X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Intervista all'attrice Annie Kerins, dalla commedia 'Una spia e mezzo' a nuovi film horror

19/07/2016 11:46
Intervista all'attrice Annie Kerins dalla commedia 'Una spia mezzo' nuovi film horror

Mauxa ha intervistato l'attrice Annie Kerins, che ha lavorato a "Una spia e mezzo" con Dwayne Johnson, Kevin Hart e in film horror di prossima uscita.

Una spia e mezzo (“Central Intelligence”) è il film attualmente nelle sale, diretto da Rawson Marshall Thurber. Nel cast ci sono Dwayne Johnson, Kevin Hart, Danielle Nicolet.

Mauxa ha intervistato Annie Kerins, attrice del film così come di altri progetti. Annie sta lavorando attualmente ai film horror “The Last Diary of Nikita Rose” e “Russian Doll”.

D. Nel film "Central Intelligence" interpreti il personaggio di Lady MC. Puoi descriverlo?

R. Lady MC è un personaggio che ho interpretato divertendomi molto. Lei è la over-the-top della High School Reunion, una sorta di "padrona di casa". La Reunion è qualcosa che è stato in programma tutto l’anno, forse per diversi anni. La prima volta che ho letto la scena al mio provino era esattamente come l’immaginavo io e il regista, Rawson Marshall Thurber. Lui mi ha permesso di attenermi a tale interpretazione sul set. Abbiamo avuto una scena in cui c’era un’esplosione. Dwayne Johnson e l'intero cast sono stati molto disponibili.

D. Annie, stai lavorando con "The Last Diary of Nikita Rose". Come è stata l'esperienza?

R. Lavorare su "L'ultimo Diario di un Nikita Rose" è stata un'esperienza esemplare per me. Ho avuto modo di recitare la mia prima scena di morte davanti ad una cinepresa. Più di recente ho lavorato su "The Russian Doll", che è un thriller. Entrambi i progetti coinvolti hanno molte scene horror. Con questo tipo di film la pressione per ottenere la migliore performance con il primo ciak è molto superiore, perché si dispone di una quantità limitata di possibilità di "rovinare" i set, i costumi, il trucco. È esilarante.

D. Hai lavorato alla commedia “The Perfect Wedding” con il grande attore James Rebhorn, scomparso nel 2014. Come è stato lavorare con lui?

R. James è stato nella maggior parte delle scene con me, assieme alla splendida Kristine Sutherland. Erano entrambi ottimi esempi di quanto sia importante per gli attori lavorare come una squadra, indipendentemente dalla portata del progetto. Indipendentemente dal fatto che si stia lavorando su una piccola o grande produzione. Sii gentile, buon ascoltatore, preparato, impara a tacere, quando parlare e non prendere la vita troppo sul serio. Questo è ciò che ho imparato guardando James Rebhorn ne "The Perfect Wedding". Avrò sempre nel cuore le mie poche settimane sul set con Jim.

D. Qual è la cosa che ti piace del lavoro dell'attore, e quella ami meno?

R. Mi piace quando tutto emerge dallo script, la regia e il personaggio tutti sulla stessa pagina. A volte ci vogliono diversi tentativi per abbinare il tutto, a volte non lo fanno mai. Mi piace il momento in cui la realizzazione del mio personaggio corrisponde alla visione del regista. C’è da dire che amo anche quando acconciano i miei capelli e realizzano il make up.

La parte negativa è perdere un grande provino perché si è impegnati in qualcos'altro. Gli attori sono spesso le persone più semplici sul set di sostituire.

D. Come è la tua giornata tipo?

R. Mi piace l’hula hoop. È un grande e divertente modo di allenamento, perché flette alcuni muscoli. Studio anche tip tap, jazz, danza classica, ma il tip tap è il mio preferito. Amo Hollywood's Golden Age, quando si riunivano tutti gli attori a studiare danza. Judy Garland, Debbie Reynolds, Ann Miller, tutti inseriti in film in cui hanno dovuto ballare sullo schermo anche se erano noti per altre caratteristiche. Per quanto riguarda il cibo: sono vegetariano da quando avevo 5 anni. Amo barbabietole e spiedini vegetariani di riso. Ci sono tanti tipi diversi di cibo.

D. Qual è il tuo libro preferito?

R. Attualmente sto producendo una serie per Youtube per i bambini dai 0-5, così ho studiato molti libri e spettacoli orientati verso quel pubblico. Un libro che è una costante ispirazione per me è "he Duckling Gets a Cookie!?" di Mo Willems, del 2012. Mi piace lo stile e la semplicità di questo libro. È divertente per introdurre un bambino in una realtà in cui emerga il gioco di ruolo (un piccione antipatico sta discutendo con un anatroccolo adorabile su un cibo per la maggior parte della storia). I bambini lo amano. In questo momento i miei autori preferiti sono David Sedaris e Tom Robbins.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Annie Kerins
Film correlati
Una spia e mezzo



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni