X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

The Fly - La mosca: il film horror che raccontò l'inguardabile di David Cronenberg

24/08/2016 11:36
The Fly - La mosca il film horror che raccontò l'inguardabile di David Cronenberg

"The Fly" ("La mosca") fu uno dei maggiori incassi nell'estate del 1986. Diretto da David Cronenberg è ispirato ad un fatto reale.

The Fly (“La mosca”) è il film di David Cronenberg che scosse il pubblico e la critica nell’estate del 1986, incassando in pochi giorni 40.456.565 di dollari.

Distribuito dalla 20Th Century Fox il 15 agosto, è interpretato da Jeff Goldblum, Geena Davis e John Getz. La trama è semplice per quanto conturbante: ad una festa della Bartok Science Industries, Seth Brundle persuade la giornalista Veronica Quaife di tornare a casa con lui affermando di avere effettuato una scoperta che cambierà il mondo. All’interno del magazzino le mostra l’invenzione, dei “telepods" che permettono la smaterializzazione: lei si sfila una calza, la quale è inserita in un telepod e riappare nell’altro. Veronica registra la conversazione e se ne va.

Seth invita poi Veronica in un caffè convincendola a non pubblicare la storia, per timore di perdere i finanziamenti. Il tentativo di teletrasportare un babbuino è fallimentare, perché l’animale riappare rovesciato: solo quale giorno dopo si riesce a materializzare l’identico animale. La donna temporeggia con il suo editore - ed ex amante - per non pubblicare la storia. Ormai lei ha una relazione con Seth, il quale geloso ed ubriaco decide di teletrasportarsi. La materializzazione è un successo, ma una mosca era sigillata all'interno del telepod insieme a lui. Seth ha una straordinaria forza acrobatica, fa l'amore con Veronica, ma lei taglia un campione di peli insoliti che crescono da una ferita sulla schiena. Seth assume un comportamento eccentrico, cerca di convincere un’altra donna ad entrare nel telepod ma Veronica spaventa la ragazza che fugge. Veronica riferisce che dall’analisi dei capelli di Seth sono identificati come peli di insetto. L’uomo scopre la presenza della mosca nel telepod, con la conseguente mutazione molecolare e genetica.

Quattro settimane dopo Veronica riceve una chiamata da Seth: lo va a trovare, lui cammina con zampe da mosca, è coperto di bolle. Ora sta morendo di cancro, vomita, l'orecchio cade, Veronica lo abbraccia. In seguito scopre di essere incinta di lui: Seth dopo vari tentativi di sopravvivenza si uccide.

Tanta semplicità di storia - tratta a sua volta dal film “The Fly” del 1958 e ispirata al racconto di George Langelaan pubblicato sul Playboy magazine - si trova anche nei poster ipotizzati per il film. Il primo mostra un grande pod di metallo con una porta aperta, con un braccio umano e un piedino di insetto emergente dalla porta. Il secondo - con colori bianco, arancio e viola - raffigura solo una mano con una mosca sul pollice. È certamente questo il più diretto e allusivo, anche nella versione a colori nero, arancione e viola. Tutti questo poster hanno il pitch “DAVID CRONENBERG/ THE FLY/ BE AFRAID. BE VERY AFRAID”.

In un altro si raffigura un esempio di una mosca. Infine quello usato in Polonia mostra un insetto raffigurato con grandi pixel come nei games degli anni ’80, mentre vomita.

A produrre il film è appunto al 20Th Century Fox, che come linea editoriale ha sempre optato per film di fantascienza come “Il pianeta delle scimmie” (1968), ”Star Wars” (1977), ”Alien” (1979), ”Predator“ (1987) e “X-Men” (2000), fino ad “Independence Day” (1996) e ”Avatar” (2009). Anche il film “The Fly” del 1958 fu un successo, guadagnando oltre 3 milioni di dollari.

Il film del 1986 di Cronenberg doveva essere diretto da Robert Bierman, che però a causa di una tragedia familiare rifiutò. La sceneggiatura era di Charles Edward Pogue, Cronenberg decise di far rimanere frasi del film originale, come "Per favore mi aiuti”, usato in campagne pubblicitarie. Il copione fu venduto alla casa di produzione del regista Mel Brooks, Brooksfilms che aveva finanziato film “The Elephant Man” (1980): l'agente di Cronenberg chiese 800.000 di dollari per dirigere il film, cui aggiungere 150.000 per riscrivere il copione. Brooks offrì 1 milione di dollari.

Il personaggio di Jeff Goldblum doveva essere interpretato da John Malkovich, poi Richard Dreyfuss. Agli effetti speciali lavorò Chris Walas con uno staff di trenta assistenti, creando un calco del corpo di Goldblum usato per rappresentare la metamorfosi di Seth. Cronenberg dichiarò di volere ritrarre "una fusione di due creature per creare qualcosa di nuovo", piuttosto che un insetto già noto al pubblico. La varietà di mosca usata nel film è Calliphora Vomitra, scelta perché è molte volte più grande di una "mosca", rendendo più facile raffigurarla su pellicola.

Cronenberg affermò che ha inteso condurre il pubblico a "guardare l’inguardabile”, basando le scene finali della decomposizione di Seth sulla morte di suo padre, che aveva sofferto di malattie ossee. Il genere horror è stato quindi usato non per fuggire dalla realtà, ma per raccontarla nella sua deformazione. Tanta semplicità procurò orrore durante le proiezione test: in una scena - eliminata - Seth morde la gamba di una mosca che sporge dalla sua pelle, e durante la proiezione una donna si sentì male. In una seconda scena si mostra una creatura a due teste, parte babbuino e parte gatto.

E tanta linearità della storia non poteva che nascere da un fatto reale.Lo scrittore britannico George Langelaan dal cui racconto è tratto il film era un agente dei servizi segreti durante la Seconda Guerra Mondiale. Accettò di sottoporsi a un intervento di chirurgia plastica che lo rendesse irriconoscibili anche ai suoi connazionali.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
David Cronenberg
Film correlati
La mosca



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Vincent Price, festeggiamo Halloween ricordando il re dell'horror classico

Vincent Price. La storia del cinema è fatta di volti e voci indimenticabili, e se c’è un attore che spicca tra questi, quello è Vincent Price. Forse le nuove generazioni non associano immediatamente il nome a quella figura vagamente sinistra di uomo alto (1,93 m), sempre elegantissimo, dallo sguardo luciferino e dal sorri...

 

Orphan Black: in Italia la prima stagione della serie tv scifi sulla clonazione

Orphan Black Mentre negli Stati Uniti manca meno di un mese all'ultima puntata della seconda stagione, in Italia la prima stagione inedita di "Orphan Black", serie tv di fantascienza canadese-statunitense che ha raccolto molti riconoscimenti, di critica e pubblico, è in uscita il 3 giugno 2014 sul canale digitale Mediaset Premium Action...

 

Gang Related: nuova serie tv poliziesca dagli ambigui risvolti morali

Gang Related Oggi, 22 maggio 2014, è il giorno della première di “Gang Related”, la nuova serie tv poliziesca in onda su Fox, creata da Chris Morgan, già sceneggiatore di “Fast & Furious”, dal quinto capitolo al settimo (attualmente in lavorazione) e “47 Ronin” (2013) Trama Il telefilm &...

 

David Cronenberg: il regista racconta la seduzione in limousine nel nuovo film Maps to the Stars

David Cronenberg ha presentato al Festiva del Cinema di Cannes il film in concorso “Maps to the Stars”. Il cast è composto da Julianne Moore, Sarah Gadon, Mia Wasikowska, John Cusack e Robert Pattinson. La trama. La vicenda è ambientata ad Hollywood, dove le star si scontrano: Benjie ha tredici anni ed è già...

 

Mortensen e Pattinson protagonisti in Maps to the Stars: dirige Cronenberg

David Cronenberg comincerà presto le riprese del suo nuovo film Maps to the Stars, con protagonisti Robert Pattinson e Viggo Mortensen. Nonostante la critica affatto disposta nei confronti dell'attore inglese, il regista canadese rinnova, dunque, la sua fiducia al giovane Pattinson, già protagonista di Cosmopolis (2012), tratto dall'o...

 

Cosmopolis - Cronenberg porta Don DeLillo sul grande schermo

Molti ritenevano difficile se non impossibile una trasposizione sul grande schermo di un'opera del pluripremiato scrittore statunitense Don DeLillo per il carattere postmoderno della sua narrativa che risulta ostica con i molteplici giochi a incastro che la contraddistinguono. Giunto invece all'età di 76 anni questo autore ha potuto finalmen...

 

Robert Pattinson tra furbi teaser e il lavoro con Cronenberg

Come sempre sulla cresta dell'onda, Robert Pattinson continua a comparire negli eventi più discussi del mondo del cinema. In questi giorni lo vediamo infatti nei 15 secondi del teaser del trailer di The Twilight Saga: Breaking Dawn - Parte 2 (che sarà nei cinema il 16 novembre), l'ultimo e attesissimo capitolo della saga romantico - v...

 

Intervista a David Cronenberg

All'interno della Festa del cinema di Roma, Mauxa ha incontrato il regista David Cronenberg. L'autore canadese ci ha descritto il suo concetto di trasformazione e ha dato indiscrezioni sul romanzo che sta scrivendo.  The Fly - La mosca (Usa, 1986) è diventato anche uno spettacolo teatrale musicale da lei diretto. Ci saranno altre tra...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni