X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

NBA 2K17, recensione videogame per PS4 e Xbox One: un Danilo Gallinari da copertina

20/09/2016 14:00
NBA 2K17 recensione videogame per PS4 Xbox One un Danilo Gallinari da copertina

NBA 2K17 è il perfezionamento del miglior titolo di basket disponibile sul mercato, una precisa riproduzione di atleti e arene di gioco. Un gameplay simulato e profondo si unisce ad una componente visiva eccellente, con volti e giocatori perfettamente realizzati

NBA 2K17 è il videogioco annuale di basket prodotto e pubblicato da 2K Sports, una vera e propria garanzia nel mondo degli sportivi, dove ogni capitolo rappresenta un miglioramento, in termini di grafica e gameplay, rispetto al passato e alla concorrenza. L’egemonia nel mercato cestistico si concretizza anche quest’anno grazie a perfezionamenti nelle meccanica di gioco, in una storia rivisitata e in un comparto tecnico che avvicina ancor di più le controparti digitali a quelle reali.

NBA 2K17 The Prelude è la versione gratuita che anticipa e permette di provare le novità del titolo, un piccolo prologo che ci introduce nella modalità storia del titolo. Disponibile gratuitamente per PS4 e Xbox One, la demo permette di provare le basi del basket 2K, attraverso l’allenamento che funge da tutorial e le prime cinque tappe nel college, dove scegliere sino a dieci differenti squadre con cui iniziare l’avventura. L’intera esperienza permette inoltre di sbloccare obiettivi e trofei, sino alla prova finale con il Team USA, che conclude la dimostrazione gratuita. Oltre alla componente narrativa, la creazione del personaggio si lega al miglioramento delle abilità, insieme ad animazioni e movenze personalizzate.

La carriera di NBA 2K17 parte dalle basi poste da Il Preludio, creando situazioni umane e sportive basate sulle nostre scelte e, sopratutto, sulle prestazioni in campo. In ogni gara vi è una valutazione finale, che ci permette di accumulare monete da spendere nel miglioramento delle statistiche, oltre ad avere un posizionamento differente nel successivo draft e nel nostro valore complessivo. L’impianto narrativo messo in piedi dagli sviluppatori Visual Concepts parte così dalla prima divisione dei college, passando per la selezione al Draft ed arrivando sino alla partecipazione con il team nazionale di appartenenza.

Il gameplay di NBA 2K17 si muove lungo vette di eccellenza in termini di simulazione, con una produzione profonda e capace di ricreare alla perfezione il mondo della pallacanestro. Padroneggiare tattiche e azioni avanzate rappresenta una continua sfida, spesso dedicata ai veri appassionanti, mentre l’utenza meno esperta può ricorrere a leggère semplificazioni e slide aggiustate, che modificano l’esperienza verso una maggiore accessibilità. Il tutorial, presente nel Preludio, avvicina il giocatore verso le caratteristiche base del titolo, spiegando nel dettaglio situazioni e mosse di gioco, utile per chi si avvicina per la prima volta alla simulazione 2K. La digitalizzazione dei maggiori fuoriclasse è stata ulteriormente arricchita, e l’intelligenza artificiale di compagni e avversari beneficia della già ottima base dello scorso anno, un perfezionamento della capacità adattiva alle nostre mosse.

La grafica di NBA 2K17 si mantiene ai vertici nella categoria degli sportivi, con una resa generale avvicinabile alle partite trasmesse su Sky Sport, per ritmo e verosomiglianza con la controparte reale. La modellazione degli atleti, con scansioni precise e realistiche dei volti, mette sul parquet giocatori credibili in ogni situazione, sia nelle riprese ravvicinate che durante la gara, con animazioni legate in maniera fluida e quasi sempre impeccabili. Nel nuovo capitolo grande attenzione è stata riposta nella realizzazione delle arene, disegnate con estrema cura e fedeltà, grazie a riprese effettuate in ogni stadio, per replicare nel modo più accurato possibile l’atmosfera e la presenza scenica durante i match.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Gran Turismo Sport, recensione videogame per PS4

Gran Turismo Sport è il videogioco automobilistico sviluppato da Polyphony Digital e in esclusiva per PS4, il primo della serie ad approdare sull’ammiraglia di Sony. GT Sport esce dopo ben quattro anni dall'ultimo capitolo, troppo simile al precedente e che segnò vendite molto più basse rispetto ai grandi numeri del passa...

 

Killer Instinct, il nuovo fumetto tratto dal videogioco di Nintendo

Dynamite Entertainment trasforma il videogioco picchiaduro della Nintendo in un fumetto. Killer Instinct ha debuttato lo scorso mese, mentre si attende l'uscita del terzo numero per metà novembre.La serie è affidata all'acclamato autore di bestseller del New York Times Ian Edington e all'artista Cam Adams. Lo scenario del videogame p...

 

The Evil Within 2, recensione videogame per PS4 e Xbox One

The Evil Within 2 è il videogioco horror di Bethesda Softworks, il seguito di un apprezzato primo capitolo che ha saputo ridare nuova linfa agli action a sfondo horror, con una Campagna convincente e un ritmo azzeccato. Il lavoro del team di sviluppo Tango Gameworks, guidato da Shinji Mikami, lo storico creatore della saga di Resident Evil, ...

 

Avengers: Infinity War, i Vendicatori aggiornano il look

Con le prime foto dal set di Avengers: Infinity War, i fan scoprono diversi cambiamenti relativi ai costumi dei protagonisti. L'ex Captain America (Chris Evans), ora Steve Rogers, abbandonerà la tuta a stelle a strisce in favore di un umore dark, mentre Thor (Chris Hemsworth) e Vedova Nera (Scarlett Johansson)si equipaggiano di un look decis...

 

Dynamite Entertainment, Atari Force: esce il volume ispirato ai videogiochi degli Anni Ottanta

Dynamite Entertainment pubblica le miniserie comics ispirate ai videogiochi della console domestica Atari 2600 raccolte in unico volume. I due fumetti uscirono nella metà degli Anni Ottanta per DC Comics ed erano ispirati al mondo di Atari, Inc. la società, fondata nei primi Anni Settanta, capace di lanciare il mercato dei videogames....

 

Forza Motorsport 7, recensione videogame per Xbox One e PC

Forza Motorsport 7 è il videogioco sviluppato da Turn 10 in esclusiva per piattaforme Microsoft, con l’attuale versione per Xbox One e PC e il futuro aggiornamento per Xbox One X il prossimo 7 novembre. La serie automobilistica americana si è ritagliata con il passare degli anni uno spazio importante all’interno delle simu...

 

Green River Killer A True Detective Story il fumetto della Dark Horse Comics

“Green River Killer A True Detective Story” è il fumetto della casa editrice Dark Horse Comics pubblicato in paperback nel 2015 in America. Dopo molto tempo dalla sua uscita, questo intrigante fumetto diventerà un film e le redini del progetto sono state assegnate a Michael Sheen. Il team creativo del fumetto invece &egrav...

 

Recensione Dov'è la casa dell'aquila? La nuova graphic novel di Orecchio Acerbo

Dov'è la casa dell'aquila? è la nuova graphic novel per bambini della casa editrice Orecchio Acerbo. Lo scorso 12 ottobre questo albo è uscito in tutte le fumetterie italiane. L'albo illustrato è composto da 28 pagine ed è adatto a tutti i bambini dai 4 anni in su. L'intera graphic novel è stata realizzata ...

 

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra, recensione videogame per PS4 e Xbox One

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra è il videogioco sviluppato da Warner Bros Interactive Entertainment, l’incarnazione videoludica che utilizza luoghi ed immaginario de Il Signore degli Anelli di J.R.R Tolkien, con una struttura narrativa personale e incentrata sul personaggio dalla doppia anima di Talion e Celebrimbor. L’Om...

 

Justice League, Wonder Woman leader indiscussa

Il nuovo trailer “Heroes” di Justice League rivela scene spettacolari promettendo siparietti comici. Nella sequenza iniziale compare anche Henry Cavill nei panni di Superman, ma è una scena immaginata da Lois Lane (Amy Adams), l'adorata collega ora in lutto. Tra i fan, oltreoceano, c'è chi comincia a dubitare dell'effetti...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin