoammare”; Ezra Edel...

 

Oscar 2017, immagini delle prove del cantante John Legend

Nelle immagini che mostriamo c’è il cantante John Legend, mentre presso il Dolby Theatre di Los Angeles effettua le prove in attesa dell’esibizione alla cerimonia degli Oscar 2017, che si tiene il 26 febbraio. Il cantante si esibirà con "City of Stars" e "Audition (The Fools Who Dream)”, dal film “La La Land&r...

 

Oscar 2017, immagini degli ultimi preparativi del red carpet

Nelle immagini che mostriamo ci sono le ultime fasi preparatorie della cerimonia degli Oscar 2017. Le statue degli Oscar sono inserite all’interno del Dolby Theatre, mentre all’esterno si prepara il red carpet. La cerimonia si tiene il 26 febbraio 2017. Il conduttore è Jimmy Kimmel, mentre è stato confermato che tra i pr...

 

Oscar 2017, immagini della cerimonia con i candidati al migliore film straniero

Nelle immagini che mostriamo ci sono i candidato agli Oscar 2017 nella categoria come migliore film straniero. C’è il regista di “Land of Mine - Sotto la sabbia” (“Under sandet”) Martin Zandvliet, per la Danimarca; per la Svezia c’è Hannes Holm che concorre con “En man som heter Ove” (&...

 

Premio César du cinéma: vince 'Elle', ma la rivelazione è il film 'Divines'

I premi César francesi si sono svolti ieri a Parigi presso il Théâtre du Châtelet: sono assegnati dall’Académie des arts et techniques du cinéma. A vincere è stato il film “Elle” di Paul Verhoeven, interpretato da Isabelle Huppert. La trama segue Michèle, una donna a capo di u...

 

Cruella, Emma Stone protagonista del live action su Crudelia De Mon

È di gennaio 2016 la notizia che Emma Stone fosse interessata a interpretare Crudelia De Mon in nell’ennesima trasposizione live action che la Disney stava progettando per uno dei suoi personaggi animati più famosi e amati. Lo scorso dicembre, la testata “Deadline” ha rivelato che Alex Timbers, acclamato regista di B...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni