X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Star Trek Beyond: la sceneggiatura che rinnova la trama con la distruzione della nave Enterprise

25/07/2016 11:53
Star Trek Beyond la sceneggiatura che rinnova la trama con la distruzione della nave Enterprise

Star Trek: Beyond è il film nelle sale. La supervisione del progetto anche da parte dei produttori ha permesso di rinnovare una trama che arriva dall'anno 1966.

Star Trek: Beyond è il film attualmente nelle sale, distribuito dalla Universal Pictures. Il suo incasso al box office statunitense ha raggiunto 59,6 milioni di dollari in un week end, 89 in totale.

Gran parte di questo risultato si deve alla capacità della sceneggiatura di rinnovare i media-franchise, partendo da una rivisitazione delle tematiche classiche. Se i personaggi di “Star Trek” sono nati l’8 settembre 1966 sul canale televisivo NBC ideati da Eugene Wesley Roddenberry, ora vediamo l’equipaggio dell’Enterprise esplorare lo spazio sconosciuto, dove incontrano un nuovo nemico misterioso che minaccia ciò che la Federazione ha costruito. Trama che in generale alletta poco, ma nel dettaglio attrae l'attenzione non solo dei fan.

Dietro operazioni simili avanza la figura di J.J. Abrams, regista e produttore anche di “Star Wars: il risveglio della forza" con la sua Bad Robot Production. Gli sceneggiatori sono stavolta Doug Jung e l’attore Simon Pegg. Jung ha lavorato a serie televisive come “Dark Blue”, la malefica “Banshee – la città del male”.

Pegg invece è stato scelto da Bryan Burk, produttore di “Mission Impossible: Rogue Nation" e “Into Darkness”. Il rapporto lavorativo tra i due sceneggiatori si è consolidato nella fase di stesura del trattamento: Pegg è un conoscitore della saga di Star Trek, tanto che in alcuni momenti della scrittura dei dialoghi ipotizzava cosa avrebbe potuto dire il personaggio di Kirk, Spock, fingendo addirittura di essere Scotty, Bones.

Dopo la stesura a distanza tramite chat, i due hanno lavorato a Los Angeles presso la medesima Bad Robot, scrivendo le idee sulle lavagne. Doug è poi andato nel Regno Unito a casa di Pegg, visionando tutti gli episodi della saga, così da avere un appiglio credibile alle vicende.

Nella scrittura sci-fi il limite maggiore è la possibilità di visualizzare ciò che si idea, temendo che sia irrealizzabile per problemi di budget. Alla domanda: “ma possiamo realizzare questo?” il regista Justin in rispondeva: “Anche molto di più!”.

La rivisitazione di una saga non può avvenire che con la sua distruzione. Si è così fatta disintegrare la nave stellare Enterprise, cosicché l’equipaggio si trovasse in difficoltà, atterrando su Altamid, pianeta ostile e inesplorato. Solo in questa maniera le coppie separate si dovevano sforzare di collaborare per raggiungere un obiettivo comune. Queste coppie che prima non collaboravano, nella nuova sceneggiatura instaurano rapporti: il capitano Kirk diviene introspettivo e si ritrova bloccato insieme all’ottimista Chekov, nascono battute con Spock.

Lo stesso Abrams che in "Star Wars: il risveglio della forza" ha fatto mergere culture diverse, qui agisce nella stessa maniera, con diverse civiltà che convivono insieme.

Un influsso notevole alla sceneggiatura è stato dato dal produttore David Ellison - figlio della magnate della Oracle Larry Ellison - amministratore delegato della Skydance, la società fondata da lui nel 2010. L’obbiettivo di Skydance è creare esperienze nate da personaggi insiti nell’immaginario collettivo, accessibili a più livelli tramite varie piattaforme mediali. Così in soli sei anni ha prodotto “Mission: Impossible - Protocollo Fantasma”, ”Jack Reacher – L’iniziazione”, ”G. I. Joe: La vendetta”, ”World War Z”, ”Into Darkness - Star Trek”, ”Terminator Genisys” e ”Mission: Impossible - Rogue Nation”. Ellison supervisiona tutti i lungometraggio della Skydance, tra cui ”Star Trek Beyond”, ”Jack Reacher: Never Go Back”, “Geostorm” e “Life”.

La collaborazione con la Paramount Pictures garantisce i capitali necessari, cui si aggiunge la collaborazione di J. J.Abrams con la sua Bad Robot Productions, partner anche dei Warner Bros. Studios. Infine Roberto Orci, produttore esecutivo di “The Amazing Spider-Man 2: Il potere di Electro”, “Now You See Me 2” (leggi l'intervista allo sceneggiatore del film), con la sua K / O Paper Products insieme ad Alex Kurtzman.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Film correlati
Star Trek Beyond
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 

Cosa regalano a Natale le star

Per le persone cosiddette normali, i regali consistono in oggetti di prezzo variabile: un libro, una sciarpa, nelle occasioni speciali un orologio, magari un gioiello. Raramente capita che qualcuno ci sorprenda il giorno del nostro compleanno regalandoci una Porsche. Quando parliamo di celebrità, questi parametri si rovesciano. Le star del ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni