X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Le sorelle perfette: recensione del film commedia demenziale sul non voler divenire adulti

03/08/2016 08:00
Le sorelle perfette recensione del film commedia demenziale sul non voler divenire adulti

Tina Fey e Amy Poehler fianco a fianco per Jason Moore in un film trash che si collega al tema dell'amicizia intima tra sorelle oltre che al desiderio morboso di non distaccarsi dal periodo festaiolo adolescenziale.

Jason Moore propone una commedia ruotante intorno ai personaggi opposti interpretati da Tina Fey e Amy Poehler.

Le sorelle perfette costruisce la sua trama basandosi sull’intima relazione tra due sorelle molto affiatate, Maura e Katie Ellis, rispettivamente interpretate da Amy Poehler e Tina Fey. Quando Maura scopre che i suoi genitori hanno intenzione di vendere la casa dove lei e Katie sono cresciute, cerca il momento giusto per avvertire la sorella, ma non lo trova. Quando Katie viene a sapere della vendita, prima va su tutte le furie, poi però decide di riappropriarsi di una parte della sua gioventù e convince la sorella più timida e impacciata a dare una festa per ritornare ad essere le giovani ragazze spensierate che erano un tempo. Tra mille difficoltà di natura più o meno caotica, il loro stretto rapporto verrà messo alla prova e dovranno mettere in gioco tutto il senso di responsabilità andato quasi perduto per trovare soluzioni appropriate.

Jason Moore dirige una commedia che, avente come protagonista Tina Fey nei panni della sorella maggiore combina-guai, non poteva che assumere contorni viranti prepotentemente verso il trash più consolidato. Avendo come sfondo il tema dell’amicizia di sangue che lega due sorelle e che si estende anche al rapporto madre-figlia e zia-figlia, il film si appropria di un tono che cade preda troppo facilmente di battute allusive e ridondanti, rendendo banali spunti ilari sottoposti all’attenzione dello spettatore.

Accanto a Tina Fey, recentemente apparsa sul grande schermo in Whiskey TangoFoxtrot (2016) per la regia di Glenn Ficarra e John Requa, la co-protagonista ne Le sorelle perfette è interpretata da Amy Poehler, anch’ella nome non nuovo al panorama comico-demenziale, per un duo frenetico ed irriverente che tenta di rendere omaggio a quell’età limbo in cui non si è più adolescenti festaioli, ma neanche adulti maturi abbastanza da aver superato il periodo degli sfrenati party senza misura, ma si perde in incidenti che potrebbero sembrare divertenti, ma il cui affastellamento risulta ripetitivo e noioso.

Le sorelle perfette, dunque, si mostra come film che cerca di proporsi come commedia ironica sul trascorrere degli anni e sui rapporti familiari, usufruendo anche dell’appoggio del cameo di John Cena, celebre volto del wrestling internazionale, e del personaggio secondario interpretato da Maya Rudolph, la “sposa” in Le amiche della sposa di Paul Feig, ma si limita a giocare su un agglomerato di battute stancanti in scene costruite in modo prevedibile, senza trovare soluzione alternative e scadendo, quindi, in un trash senza appigli per risollevarsi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Amy Poehler, Tina Fey



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Muppets Most Wanted, il nuovo film della Disney tratto dai pupazzi animati

Muppets Most Wanted è il film diretto da James Bobin e in uscita nelle sale statunitensi il 21 marzo 2014. Prodotto dalla Walt Disney Pictures, vede un cast composto da Ricky Gervais, Ty Burrell, Tina Fey, Tom Hiddleston con cammei di Stanley Tucci, Lady Gaga, Salma Hayek e Christoph Waltz. Nel 1955 Jim Henson comincia a mettere in produzio...

 

Admission, il film con Tina Fey e Paul Rudd esce oggi negli Usa. La recensione

Admission è il film di Paul Weitz che esce oggi nelle sale statunitensi. La vicenda è quella di John Pressman (Paul Rudd) che crede che l’allievo Geremia (Nat Wolff), molto intelligente sia il figlio di Portia Nathan (Tina Fey) responsabile dell’ufficio ammissioni della Straitlaced Princeton University.  Il film &egr...

 

Girls, le ventenni di New York trionfano alla notte dei Golden Globes

Domenica 13 gennai sono stati premiate a Los Angeles le migliori serie tv con gli ambiti Golden Globes, premio desiderato dai produttori, attori e registi. La cerimonia ha consacrato re e regine della tv statunitense, premiando con tre statuette Homeland e le ragazze di Girls, serie tv statunitense della HBO che ha debuttato in patria nel weekend c...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni