X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Mostre a Roma: nel Colosseo Quadrato anche sequenze dei film di Fellini per celebrare l'arte del '900

23/10/2015 10:32
Mostre Roma Colosseo Quadrato anche sequenze dei film di Fellini per celebrare l'arte del '900

Il Colosseo Quadrato è il nome usato per il Palazzo della Civiltà Italiana: nella mostra voluta da Fendi per celebrare l'arte del '900 ci sono anche sequenze dei film di Fellini.

Il Colosseo Quadrato, nome usato per descrivere il Palazzo della Civiltà Italiana che si trova Roma diventa sede espositiva di opere d’arte.

Fendi. Gli spazi sono riutilizzati in una mostra organizzata da Fendi, i cui uffici sono stabiliti qui e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma. L'esposizione in corso s’intitola "Una nuova Roma. L'Eur e il Palazzo della Civiltà Italiana", e presenta presenta disegni, schizzi e studi dei protagonisti dell'architettura italiana del Novecento. Non mancano elementi di design, foto d'autore, filmati che tracciano il percorso della mostra.

Mostra. Tra gli artisti esposti ci sono Enrico Prampolini, Gino Severini, Mario Sironi, Francesco Messina. Tra le originali realizzazioni degli anni Cinquanta e Sessanta si stagliano quelle di Pericle Fazzini e Giuseppe Capogrossi.

Le foto che ritraggono il Palazzo, usato più volte al cinema sono quelle di Karl Lagerfeld, Gabriele Basilico, Fabrizio Ferri, Franco Fontana, Andrea Jemolo, Mimmo Jodice, Giulio Pediconi.

Federico Fellini. Fu il regista riminese ad incidere l’iconografia del Palazzo della Civiltà Italiana, con il film “ Le tentazioni del dottor Antonio” del 1962, contenuto nella pellicola film ad episodi “Boccaccio '70”: qui Anita Ekberg si muoveva nel palazzo, uscita dal poster di una pubblicità del latte considerata immorale dal moralista Antonio Mazzuolo; interpretato da Peppino De Filippo. Di Fellini vengono mostrati estratti dei film ambientati qui, assieme a quelli di Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, Michelangelo Antonioni, Elio Petri e Bernardo Bertolucci.

Il Palazzo della Civiltà Italiana è considerato l’icona architettonica del Novecento romano. Dopo l’assegnazione a Roma dell’Esposizione universale del 1942, il governo italiano celebra il ventennale del regime fascista urbanizzando la città nell’asse che portava al mare. Al bando di concorso risultarono vincitori Giovanni Guerrini, Ernesto Lapadula e Mario Romano, ideando un palazzo cubico le cui quattro facciate ospitavano archi: 77 per facciata, con 11 in lunghezza e 7 in altezza. Alla fine divennero 54, e il Palazzo è alto 60 metri con una base di 53.

Tra i film che contengono scene ambientate al Palazzo della Civiltà Italiana ci sono “Roma città aperta” (1945) di Roberto Rossellini, “L'eclisse” (1962) di Michelangelo Antonioni, “8 e mezzo” (1963) di Fellini, “Il ventre dell'architetto” (1987) di Peter Greenaway, “Titus” (1999) di Julie Taymor, “Streghe verso nord” (2001) di Giovanni Veronesi e “Notte prima degli esami” (2006) di Fausto Brizzi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Federico Fellini



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Anthony Quinn, cent'anni fa nasceva l'attore protagonista di Zorba il greco e La strada

Anthony Quinn è stato un attore molto affermato e celebrato, conosciuto soprattutto per i suoi ruoli di uomini duri e sanguigni. Nato in Messico il 21 aprile 1915, da bambino Quinn si trasferì con la sua famiglia a Los Angeles, dove cominciò a lavorare come attore cinematografico negli anni ’30 interpretando alcune parti ...

 

La strada, il film di Federico Fellini che sorpassa il neo-realismo

La strada di Federico Fellini usciva al cinema il 22 settembre 1954, con un cast composto da Giulietta Masina, Anthony Quinn, Richard Basehart e una produzione di Carlo Ponti e Dino De Laurentiis. La trama de La strada di Federico Fellini. La vicenda ruota attorno ad una giovane donna, Gelsomina che a causa dell’indigenza della famiglia &egr...

 

Federico Fellini: Amarcord, il film classico compie 40 anni

Amarcord è il film che usciva nei cinema quaranta anni fa. Era il 13 dicembre del 1973 quando la pellicola diretta da Federico Fellini seminava novità iconografiche al cinema, interpretato da Bruno Zanin, Magali Noël, Pupella Maggio e Armando Brancia. Negli Stati Uniti uscì il 19 settembre del 1974, vincendo L’Oscar ...

 

Fellini, regista della Dolce Vita: a vent'anni dalla morte le celebrazioni continuano

Ricorre oggi il ventesimo anniversario della morte di Federico Fellini, il regista riminese autore di capolavori immortali come "La Strada" (1954), "La Dolce Vita” (≤1960), ”Giulietta degli Spiriti” (1965) e "Amarcord” (1973) Il nome di Fellini non si presta ad equivoci: per chiunque è evocativo dell'età d'o...

 

Ettore Scola: Il Cavaliere della Repubblica rende omaggio a Fellini con un commovente film

Ettore Scola, regista e sceneggiatore considerato l'icona del cinema italiano celebre per aver diretto film come "C'eravamo tanto amati", "Una giornata particolare" e "La famiglia", rende omaggio al collega e amico Federico Fellini in occasione del 26° anniversario della sua scomparsa. Approdato alla Mostra di Venezia, l'artista vuole ricordar...

 

Federico Fellini, il regista 5 volte premio Oscar in un film dell’amico Scola

Federico Fellini torna sul grande schermo per un documentrario realizzato dall’amico regista Ettore Scola. “Che strano chiamarsi Federico” è il titolo, realizzato con un lavoro composito di documentazione e fantasia. