X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Venezia 73: recensione di Inseparables, l'aiuto reciproco con comicità argentina

10/09/2016 12:15
Venezia 73 recensione di Inseparables l'aiuto reciproco con comicità argentina

Al Festival di Venezia è stato presentato "Inseparables", film remake di "Quasi amici" girato in Argentina.

Inseparables è il film fuori concorso presentato al Festival del cinema di Venezia. Diretto da Marcos Carnevale e interpretato da Oscar Martinez e Rodrigo De La Serna è un remake di "Quasi amici", film del 2011 di Olivier Nakache.

La trama è la medesima, incentrata su un tetraplegico molto ricco - Felipe - che assume un badante per accudirlo giorno e notte, Tito. Nella dimora ci sono anche segretarie, la figlia dell'uomo e Tito all'inizio vien accolto con sospetto, avendo anche commesso dei furti in passato. Ma Felipe si fida di lui, tra i due nasce anche un'amica sincera scevra da differenza sociali.

Una rara ironia argentina quella di "Inseparables", mai portata sugli schermi europei. "A me viene voglia di pulirlo", dice il badante Tito mentre osserva con l'assistito Felipe un quadro astratto. Per vedere se la gamba di Felipe sia paralizzata, vi getta del the bollente. "Nelle tue condizioni io mi sarei sparato", afferma e poi si scusa. "Potresti girati da un dirupo sulla costa".

Tito lo porta al teatro dell'Opera e Felipe si addormenta, poi stende le gambe sopra la balaustra è tratta in malomodo il vicino anziano che è lì con una giovane. Alla collega dice: "se prende degli antidiarreici, quelli le faranno male", riferendosi ai cioccolatini.

Una notte Felipe ha un dolore fantasma, Tito si alza, lo porta fuori a fare una passeggiata. Poi gli fa fumare una canna, gesti che nessuno aveva mai fatto con lui. Fino a farlo incontrare con la donna misteriosa con cui tesse una relazione epistolare.

Quando Felipe dice a Tito di andarsene, il motivo non è nella sua incapacità di fare il badante, bensì perché "è giunto il limite", afferma Felipe: "non puoi passare la vita a curare un tetraplegico". La giusta realtà incombe sui sentimenti, un badante è pur sempre retribuito e i sentimenti sono condizionati dallo stipendio.

Il regista Marcos Carnevale sa mescolare con abilità sia una narrazione comica che realistica. Rispetto al film del 2011 qui si ha maggiore ilarità, connaturata con l'indole latina dei personaggi. Alla fine traspare come da un rapporto lavorativo possa nascere un'amicizia, e come l'aiuto reciproco sia uno dei momenti più inattesi della vita.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Festival di Cannes, una foto storica con i protagonisti dei decenni

Al Festival di Cannes si è tenuto un photo call particolare, per celebrare i settanta anni dell’evento. Tra i vincitori c’erano Laurent Cantet  (Palma d’Oro nel 2008),  Jerry Schatzberg (Palma d’Oro Nel 1973),  Claude Lelouch  (vincitore del 1966),  Michael Haneke  (Palma d'Oro 2009-2012...

 

Film più visti della settimana, 'Alien: Covenant' e 'Everything, Everything' sono ai primi posti

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 19 al 21 maggio 2017 vede al primo posto la novità “Alien: Covenant” (36.160.621 dollari, leggi la recensione del comic): l'equipaggio di un’astronave scopre un paradiso inesplorato, dove però emerge anche una minaccia da cui fuggire. Al secondo posto sce...

 

Innamorato pazzo, il film commedia con Myrna Loy e William Powell sugli opposti conciliati

Innamorato pazzo (“Love Crazy”, 1941) è il film di Jack Conway con William Powell, Myrna Loy e Gail Patrick. usciva nelle sale statunitensi il 23 maggio del 1941. L’architetto eccentrico Steve Ireland (William Powell) e la moglie Susan (Myrna Loy) al quarto anniversario di matrimonio vorrebbero rivivere la prima notte...

 

Quando non erano famosi: i mestieri delle star agli esordi

Oggi li vediamo sulle riviste patinate, ma i protagonisti delle cronache mondane hanno dovuto percorrere una strada tutta in salita per raggiungere il successo. Dietro i volti distesi e imperturbabili di uomini e donne mature, molto spesso si nascondono ragazzi e ragazze che prima di raggiungere la fama hanno svolto i mestieri più duri e str...

 

Codice Unlocked, 'è tutta una questione di suspense': intervista all'attrice Jessica Boone

Codice Unlocked (Unlocked) è il film nelle sale diretto da Michael Apted. Nel cast ci sono Orlando Bloom, Noomi Rapace, Jessica Boone, John Malkovich e Michael Douglas. La trama s’incentra su Alice Racine (Noomi Rapace), agente della CIA esperta in interrogatori: reperisce informazioni su un imminente attacco a Londra e le riporta ad ...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Jasmine Trinca e Stefano Accorsi per il film drammatico 'Fortunata'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Fortunata”, presentato al Festival di Cannes. La protagonista è Jasmine Trinca, che nelle foto è assieme al regista del film Sergio Castellitto, l’attore Stefano Accorsi e la sceneggiatrice Margaret Mazzantini. La trama è quella di Fortunata (Jasm...

 

King Arthur - Il potere della spada, i libri che hanno ispirato il film di Guy Ritchie

King Arthur - Il potere della spada (“King Arthur: Legend of the Sword") è il film nelle sale diretto da Guy Ritchie con Charlie Hunnam, Àstrid Bergès-Frisbey e Jude Law. La pellicola è liberamente ispirata a “La morte di Artù”, opera scritta da sir Thomas Malory nel XV secolo. Qui compaiono Cam...

 

Unicorn Store, il debutto alla regia della stella nascente Brie Larson

“Unicorn Store”, è questo il titolo del film con cui la giovane e talentuosa Brie Larson ha deciso di fare il suo debutto dietro la cinepresa. Scritto da Samantha McIntyre, racconterà le vicende di una giovane donna che torna a vivere con i suoi genitori. Una volta rientrata nella sua città natale, scopre un negozio...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Michelle Williams e Julianne Moore per il film drammatico 'Wonderstruck'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Wonderstruck”, presentato al Festival di Cannes. L’evento si è tenuto presso il Nikki Beach: hanno partecipato Julianne Moore, Michelle Williams, il regista Todd Haynes, Millicent Simmonds, Jaden Michael e la produttrice Christine Vachon. Il film racconta di du...

 

Gli effetti visivi - VFX, dal film 'Gold' alla serie 'American Gods': l'intervista

Gold - La grande truffa - attualmente nelle sale - è uno dei film che si è avvalso di effetti visivi (VFX), che a contrario degli effetti speciali si applicano in fase di post-produzione. Ma devono essere pianificati e modellati in scenografie durante la pre-produzione e la produzione, affinché la resa sia verosimile. Abbiamo ...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni