X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Marie Heurtin, intervista all'attrice Brigitte Catillon: 'il film mette a confronto generosità insegnata e praticata'

07/03/2016 11:30
Marie Heurtin intervista all'attrice Brigitte Catillon 'il film mette confronto generosità in

Marie Heurtin - Dal buio alla luce è il film che ha tra le protagoniste Brigitte Catillon. Mauxa l'ha intervistata, raccontando un caso realmente avvenuto.

Marie Heurtin - Dal buio alla luce è il film di Jean-Pierre Améris nelle sale, interpretato da Ariana Rivoire, Isabelle Carré, Brigitte Catillon e Laure Duthilleul.

La storia trae spunto da un fatto reale, ovvero la vicenda della giovane Marie affetta da sordomutismo e con difficoltà di comunicazione con la famiglia. Così Marie all’età di 10 anni è condotta all’Istituto delle Suore Larnay in Francia, struttura specializzata nell’educazione delle persone sorde.

Le suore manifestano un’iniziale scetticismo nell’ospitare la giovane, poi scalfito da Suor Marguerite che accetta la sfida. Marie comincia a comunicare usando la lingue dei segni ‘tattile’.

Mauxa ha intervistato una delle protagoniste, l’attrice Brigitte Catillon che interpreta la Madre Superiora. L’attrice afferma di essersi avvicinata a questo ruolo in maniera naturale: “Tutta la mia formazione ha avuto luogo in istituzioni religiose - ci dice - così mi sono trovata su un terreno familiare. Viste i miei frequenti riferimenti, ho incontrato un certo numero di madri superiore”.

La vicenda accadde in Francia nel 1895, e mescola austerità e capacità di entrare in un ambiente formativo inusuale. La stessa Catillon conferma che questa ambivalenza traspare anche nel film: “Nonostante le loro diverse personalità, tutti avevano in comune questa miscela di autorità e benevolenza. È ciò che ho cercato di rendere nel personaggio del film”.

Il film riesce anche sopraelevarsi dall’aspetto patologico, per sfociare in quello sociale. “Come accogliamo le differenze?”. È questa una domanda cui il film dà risposta: “attraverso un contesto cristiano, il film mette in evidenza il confronto tra la generosità insegnata e praticata”.

Dopo la morte di Suor Sainte-Marguerite, Marie continuò la formazione: si creò così l’inizio del metodo che dà al bambino gli strumenti per correlare segno e oggetto. Dopo la morte di Marie, fu la sorella a raccogliere i documenti nel libro “Âmes en prison”, donando fama internazionale a Larnay e al suo metodo di riabilitazione.

Il film ha avuto buon successo in Francia data la tematica affrontata. È stato presentato al Festival international del film di Locarno nel 2014: il regista proveniva da successi com “Emotivi anonimi” (2010) e “L'Homme qui rit” (2010).

Brigitte Catillon ci parla poi della cinematografia francese: alternando teatro. televisione e cinema, afferma di non conoscere molto il cinema italiano. L’attrice ha anche lavorato nel film “La spettatrice” di Paolo Franchi del 2004. “Non conosco molto bene il cinema italiano, nonostante la sua vicinanza. Molti film provenienti da tutto il mondo sono progettati ogni settimana a Parigi. Ho grande ammirazione per il grande Paolo Sorrentino.

L’attrice ha ottenuto una nominata per il César Award come miglior interprete nel 1993 del film “Un cœur en hiver” di Claude Sautet, avendo poi lavorato con Claude Chabrol in “Nightcap” (2000), “Non dirlo a nessuno” (“Ne le dis à personne”, 2006) di Guillaume Canet. Attualmente è al lavoro con Gilles Bourdos, il regista di “Renoir".

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Intervista all'attore Alexandre Nguyen: dal film 'Life' a 'Valerian e la città dei mille pianeti'

Life - Non oltrepassare il limite è il film di Daniel Espinosa con Jake Gyllenhaal, Rebecca Ferguson, Ryan Reynolds, Hiroyuki Sanada e Alexandre Nguyen. La trama segue l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale che deve effettuare esperimenti su un campione giunto da una sonda proveniente da Marte. L'equipaggio ha il compito ...

 

The Sense of an Ending, la scoperta del passato nel film con Charlotte Rampling

The Sense of an Ending è il film di Ritesh Batra con Jim Broadbent, Charlotte Rampling, Harriet Walter. È uscito negli Stati Uniti il 10 marzo. La trama segue Tony Webster (Broadbent), che conduce una vita solitaria e tranquilla, fino a quando i segreti sepolti negli anni emergono. Deve così fronteggiare i ricordi del passato,...

 

Tutto per una ragazza, il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film 'Slam'

Tutto per una ragazza (“Slam”) è il libro di Nick Hornby da cui è tratto il film “Slam - Tutto per una ragazza” ora nelle sale. È stato pubblicato nel 2007: il film è diretto da Andrea Molaioli, e ha nel cast Ludovico Tersigni, Barbara Ramella, Jasmine Trinca e Luca Marinelli. Nel romanzo il prot...

 

Il mostro della laguna nera, costruendo lo Universal Monsters Cinematic Universe

“Il mostro della laguna nera” farà parte della Universal Monsters, l’imponente saga con cui la Universal punta a rilanciare la sua collezione di creature dell’horror “vintage”. Le informazioni su questo reboot per ora scarseggiano; un paio di anni fa si vociferava che Scarlett Johansson fosse stata contatt...

 

Non è un paese per giovani, il film sull'esodo di una giovane generazione

Non è un paese per giovani è il film di Giovanni Veronesi nelle sale, con Filippo Scicchitano, Sergio Rubini, Giovanni Anzaldo, Sara Serraiocco e Nino Frassica. La storia è quella di Sandro, ventenne timido il cui desidero è diventare scrittore. L’amico Luciano è invece estroverso, anche se conserva un mist...

 

Atlanta Film Festival, cultura e cinema nel sud degli Stati Uniti

L’Atlanta Film Festival è il più importante della Georgia, e uno dei maggiori degli Stati Uniti. Comincia oggi e si protrae fino al 2 aprile: tra i film in concorso ci sono “Born River Bye” di Tim Hall, “The Boss Baby” di Tom McGrath, “Cherry Pop” di Assaad Yacoub, “In the Radiant City&r...

 

Tomas Milian, 'Monnezza amore mio' è il libro dell'attore scomparso

Tomas Milian, l’attore scomparso a Miami all’età di 84 anni è stato raccontato in diversi libri. “Monnezza amore mio” è stato scritto dallo stesso attore nel 2014. Descrive la città di Roma, che accoglie i nuovi arrivati ma che sa anche respingerli. Milian racconta come sia fuggito da L'Avana, pa...

 

Recensione del film Elle

Elle è il film di Paul Verhoeven con Isabelle Huppert, Laurent Lafitte, Anne Consigny e Charles Berling (leggi l'articolo sull'incontro con il regista). Paul Verhoeven mostra la propria chiarezza già all’inizi del film, con lo schermo nero invaso dalle urla di Michèle, mentre viene violentata sul pavimento di casa. L&rsq...

 

Baywatch: Zac Efron urlante nel nuovo trailer del film commedia con Priyanka Chopra

Un nuovo trailer è stato diffuso del film “Baywatch”, diretto da Seth Gordon. Nel trailer ci sono i protagonisti Mitch Buchanan (Dwayne Johnson) e Matt Brody (Zac Efron) che pattugliano una spiaggia in California. Quando giunge Victoria Leeds (Priyanka Chopra), manager che vuole trasformare il luogo in una zona residenziale si s...

 

Stockholm, Ethan Hawke e Noomi Rapace nel nuovo film di Robert Budreau

Ethan Hawke e Noomi Rapace saranno i protagonisti di “Stockholm”, il nuovo film di Robert Brudeau. Hawke di recente è apparso nel remake de “I magnifici sette” diretto da Antoine Fuqua, e al momento ha molti altri progetti in ballo: presto lo vedremo in “The Kid”, “First Reformed” (il ritorno a...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni