X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

It Follows: recensione del film dove il soprannaturale è mero ologramma senza origine

07/07/2016 08:00
It Follows recensione del film dove il soprannaturale mero ologramma senza origine

David Robert Mitchell propone una degna regia tesa a ricreare l'intenzione del pathos, ma uno script che non approfondisce origine e sviluppi della storia lascia cadere le buone premesse verso un prodotto insoddisfacente.

Maika Monroe è la protagonista del film It Follows, un thriller dai risvolti horror, diretto da David Robert Mitchell.

It Follows annoda la sua trama intorno ad un gruppo di poco più che adolescenti, i quali si trovano a dover fronteggiare una presenza soprannaturale che è entrata a far parte della vita di Jay, la protagonista intorno a cui ruotano le visioni. Jay Height (Maika Monroe) ha iniziato da poco ad uscire con un ragazzo della sua età quando, dopo che i due hanno consumato un incontro sessuale, una misteriosa apparizione si manifesta: da quel momento in avanti Jay vedrà minacciose presenze andarle incontro e, con l’aiuto di fedeli amici, dovrà cercare di dare una spiegazione alle visioni che tentano di arrecarle danno, trovando una soluzione per porre fine alle persecuzioni in atto.

David Robert Mitchell dirige It Follows, film che fa la sua comparsa nei cinema statunitensi nel 2015. Le sale cinematografiche italiane si apprestano ad ospitare un thriller psicologico che gioca sulla compresenza di assenza e presenza del dato soprannaturale, proponendo l’incarnazione dello stesso in corpi umani più o meno mostrati allo stato primitivo. L’intero arco narrativo si erge sopra una sorta di maledizione che viene tramandata sotto forma di catena inarrestabile, ma non viene approfondita l’origine di questo antagonista etereo che assume via via forme umane sempre diverse, lasciando che quest’ultimo non abbia radici su cui fondare, divenendo mero ologramma proiettato davanti agli occhi della protagonista prima e dello spettatore poi.

Nonostante la trama non conduca ad uno sviluppo progressivo né della presenza/assenza soprannaturale, né della storia stessa, lasciando ad incontri di tipo sessuale la via per sbloccare azioni sempre uguali a se stesse, David Robert Mitchell opera a livello registico in modo convincente. La macchina da presa esegue lente panoramiche orizzontali che spesso ripiegano su un utilizzo a 360° per mostrare lunghi piani sequenza in cui vengono inglobati i portatori di quello sguardo che poi si rivelerà indagatore di una minaccia che solo ad essi è data da vedere. Usufruendo anche di plongée tese ad immortalare figure intere e dettagli che contribuiscono ad alimentare il pathos, il regista opera attraverso inquadrature simmetriche che generano il perturbante, elemento chiave che sfocia nel sentimento d’angoscia provato dallo spettatore.

It Follows, quindi, cerca di instaurare un dialogo tra pericolo imminente e spettatore che condivide il punto di vista a volte con colei a cui è dato vedere l’incarnazione del pericolo, a volte con coloro che non ne sono in grado, ma non riesce nel suo intento. Pur basandosi su una regia marcata, che utilizza inquadrature e movimenti di macchina di tipo classico, lo script non è delineato in modo tale da supportare efficacemente il buon lavoro registico eseguito, sfociando in un teenager-film che non avanza verso una compiuta risoluzione.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 

Tomas Milian, 'Monnezza amore mio' è il libro dell'attore scomparso

Tomas Milian, l’attore scomparso a Miami all’età di 84 anni è stato raccontato in diversi libri. “Monnezza amore mio” è stato scritto dallo stesso attore nel 2014. Descrive la città di Roma, che accoglie i nuovi arrivati ma che sa anche respingerli. Milian racconta come sia fuggito da L'Avana, pa...

 

Recensione del film Elle

Elle è il film di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny e Charles Berling (leggi l'articolo sull'incontro con il regista). Paul Verhoeven mostra la propria chiarezza già all’inizi del film, con lo schermo nero invaso dalle urla di Michèle, mentre viene violentata sul pavimento di casa. L&rsq...

 

Baywatch: Zac Efron urlante nel nuovo trailer del film commedia con Priyanka Chopra

Un nuovo trailer è stato diffuso del film “Baywatch”, diretto da Seth Gordon. Nel trailer ci sono i protagonisti Mitch Buchanan (Dwayne Johnson) e Matt Brody (Zac Efron) che pattugliano una spiaggia in California. Quando giunge Victoria Leeds (Priyanka Chopra), manager che vuole trasformare il luogo in una zona residenziale si s...

 

Stockholm, Ethan Hawke e Noomi Rapace nel nuovo film di Robert Budreau

Ethan Hawke e Noomi Rapace saranno i protagonisti di “Stockholm”, il nuovo film di Robert Brudeau. Hawke di recente è apparso nel remake de “I magnifici sette” diretto da Antoine Fuqua, e al momento ha molti altri progetti in ballo: presto lo vedremo in “The Kid”, “First Reformed” (il ritorno a...

 

Recensione del film In viaggio con Jacqueline

In viaggio con Jacqueline (“La vache” e “One Man and His Cow” in inglese) è il film commedia francese di Mohamed Hamidi. Nel cast ci sono Fatsah Bouyahmed, Lambert Wilson, Jamel Debbouze, Christian Ameri. Fatah è un modesto contadino algerino che non ha mai lasciato la sua campagna. Vive con la mucca Jacquelin...

 

Festival di Cannes 2017, il pungente Cristian Mungiu è Presidente di giuria della Cinéfondation

Al Festival di Cannes 2017 presiederà la giuria della Cinéfondation e Short Film Competition il regista Cristian Mungiu. Il Festival si svolgerà dal 17 al 28 maggio, e Mungiu seguirà il ruolo che ebbe Steven Spielberg nel 2013, nonché Abbas Kiarostami e Jane Campion. Cristian Mungiu vinse la Palma d’Oro co...

 

La bella e la bestia, 'sul set le scene sono avvenute in maniera naturale': intervista all'attrice Simone Sault

La bella e la bestia (“Beauty and the Beast”) è il film di Bill Condon con Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans, Kevin Kline, Ian McKellen ed Emma Thompson (leggi l’intervista allo sceneggiatore Evan Spiliotopoulos). La storia è ambientata alla fine del XVIII secolo, in un castello nei pressi di un piccolo villaggio...

 

Film più visti della settimana: è record d'incasso per La bella e la bestia

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 17 al 19 marzo 2017 vede al primo posto “La Bella e la bestia" (“Beauty and the Beast”): la storia di Bella e dell’amore per il principe deformato da un incantesimo incassa 170.000.000 milioni di dollari. Al secondo posto si sposta “Kong: Skull Island&rdquo...

 

Vi presento Toni Erdmann, 'il desiderio di essere visti come siamo': intervista all'attore del film Trystan Pütter

Vi presento Toni Erdmann è il film di Maren Ade con Peter Simonischek, Sandra Hüller, Michael Wittenborn, Thomas Loibl e Trystan Pütter. La storia è quella di un uomo anziano, Winfried Conradi cui piace burlare le persone. Non vede spesso sua figlia Ines,e per farle una sorpresa la va a trovare dopo la morte dell’anzi...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni