X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Weekend: recensione di un film storia di un Amore senza corpi

10/03/2016 08:00
Weekend recensione di un film storia di un Amore senza corpi

Andrew Haigh dirige Tom Cullen e Chris New in un film attenta riflessione sul sentimento d'amore provato da due anime, che si incontrano lungo il cammino della vita e si contemplano l'un l'altro, fino a scoprire se stesse.

Tom Cullen e Chris New, rispettivamente intepretanti Russell e Glen, si lasciano dominare da una passione travolgente, per poi condurre alla luce proprie paure e proprie differenze, ritagliando una fetta di mondo per se stessi.

Weekend è una storia d’amore che nasce da un incontro fortuito tra due anime racchiuse in due corpi dello stesso sesso. La trama del film diretto da Andrew Haigh si dipana in modo lineare con la precisa volontà di mostrare cosa accade in una storia d’amore come tante, ma peculiare per le singole vicende, i singoli animi messi in gioco. Russell (Tom Cullen) entra in contatto con Glen (Chris New) e l’incontro tra i due sancisce l’inizio di un’intensa passione, presto pronta a sfociare in un sentimento più profondo. Con il trascorrere del tempo che hanno a disposizione per conoscersi e capirsi, Russell e Glen affronteranno timori dell’uno come dell’altro, misti a desideri ed aspirazioni, scoprendo non solo la personalità altrui, che si cela dietro l’apparenza materiale del corpo, ma anche la propria identità, per una scoperta dell’animo umano.

Seguendo lo svolgimento della storia esposta in Weekend si evince il desiderio di narrare usufruendo delle possibilità contemplative della riflessione piuttosto che della mera azione corporea. I momenti di confronto tesi ad evidenziare le differenze esistenti sono intervallati da passioni intime e vissute a pieno in una storia che desidera ardentemente comunicare un sentimento di amore puro, a prescindere dall’incontro dei corpi, uguali o diversi che siano.

Andrew Haigh in questa sua seconda opera esprime il bisogno del singolo di trovare il proprio posto nel mondo, ma anche la necessità, condivisa da tutti coloro che hanno dichiarato la propria omosessualità, di essere accolti nella società in modo sincero e disinteressato, riuscendo così a manifestare i propri sentimenti senza il pesante fardello del giudizio sentenzioso altrui. In Weekend i protagonisti, visceralmente interpretati da Tom Cullen e Chris New, riescono a ritagliarsi una porzione di spazio e di tempo da dedicare a loro stessi, a quel qualcosa di magico ed etereo che sta nascendo tra loro, senza essere giudicati dall’occhio indiscreto di una macchina da presa. Il regista infatti riesce a seguire l’azione e la riflessione tenendosi a debita distanza dai protagonisti che vuole immortalare nella loro purezza, senza invadere il loro spazio vitale attraverso primissimi piani o particolari. Andrew Haigh preferisce un totale netto volto ad inglobare e ad accarezzare la scena, passionale o discorsiva che sia, concedendo solo pochi piani più ristretti per entrare in quell’intimità che vuole lasciare inviolabile. E allora i protagonisti si raccontano, come nella scena in cui parlano al microfono di un registratore, imprimendo il passato su di un nastro e contemplando il presente con pochi e semplici gesti, affinché quei momenti passati insieme non svaniscano nell’euforia di un attimo.

Weekend vuole dunque immortalare una storia di due innamorati che imparano a conoscersi conoscendo se stessi. Con un tocco che coinvolge e conduce ad una profonda analisi del concetto di amore ed innamoramento, Andrew Haigh compone un esemplare strumento di descrizione del mondo omosessuale attraverso il ritratto di due amanti che mostrano a se stessi come agli altri cosa voglia dire vivere e lasciarsi vivere, per un film che contempla l’amore tout court.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Le Sens de la fête, il film commedia di successo in Francia

Le Sens de la fête è uno dei film che sta ottenendo maggiore successo in Francia. Diretto da Eric Toledano e Olivier Nakache, ha nel cast Jean-Pierre Bacri, Jean-Paul Rouve e Gilles Lellouche. Max è stato un ristoratore per trenta anni, organizzando centinaia di feste. Per l’evento che si svolge in un castello del XVII se...

 

L'uomo di neve, intervista a Silvia Busuioc: 'siamo stati fortunati ad essere diretti da Tomas Alfredson'

Abbiamo intervistato in esclusiva Silvia Busuioc, attrice di origine moldava impegnata in numerosi progetti cinematografici e televisivi. D: Sei nel cast del nuovo film di Tomas Alfredson "L'uomo di neve", come consideri questa esperienza?  R: È stato un grande onore lavorare accanto a due attori premio Oscar come ...

 

Recensione del film The Force, lo sguardo sui maltrattamenti della polizia apprezzato dalla critica

The Force è il film documentario di Peter Nicks, uscito in queste settimane negli Stati Uniti e apprezzato dalla critica. Ha vinto il premio come migliore opera al Sundance Film Festival. La Polizia di Oakland è famosa per la sua cattiva condotta e scandali, anche a causa delle tensioni razziali che favoriscono comportamenti desueti....

 

'Loro', Toni Servillo è Berlusconi sul set del nuovo film di Paolo Sorrentino

Le riprese di “Loro” sono cominciate lo scorso agosto a Roma; oggi la lavorazione del film sarebbero “già a metà”, stando a quanto dichiarato ai microfoni di “Un giorno da pecora” da uno degli attori protagonisti, Riccardo Scamarcio. Oltre ovviamente a Toni Servillo, che ormai sta a Paolo Sorrentin...

 

Bad Moms Christmas, nuove immagini del film

Nuove clip sono state diffuse di “Bad Moms Christmas”, il film di Jon Lucas e Scott Moore sequel di “Bad Moms”. Le tre mamme irriverenti (Mila Kunis, Kristen Bell, Kathryn Hahn) per il Natale devono organizzare una vacanza per le rispettive famiglie, nonché ospitare le proprie madri. Alla fine del viaggio le protagon...

 

Recensione del film It

It è il film horror di Andy Muschietti, tratto dal romanzo di Stephen King. La regia dall’inizio pretende di mostrare i vari punti di vista, e ciò allenta la tensione del film: il piccolo George (Jackson Robert Scott) cerca di prendere la sua barchetta di carta che scivola per la strada bagnata. All’improvviso da dentro l...

 

Film più visti della settimana, le novità sono 'Happy Death Day' e 'The Foreigner'

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 13 al 15 ottobre 2017 segna l’entrata al primo posto dell’horror “Happy Death Day” (“Auguri per la tua morte”, 26.039.025 dollari): una studentessa del college rivive il giorno del suo omicidio, fino a scoprire l'identità del suo kille...

 

La battaglia dei sessi, incontro con i registi del film

La battaglia dei sessi (“Battle of the Sexes”) è il film diretto da Jonathan Dayton e Valerie Faris, con Steve Carrel e Emma Stone. Mauxa ha partecipato alla conferenza stampa del film con i registi. La storia evoca la partita di tennis avvenuta il 20 settembre 1973 tra Bobby Riggs e Billie Jean King: la ventinovenne tennista gi...

 

L'alba del mondo: dal romanzo al film, intervista allo scrittore Rhidian Brook

Rhidian Brook è autore di “The Aftermath” (“L’alba del mondo”) , libro che diverrà un film nel 2018 interpretato da Alexander Skarsgård, Keira Knightley e diretto da James Kent. Mauxa l'ha intervistato. La storia racconta - nella Germania del 1946 - della giovane Rachael Morgan che arriva con l&rsq...

 

Splinter Cell, Tom Hardy protagonista del film ispirato ai videogiochi Ubisoft

L’“Assassin’s Creed” con Michael Fassbender è stato un flop caduto subito nel dimenticatoio, ma questo non ha scoraggiato la Ubisoft, che si dice ancora intenzionata a trasformare in un film “Splinter Cell”, l’altro franchise che l’ha resa uno dei colossi del settore videogames. Tom Hardy si &...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin