X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

House of Cards 4, il successo di Frank Underwood nella nuova stagione

26/11/2015 18:02
House of Cards 4 il successo di Frank Underwood nella nuova stagione

House of Cards 4 arriverà sui nostri schermi nel 2016 con una nuova stagione delle avventure presidenziali di Frank Underwood, magistralmente interpretato da Kevin Spacey. Cerchiamo di comprendere i motivi di tanto successo, al di là della trama ben costruita.

House of Cards 4. Prendete i palazzi del potere di Washington D.C., capitale della nazione più influente al mondo, metteteci dentro un attore dal carisma magnetico di Kevin Spacey, una Robin Wright a proprio agio nei panni della conturbante consorte, un torto subito o quantomeno avvertito come tale, una trama che definire accattivante e pruriginosa è poco e un budget decisamente sopra la media. Basta questo a spiegare il successo di "House of Cards" che nel 2016 andrà in onda con la quarta stagione, di certo non l'ultima? Probabilmente no, per comprendere le 9 nomination Primetime Emmy Award, le 4 ai Golden Globe e le 13 agli Emmy Award solo per quanto riguarda le prime due stagioni, occorre analizzare in modo più approfondito.

Successo. Quando un personaggio diviene corrente nel linguaggio comune per definire alcune caratteristiche stereotipiche, cioè diventa proverbiale, siamo di fronte a un fenomeno più profondo del semplice successo commerciale. Frank Underwood oggi, per le persone di Europa e Nord America, è la personificazione del politico del tutto privo di etica e di scrupoli, un moderno Machiavelli in giacca e cravatta che scruta nell'animo delle persone unicamente per trarne vantaggi. La serie tv giusta al momento giusto, se si pensa alla sfiducia che la gente nutre nei confronti dei propri esponenti politici. Se a questo si aggiunge la modalità di distribuzione innovativa con tutti gli episodi di una stagione lanciati in simultanea sulla piattaforma Netflix, favorendo la fruizione massiccia che va di moda oggi, possiamo arrivare a comprendere come mai "House of Cards 4" è diventato per gli amanti del thriller politico quello che "The Walking Dead" è per i patiti dell'orrore.

Nuova stagione. La quarta stagione approderà su monitor e teleschermi nel 2016 e le indiscrezioni non sono molte: si specula su una possibile rivalità tra  Frank Underwood e la ex consorte per la corsa alla Casa Bianca, ma sono solo voci flebili. La terza stagione è stata piuttosto riflessiva e probabilmente la prossima conterrà più azione, ma del resto non sono spari e corse in auto ciò che i fan vogliono vedere. In tanti sono rimasti affascinati dalla facilità con la quale Frank e Claire, all'inizio il capo della maggioranza democratica alla Camera e la dirigente di una piccola organizzazione non-profit, diventino il presidente e la first lady grazie all'abilità di saper leggere magistralmente la psiche degli individui e sfruttarne debolezze e insicurezze.

Trama. Di certo c'è che tra i telespettatori e i personaggi di "House of Cards 4" è stato amore a prima vista: le avventure del deputato alla Camera proveniente da uno stato del Sud hanno ricevuto l'85% nella prima stagione, l'88% nella seconda e il 77% nella terza. Le motivazioni della leggera flessione non sono chiare: più si va avanti e più è difficile stupire il pubblico che probabilmente aveva apprezzato di più le macchinazioni di Frank per salire alla Casa Bianca che non ciò che ha fatto una volta divenuto presidente. Difficilmente, però, Frank se ne curerebbe visto che, per dirla con parole sue, "la democrazia è sopravvalutata".

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

24, la serie di Jack Bauer ha cambiato la tv con il suo stile narrativo e lo split screen

"24" è stata probabilmente la serie tv a sfondo spionaggistico e complottistico che è piaciuta di più, dall'alto dei suoi 192 episodi in otto stagioni; la creatura di Joel Surnow and Robert Cochran è andata in onda dal 2001 al 2010 sulla Fox con protagonista Kiefer Sutherland nei panni dell'agente anti terrorismo Jack Ba...

 

Sanremo 2017, il Dopofestival: novità nel cast artistico

Nella sessantasettesima edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo, in onda su Rai 1 dal 7 all'11 febbraio 2016, si rinnova l'appuntamento con il Dopofestival.  Sanremo 2017, i cantanti in gara Al termine di ciascuna delle cinque serate delle kermesse, va in onda lo show condotto da Nicola Savino e dalla Gialappa's Band, in...

 

Feed the Beast, recensione del primo episodio della serie tv

Abbiamo guardato il primo episodio di "Feed the Beast", basata sulla serie televisiva danese "Bankerot". La fiction sviluppata da Clyde Phillips alterna il fascino del mondo della cucina a dinamiche narrative tipicamente crime. L'ambito culinario è comparso in più occasioni nella serialità italiana, spesso unito ai toni della ...

 

Shades of Blue, l'atmosfera del crime drama negli episodi della prima stagione della serie tv

La prima stagione della serie televisiva "Shades of Blue" è disponibile sulla piattaforma streaming Infinity dal 18 gennaio 2017. La trama è incentrata sulla figura di Harlee Santos, madre single e detective. La sua squadra è guidata dal tenente Matt Wozniak, il quale la guida in azioni al di fuori della legalità. ...

 

Killing Reagan, recensione del film tv

Il film tv intitolato "Killing Reagan" racconta i momenti antecedenti e successivi all'attentato a Ronald Reagan, avvenuto a Washington il 30 marzo 1981. Basato sul libro "Killing Reagan: The Violent Assault That Changed a Presidency" di Bill O'Reilly, offre un'attenta rappresentazione delle conseguenze scaturite dal tentato assassinio del quarant...

 

Una serie di sfortunati eventi, misteri e complotti negli episodi della prima stagione

La prima stagione di "Una serie di sfortunati eventi" (Titolo originale: "A Series Of Unfortunate Events") è disponibile sulla piattaforma streaming Netflix fal 13 gennaio 2017.  La trama della serie televisiva è basata sull'omonimo ciclo di romanzi di Lemony Snicket e segue le vicende dei tre orfani Baudelaire. Il tutore C...

 

Un passo dal cielo, intervista a Nathalie Rapti Gomez: 'i ruoli forti sono i miei preferiti'

La quarta stagione di "Un passo dal cielo" debutta su Rai 1 il 17 gennaio 2017.  Abbiamo intervistato l'attrice Nathalie Rapti Gomez, la quale partecipa alla seconda puntata e interpreta un ruolo da antagonista.  D: Che caratteristiche possiede il tuo personaggio? R: Il mio personaggio si chiama Pam. Fa parte di una banda di narcotraff...

 

Serie TV più viste negli USA: primo posto per la dramedy 'This Is Us'

"This Is Us" conquista la prima posizione della classifica settimanale delle serie televisive più viste negli Stati Uniti. L'undicesimo episodio della dramedy creata da Dan Fogelman, intitolato "The Right Thing to Do" e diretto da Timothy Busfield, ha registrato 10.48 milioni di spettatori.  Il secondo posto è occupato...

 

Le Bureau - sotto copertura, nella nuova serie tv la spia Mathieu Kassovitz infiamma la critica

Questa sera su Sky Atlantic andrà in onda la prima delle dieci puntate di "Le Bureau - sotto copertura", il nome con cui viene distribuita nel nostro paese la serie tv "Le Bureau des légendes" di Èric Rochant che nella madrepatria Francia dove va in onda su Canal+ è già alla terza stagione e sta riscuotendo notevo...

 

Notorious, la serie tv che racconta la commistione tra legge e mondo dello spettacolo

La serie televisiva "Notorious" debutta su FoxLife il 16 gennaio 2017.  Scritta e prodotta da Josh Berman, la fiction segue l'evoluzione del rapporto tra l'avvocato Jake Gregorian e Julia George, produttrice della trasmissione televisiva "Louise Herrick Live", raccontando la risultanza della commisione tra legge e mondo dello spettacolo. &nbs...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni