X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Festival di Venezia 2016, 'L'estate addosso': un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi e consapevolezze

04/09/2016 09:45
Festival di Venezia 2016 'L'estate addosso' un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi consapevolezze

Il film "L'estate addosso" è stato presentato alla 73. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nell'ambito di Cinema nel Giardino.

Abbiamo guardato il nuovo film diretto da Gabriele Muccino e intitolato "L'estate addosso", presentato alla 73. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nell'ambito di Cinema nel Giardino.

Il regista torna ad esplorare le sfumature del passaggio dall'adolescenza alla maturità, attraverso un racconto dove lo scontro tra sogni e realtà è sommerso da un coinvolgente desiderio di avventurà e libertà.

La trama prende avvio con la descrizione di Marco, giovane neodiplomato alle prese con i suoi personali conflitti interiori. Utilizzando i soldi riscossi dall'assicurazione a seguito di un incidente in scooter, il ragazzo decide di raggiungere un amico negli Stati Uniti d'America. Nel racconto si inserisce improvvisamene anche Maria, una sua compagna di scuola dal carattere chiuso e tradizionalista, che lo seguirà in un viaggio dagli esiti inaspettati. 

I due ragazzi vengono ospitati da Matt e Paul, una coppia omosessuale con cui instaurano un forte e intenso legame, consolidato dalle tappe di un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi e consapevolezze. Nel film è accarezzato il tema della sessualità mediante un approccio intimo e preciso, che coinvolge lo spettatore in scene dalla ampia portata emozionale.

Il soffermarsi sui suggestivi scenari statunitensi incrementa il senso di evasione dalla schematica quotidinità cittadina, tuttavia in alcune parti della trama è rinvenibile un difetto di credibilità, particolarmente evidente nel repentino mutamento comportamentale del personaggio di Maria.

Gl intepreti principali del film sono Brando Pacitto, Matilda Anna Ingrid Lutz, Taylor Frey, Joseph Haro. 

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Luigi Spezzi
Home
 
Personaggi correlati
Gabriele Muccino



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Gabriele Muccino: l'Oscar Russell Crowe al cinema nel 2015 nel suo nuovo film Fathers and daugthers

Gabriele Muccino. Gabriele Muccino, figlio del dirigente RAI Luigi e dell'affermata pittrice Antonella Cappuccio, nonché fratello di quel Silvio con cui è famoso per non andare molto d'accordo, sta preparando il suo prossimo film mediante un cast attoriale fatto di star. Dopo “Quello che so sull'amore” del 2012, il regista...

 

Muccino vs Muccino: Silvio accusa Gabriele, il pomo della discordia non è solo Carla Vangelista

Muccino vs Muccino. È scontro aperto fra Silvio e Gabriele, due fratelli che, invece di aiutarsi e mostrarsi affiatati, non fanno che litigare ferocemente. Il maggiore, celebre regista di pellicole come “L'ultimo bacio” (2001), “La ricerca della felicità” (2006) e “Quello che so sull'amore” (2012), ...

 

Il clan dei camorristi: Stefano Accorsi il giudice Esposito

Seconda attesa puntata questa sera su Canale 5 de Il clan dei camorristi, serie tv ambientata a Castello di Aversa negli anni '80, città campana oltraggiata dalla mafia e dalla corruzione. A tenere le redini del potente e spietato impero malavitoso è O'Malese, interpretato da Giuseppe Zeno, succeduto Antonio Vescia, considerato dal cl...

 

Recensione film Quello che so sull'amore, Gabriele Muccino e le nevrosi sentimentali

Quello che so sull'amore è il film con il quale Gabriele Muccino propone il confronto, a tratti ilare, tra le nevrosi ed infelicità della vita coniugale contro il desiderio di maturazione per riconquistare gli affetti perduti. George Dryer (Gerard Butler) è un ex campione di calcio che torna a casa per riconquistare la fiducia...

 

Quello che so sull'amore (Playing for keeps) - I film che parlano del recupero del tempo perduto con la famiglia.

Il regista italiano Gabriele Muccino, dopo il successo di La ricerca della felicità  (2006) e Sette anime (2008) sceglie ancora gli Stati Uniti come ambientazione per le sue storie e torna al cinema con la commedia romantica intitolata Quello che so sull'amore (Playing for keeps) che uscirà nelle sale italiane il 10 gennaio distr...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni