X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

The Dressmaker, 'Kate Winslet nel film rilegge con perspicacia il mio romanzo': intervista all'autrice Rosalie Ham

28/04/2016 11:30
The Dressmaker 'Kate Winslet film rilegge con perspicacia il mio romanzo' intervista all'autrice Ros

Mauxa ha intervistato Rosalie Ham, autrice del romanzo "The Dressmaker" da cui è tratto il film con Kate Winslet e Liam Hemsworth. L'autrice racconta del tema del romanzo, del rapporto con la regista e con Kate Winslet.

The Dressmaker - Il diavolo è tornato è il film di Jocelyn Moorhouse da oggi nelle sale, distribuito da Egle Pictures. Nel cast ci sono Kate Winslet, Liam Hemsworth, Judy Davis, Hugo Weaving e Caroline Goodall.

Mauxa ha intervistato Rosalie Ham, la scrittrice dal cui libro del 2000 è tratto il film.

D. Rosalie, il tuo romanzo “The Dressmaker” racconta anche del desiderio di l'emancipazione in un luogo bigotto. Sei d’accordo con questa interpretazione?

R. “Entrambe le storie appassionano il pubblico perché sono vere. C'è sempre qualcuno che cerca di uscire da un luogo che lo trattiene o che scredita un altro. Le avversità costringendo sempre a trovare il coraggio e la forza di realizzare il proprio potenziale, è una cosa innata. Fuggire, lottare contro il fanatismo: la storia del romanzo è gioiosa e trionfante”.

La trama del film “The Dressmaker” racconta di Tilly Dunnage (Winslet), sarta di talento che dopo anni trascorsi in atelier parigini torna a Dungatar, in Australia per stare accanto alla madre Molly. Qui conosce Teddy (Hemsworth) di cui s’innamora, mentre con le capacità sartoriali e la macchina da cucire Singer modifica il modo di vestire - e pensare - delle donne di Dungatar.

“La sarta Tilly rappresenta la trasformazione - ci racconta Rosalie - la sua scelta di cercare la vendetta è nei confronti di coloro che hanno rovinato la sua vita attraverso il bigottismo, la paura e il pregiudizio. Invece di mascherare i loro difetti attraverso dei vestiti, Tilly fa appello al loro senso di vanità: i loro difetti personali sono stati aggravati, trasformati in ciò che nascondono sotto le loro facciate. Così lei ‘scuce’ questi difetti. Le loro menzogne e ipocrisie li hanno portati a perdere tutto. Ciò si può affermare anche per le persone che si sentono oppresse dalle aspettative degli altri, la storia di Tilly offre la speranza e la soddisfazione, perché la vendetta è indiretta e si genera da sola. Un po’ come nel romanzo ‘Brooklyn’ di Colm Tòibin, da cui è stato tratto il recente film: il bigottismo insegna a Eilis a realizzare ciò che è buono, vero e giusto per lei”.

D. Come è nata l'idea del romanzo?

R. “The Dressmaker’ è il mio primo romanzo, tentando di trasmettere alcune idee personali. Avevo viaggiato molto e visto che le piccole comunità in tutti i paesi hanno similitudini, ho voluto scrivere qualcosa che creasse un’empatia riconoscibile, una storia che non era prevedibile. Ci sono personaggi e temi come la vanità, l'ipocrisia, i segreti del potere, la gerarchia, argomenti anche distruttivi. Mia madre era una sarta e da bambina ho osservato che un nuovo abito sanciva un moto di orgoglio in più, una soddisfazione personale. Questi dettagli sono stati spunto di riflessione per me, assieme al potere distruttivo del gossip, menzogne e vanità”.

Rosalie racconta anche come sia avvenuto l’adattamento ad opera della regista Jocelyn Moorhouse: “Jocelyn aveva realizzato un ottimo film, ‘Proof' (2005), su un fotografo cieco. Sapevo quindi che sarebbe stata in grado di adattare la mia storia con la sua commistione di commedia e tragedia, assieme all’ironia. Si tratta di elementi di stile che potevano essere male interpretati, ma ho fiducia in Jocelyn, e nel produttore del film, Sue Maslin, la cui visione del film ha incontrato perfettamente la mia storia. Sue ed io preveniamo da medesime piccole comunità, siamo andate a scuola insieme: lei ha capito la storia”.

D. Kate Winslet ha chiesto dettagli sul personaggio?

R. “Quando Sue ed io abbiamo discusso di realizzare il film, ho chiesto se poteva esserci un extra, ovvero se i miei amici e familiari potessero partecipare alle riprese. Così alcuni di noi sono in mezzo alla folla Dungatar, e lì ho incontrato Kate Winslet il giorno delle riprese della scena di football. Kate era in piedi al centro del campo di calcio, in un bellissimo abito nero contro uno sfondo di alberi di Eucalyptus e polvere. Abbiamo parlato del rapporto di Tilly con Molly (Judy Davis), e del sotto testo di alcune scene. Era ovvio per me che Kate fosse una lettrice perspicace e molto intelligente. Ha interpretato Tilly perfettamente. Kate Winslet è anche una persona molto amabile”.

D. Qual è il suo rapporto con la letteratura italiana?

R. “Il Gattopardo’ (“The Leopard”) di Tomasi di Lampedusa è uno dei miei libri preferiti. Ho amato molto Umberto Eco con ‘Il nome della rosa’, e naturalmente Dante. Ho ‘L’iguana' di Anna Maria Ortese nella mia lista dei desideri. Amo il dramma e la meraviglia della letteratura italiana, e ho anche familiarità con i vostri ottimi film”.

Rosalie Ham ha scritto anche “Summer at Mount Hope” (2005) e “There Should be More Dancing” (2011). Per il prossimo progetto sceglie un’ambientazione rurale: “Sto scrivendo il mio quarto romanzo in questo momento, e progettando il quinto. Il prossimo si svolge in una piccola comunità rurale, dove c'è amore, tragedia e guerra per l'acqua di irrigazione”.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Kate Winslet
 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Steve Jobs, recensione del film di Danny Boyle con Michael Fassbender

Steve Jobs film diretto da Danny Boyle, scritto da Aaron Sorkin, basato sull’omonima biografia autorizzata scritta da Walter Isaacson e pubblicata nel 2011. La particolare trama del film si snoda nei backstage pochi minuti prima del lancio di tre dei prodotti più rappresentativi della carriera di Steve Jobs: il Macintosh nel 1984, i...

 

Michael Fassbender sorprende in Steve Jobs, dal mancato Golden Globe alla corsa all'Oscar

Steve Jobs film. Ai Golden Globe con quattro candidature, il biopic diretto da Danny Boyle vinci due statuette: Miglior attrice protagonista a Kate Winslet (non ce l'ha fatta, invece, Michael Fassbinder) e Miglior sceneggiatura ad Aaron Sorkin. Effetto déjà vu. Negli Stati Uniti è piaciuto più alla critica che al p...

 

Jennifer Lawrence sarà Lynsey Addario nel nuovo film di Steven Spielberg e viene intervistata da Vogue

It's What I Do è il titolo provvisorio del nuovo progetto cinematografico di Steven Spielberg. Il film sarà l'adattamento dell'omonimo romanzo autobiografico scritto dalla fotogfrafa di guerra Lynsey Addario, che molto probabilmente sarà interpretata da Jennifer Lawrence. La Addario ha vinto il premio Pulitzer e ha realizzato d...

 

Kate Winslet decisamente glamour, dal biopic di Lee Miller al nuovo film di Yorgos Lanthimos

Kate Winslet. E' attesa al cinema, accanto a Michael Fassbender, in Steve Jobs che, uscito lo scorso weekend in edizione limitata (in 4 cinema tra New York e Los Angeles), preannuncia incassi record. Arriverà nelle sale statunitensi il 23 ottobre, mentre in Italia dovremo aspettare gennaio.Nel film - tratto dal besteller di Walter Isaac...

 

Codice 999: il nuovo film crime con Kate Winslet e Gal Gadot

Codice 999. Quello del crime movie è un genere cinematografico che non sempre riscuote le simpatie del pubblico e soprattutto della critica, che sistematicamente punta il dito contro l'eccessico uso dei cliché e la caratterizzazione stereotipata dei personaggi. Ma il regista australiano John Hillcoat (suo l'acclamato "The Road") ha gi...

 

Steve Jobs trailer, insubordinato Michael Fassbender nel nuovo film di Danny Boyle

Steve Jobs film. Universal Picture pubblica il trailer ufficiale italiano del biopic Steve Jobs, con Michael Fassbender interprete del visionario genio co-fondatore di Apple. Trailer. "Chiuso in un garage, ho inventato il futuro": dal trailer si evince che il film restituirà un ritratto affatto edulcorato di Jobs. Non sembra infatti avere p...

 

Kate Winslet: è la paesaggista Sabine De Barra nel film storico Le Regole del Caos

Kate Winslet sarà al cinema dal 4 giugno 2015 con il film storico “Le Regole del Caos”, diretto da Alan Rickman. Trama. Nell’anno 1682 Sabine De Barra (Winslet) è una donna volitiva e di talento, è una paesaggista nei giardini e nelle campagne francesi. Quando è in lizza per l’assegnazione di un ...

 

Steve Jobs dal libro al film, le prime immagini di Michael Fassbender

Steve Jobs film. Rivelate le prime immagini del nuovo film di Danny Boyle: Steve Jobs, il biopic in uscita nel 2016 con Michael Fassbender nei panni del co-fondatore della Apple. Teaser trailer, prima occhiata. Ripreso di spalle, sentiamo la voce fuori campo di Fassbender/Jobs che - tra le altre voci off - rivela “i musicisti suonano gli str...

 

Kate Winslet, ecco il nuovo film 'A Little Chaos' e intanto partorisce il terzo figlio

Kate Winslet è impegnata su più fronti: dal punto di vista professionale ha terminato le riprese di "A Little Chaos", ultimo lungometraggio di Alan Rickman sulla competizione tra due giardinieri della Francia del '600 per realizzare una fontana per il Re Luigi XIV. La Winslet avrà la parte di Sabine de Barra, mentre il Re So...

 

Divergent, il film sci-fi con Kate Winslet tratto dal romanzo di Veronica Roth

Divergent è il film di Neil Burger in uscita il 21 marzo 2014 negli Stati Uniti, e interpretato da Shailene Woodley, Theo James e Kate Winslet. Il film è tratto dall'omonimo libro di Veronica Roth, classe 1988. In un futuro i cittadini di Chicago vivono in una società che è divisa in cinque fazioni, ognuna delle quali ...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni