X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Land of Mine: recensione del film dramma di giovani corpi umani al macello

23/03/2016 08:00
Land of Mine recensione del film dramma di giovani corpi umani al macello

Martin Zandvliet dirige Land of Mine, un film che scopre l'uomo dietro il soldato: il lungometraggio mostra come sia labile il confine tra carnefici e prede, non vi è più distinzione tra Paesi e parti, solo corpi e cadaveri pronti a perire a causa delle loro stesse mine anti-uomo.

Il film scritto e diretto da Martin Zandvliet fonda la sua storia su un fatto storico che vede contrapporsi Danimarca e Germania: liberata dall’oppressione tedesca, la Danimarca decide di seguire le orme dei suoi nemici operando anch’essa la violazione dei diritti umani ed obbliga prigionieri di guerra ad una sorta di roulette russa con la morte.

Land of Mine narra di una delle drammatiche piaghe conseguenti la fine della II Guerra Mondiale tra le meno note al mondo intero. La trama del film scritto e diretto ad arte dal regista Martin Zandvliet si concentra sulla sorte di un gruppo di giovanissimi tedeschi prigionieri, in campo danese, ai quali viene imposto di “ripulire” la costa occidentale dalle mine che la Germania ha disseminato lungo tutto il perimetro, credendo così di intercettare l’offensiva inglese. Il lavoro dei ragazzi è monitorato dal sergente Rasmussen che impone disciplina e pretende di trattarli come nemici di guerra ma, a stretto contatto con loro, si renderà conto di quanto sia inaccettabile mandarli a morire nel tentativo di disinnescare mine, divenendo loro alleato nella lotta verso la sopravvivenza.

Martin Zandvliet ritrae un dopo guerra mondiale atipico, avente come obiettivo primario quello di descrivere l’orrore della presunta giustizia umana che si perpetua oltre il campo di battaglia. Nonostante sia di origine danese, il regista espone i peccati della sua madrepatria, proiettando sul grande schermo una delle pagine più buie della Danimarca, l’aspra decisione di violare la Convenzione di Ginevra del 1929 e costringere i prigionieri di guerra tedeschi a disinnescare mine mortali. Land of Mine, quindi, vuole mostrare fatti storici incentrati non sulle persecuzioni perpetrate dai tedeschi, ma su quelle da loro subite, nel tentativo supremo di affermare come sia vano “occhio per occhio dente per dente” quando a farne le spese è sempre e solamente l’Uomo. I personaggi proposti sono ben delineati e danno vita ad un gruppo credibile e stabile, rappresentanza di un frammento di coloro che vissero la condizione di prigionieri di guerra tedeschi su suolo danese. L’evoluzione di un altro personaggio cardine, il sergente, è graduale, ma allo stesso tempo netta nei suoi passaggi da uomo impregnato di ideali politici a padre di poveri ragazzi schiavi della guerra e delle sue conseguenze.

Land of Mine gioca su un ritmo scandito da drammatici colpi di scena: la tensione emotiva è somma in momenti in cui il confine tra la vita e la morte è labile ed incerto, sembra cedere il posto ad una situazione più distensiva, ma è proprio quando la tensione svanisce che l’esplosione avviene, sfruttando sapientemente il concetto di sorpresa di hitchcockiana memoria. E allora uno ad uno i giovani ragazzi tentano per la prima volta di disinnescare una mina prima di essere collocati ai settori di appartenenza e procedere con il lavoro. Si assiste all’operazione di disinnesco più e più volte, un giovane sembra titubare, ma alla fine termina vittorioso il suo primo tentativo, esce si riposiziona in fila insieme agli altri, un altro si accinge, il ragazzo precedente gioisce con i compagni… quando si sente un boato, il ragazzo dopo di lui non ce l’ha fatta!

Alternando in modo costruttivo scene contemplative a scene più dinamiche Land of Mine tesse una storia completa in cui si infonde la speranza che l’essere umano comprenda che la guerra fratricida è priva di senso, lasciando aperto un valico tra vita e morte, tra condanna e perdono.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Altri articoli Home

Recensione del film Finding Oscar, la luce sul genocidio elogiata dalla critica

Finding Oscar è il film documentario di Ryan Suffern, uscito nella sale statunitensi e accolto in maniera positiva dalla critica. Il film è disponibile anche in Video on Demand. Nel documentario lo stesso presidente Reagan appare mentre dà la mano al presidente e militare guatemalteco Efraín Ríos Montt, che giust...

