X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Afterhours e il loro lucido e allucinante 'Folfiri o Folfox'

11/06/2016 13:00
Afterhours il loro lucido allucinante 'Folfiri Folfox'

Gli Aftehours hanno appena pubblicato il loro nuovo album 'Folfiri o Folfox', che trae spunto e vuole raccontare esperienze di vita vissuta da Manuel Agnelli, relative alla malattia, agli ospedali, alla sofferenza che porta con sè grande solitudine.

Gli Afterhours si sono appena dedicati alla pubblicazione del nuovo album ‘Folfiri o Folfox’, titolo che rappresenta due cure di chemioterapia che Manuel Agnelli ha purtroppo incontrato a causa della malattia del padre; i loro nomi ricordano una filastrocca, un ballo, qualcosa di leggero, così come l’orchidea riportata in copertina che vuole offrire un pensiero a chi non c'è più e simoboleggia luce e rinascita nel buio. Grida, lucidità e follia si intersecano in questo album dalle profondità e dalla ricerca notevoli.

Oggi. Il testo della canzone ‘Oggi’ degli Aftehours racconta di ospedali e malattia, morte e rinascita, come tutto l’album ‘Folfiri o Folfox’: ‘Puoi guidare senza meta e / capire che c'è / un tempo in noi / ed è questo, se vuoi. / E non c'è un altro modo di decidere. / Dalla finestra della tua stanza ci entra il sole / davvero l'hai meritato / che possa non andare più via. / Se fosse il giorno in cui puoi finir di contare / i giorni / e in un angolo della gioia / riuscire a non tornare più.’

TracklistFolfiri o Folfox’. Il nuovo album degli Afterhours vanta diciotto canzoni. Le elenchiamo di seguito: Grande; Il Mio Popolo Si Fa; L'odore Della Giaccia Di Mio Padre; Non Voglio Ritrovare Il Tuo Nome; Ti Cambia Il Sapore; San Miguel; Qualche Tipo Di Grandezza; Cetuximab; Lasciati Ingannare (una Volta Ancora); Oggi; Folfiri O Folfox; Fa Male Solo La Prima Volta; Noi Non Faremo Niente; Né Pani Né Pesci; Ophryx; Fra I Non Viventi Vivremo Noi; Il Trucco Non C'è; Se Io Fossi Il Giudice.

Non Voglio Ritrovare Il Tuo Nome. Il testo di questa canzone contenuta all’interno del disco ‘Folfiri o Folfox’ con le sue chitarre, gli assoli, la distorsione, descrive perfettamente l’ambientazione sonora che accompagna tutto il nuovo disco degli Afterhours, fatto di allucinazione e lucidità. Il testo racconta che ‘Scava sotto i buoni c'è un cadavere / sotto ai cattivi un angelo / ucciso da un'idea / Dicevi che la gente ha ciò che merita / e tu eri mia / noi soli non saremmo morti mai / L'ho nascosto dentro me / così bene in fondo a me / che la vedo la tua luce, sai / ma non riesco a ritrovare il tuo nome / Occhi blu / non respiri più con me’.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Afterhours,



Da non perdere






Ultime news
Recensioni