X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Recensione, nel film 'I miei giorni più belli' delusione e amore si scoprono nel nostro tempo

01/07/2016 12:03
Recensione film 'I miei giorni belli' delusione amore si scoprono nostro tempo

"I miei giorni più belli" è il film di Arnaud Desplechin che affronta l'adolescenza ae maturità di Paul Dedalo.

I miei giorni più belli (“Trois Souvenirs de ma Jeunesse”) è il film di Arnaud Desplechin, distribuito da Bim Film. Nel cast ci sono Mathieu Amalric, Lou Roy-Lecollinet, Quentin Dolmaire e Léonard Matton.

Il film ripercorre la giovinezza di Paul Dedalo, antropologo che lasciando il Tagikistan ricorda la sua giovinezza in tre momenti. I sedici anni sono quelli dell’infanzia a Roubaix, gli accessi di follia di sua madre che poi morirà, il legame con il fratello Ivan, che alternava unità a violenza.

A sedici anni lo vediamo con suo padre, vedovo inconsolabile. “Mia moglie è morta, e ora farai ciò che dico io”, urla il padre. Fino al viaggio in URSS, dove Paul affronta una missione clandestina che lo ha condotto ad offrire la propria identità ad un giovane russo.

A diciannove anni è con la sorella Delphine, il cugino Bob e scopre l’amore per Esther. A Parigi comincia a studiare antropologia, grazie ai consigli del professore e mentore Behanzin, la sua vocazione nascente per l’antropologia.

Il film ripercorre con un gusto proustiano il passaggio dall’adolescenza all’età adulta, resa più dura da quel viaggio in Russia per alcuni casi inspiegabile ma che - con lo scambio d’identità - manovra la trama verso una svolta imprevista. Un momento quasi surreale che fa comprender come nella vita quotidiana possa innescarsi un evento inspiegabile che modifica l’ordine dei ricordi.

E Paul è l’emblema di un viaggio attuale, in cui per problematiche sociali - lui cresce nel mezzo della crisi finanziaria del 2010 - si è costretti a rivedere le priorità. E il viaggio in Russia segna proprio l’accadere di un evento incontrollato, come fu la crisi che ha modificato abitudini e aspirazioni.

Lo stesso attore, un onnipresente Quentin Dolmaire alla prima prova cinematografica dice che il protagonista è difficile da analizzare: “è qualcuno che comprende il mondo che lo circonda, ma che è completamente ‘inefficace”. Una normalità è acquista da Paul con l’amore, conoscendo Esther grazie alla quale lui pone il sentimento prima di tutto. In una scena la tranquillizza, poi lui va all’università e scopre che Il suo mentore e professore Behanzin non c’è più. “È morto due giorni fa”, incede l’assistente. Paul sviene, e lei le dice che aveva ottenuto un buon voto all’esame: anche dopo questa delusione a consolarlo sarà Esther.

Alla regia ombreggiata di Arnaud Desplechin fa da contrappunto una colonna sonora vivace, con musiche di Grégoire Hetzel e Mike Kourtzer. In film da vedere, per come raffigura i due poli della giovinezza, delusione e amore con rigore e vivi dettagli. Lo stesso personaggio di Paul diverrà più antipatico nel film “Comment je me suis disputé... (ma vie sexuelle)”, dello stesso regista Desplechin e girato nel 1996, ingabbiato tra intellettualismo e anaffettività. I due poli di quel periodo.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Laurent Cantet, il nuovo film del regista racconta un assassinio

L’atelier è il nuovo film di Laurent Cantet, regista che ha vinto la Palma d’oro a Cannes nel 2008 con “La classe - Entre les mur”. La storia è ambientata in un'estate a La Ciotat, una città nei pressi di Marsiglia che prosperava grazie al suo enorme cantiere navale. Ma la chiusura ormai ventennale ha p...

 

'Nasty Women', Anne Hathaway e Rebel Wilson sul set dirette da Chris Addison

Le riprese procedono a gonfie vele sul set di “Nasty Women”, la nuova commedia con Rebel Wilson e Anne Hathaway. Tra le due attrici sembra esserci una grande intesa, come dimostra il selfie con la collega postato qualche giorno fa da Wilson su Twitter, accompagnato dal messaggio: “È stato magnifico trascorrere gli ultimi me...

 

Dunkirk, in previsione degli Oscar 2018 il film esce in 50 cinema

Dunkirk di Christopher Nolan sarà distribuito nuovamente negli Stati Uniti in previsione della stagione degli Oscar 2018 (leggi l'intervista all'attore). La Warner Bros. ha confermato che uscirà in 50 cinema IMAX e 70mm a partire dal 1 dicembre, a New York, Los Angeles, Chicago, San Francisco. Si prevede che dal 24 gennaio 2018 - gio...

 

The Florida Project, intervista al regista del film Sean Baker

The Florida Project è il film di Sean Baker che ha ottenuto un ottimo consenso di critica. Interpretato da Willem Dafoe, è ambientato in un tratto di strada appena fuori da Disney World, a Miami: la bambina di sei anni Moonee (Brooklynn Prince) vive con la madre Halley (Bria Vinaite). Abitano vicino al "The Magic Castle", un motel eco...

 

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 
Da non perdere
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1 http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23153235&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1
Ultime news
Recensioni