 

Glass, M. Night Shyamalan svela il sequel di Unbreakable e Split

Con l’annuncio del suo prossimo film, “Glass”, M. Night Shyamalan è riuscito ancora una volta a spiazzare tutti; un colpo di scena degno delle migliori pellicole del regista di origini indiane, annunciato da quest'ultimo lo scorso aprile con una serie di messaggi su Twitter, e che dà finalmente una risposta a tutti i...

 

Il regista Steven Soderbergh dirige un film girato con l'iPhone

Steven Soderbergh ha realizzato un film con l’iPhone. La protagonista è Emmy Claire Foy, che ha recitato nella serie "The Crown" e Juno Temple. Il titolo del lavoro è “Unsane", e la distribuzione del film dovrebbe avvenire in digitale. Al momento non sono resi noti il dettagli sulla trama. Già il regista Sean Bake...

 

Il Festival di Venezia 2017 riesce ad unire Jane Fonda e Robert Redford in un film e con un premio alla carriera

Jane Fonda e Robert Redford riceveranno il premio alla carriera alla 74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. La consegna dei Leoni d’oro avverrà il 1 settembre nella Sala Grande del Palazzo del Cinema. I due attori saranno poi protagonisti del film Fuori Concorso “Our Souls at Night”, diretto da ...

 

Emilia Clarke, l'attrice è una spia dell'FBI nel film crime 'Above Suspicion' tratto dal romanzo

Emilia Clarke dopo il ruolo di Daenerys Targaryen ne “Il trono di Spade” è divenuta una delle attrici più eclettiche dello star system. Pur se di origine inglese, ha saputo scegliere vari generi hollywoodiani anche la cinema, proprio per tentare di adeguarsi ai gusti di un pubblico con interessi eterogenei. Sarà Su...

 

Film più visti della settimana, 'War for the Planet of the Apes' e 'The Big Sick' sono le novità

Il box office dei film più visti negli Stati Uniti dal 14 al 16 luglio 2017 vede al primo posto la novità “War for the Planet of the Apes” (56.500.000 di dollari): la storia è quella di Caesar che deve difendere la sua razza di scimmie. “Spider-Man: Homecoming” scende al secondo posto (208.270.314 milio...

 

Dunkirk: 'in aria o in acqua, Christopher Nolan era vicino a noi', intervista all'attore del film Kevin Guthrie

Dunkirk è il film di Christopher Nolan che uscirà negli Stati Uniti il 21 luglio. Nel cast ci sono Fionn Whitehead, Kenneth Branagh, Mark Rylance. I soldati alleati della Gran Bretagna, del Belgio, del Canada e della Francia sono circondati dall'esercito tedesco sulle spiagge di Dunkirk. Dal 27 maggio al 4 giugno 1940 si effettua un&...

 

Ralph Breaks the Internet: Wreck-It Ralph 2, primi dettagli sul film presentato al Disney Expo

Al Disney Expo che si sta svolgendo al Disneyland Park di Anaheim sono stati rivelati dei dettagli sul film “Ralph Breaks the Internet: Wreck-It Ralph 2”, sequel del film del 2012 "Ralph Spaccatutto” (”Wreck-It Ralph”). Sono state mostrate anche alcune immagini del film.   La trama ruota attorno a Vanellope (Sara...

 

Frozen 2, il film uscirà il 27 novembre 2019: rivelati dettagli con il corto 'Olaf's Frozen Adventure'

Al Disney Expo che si sta svolgendo al Disneyland Park di Anaheim sono emerse alcune informazioni su “Olaf's Frozen Adventure” - il cortometraggio che s’ispira al film “Frozen” - e su “Frozen 2”. Kristen Bell e Josh Gad hanno ironizzato affermando che ili quel di “Frozen” potrebbe intitolarsi "...

 

Vacanze da sogno: ecco come le star si godono questa torrida estate 2017

Kate Hudson sembra determinata a non sprecare neanche un’occasione per divertirsi, come testimoniano gli scatti che la ritraggono mentre festeggia il compleanno in Messico insieme agli amici e al suo nuovo fidanzato, il musicista Danny Fujikawa. In seguito l’attrice ha pubblicato alcune foto dalla sua vacanza nelle Hawaii, dove si trova...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni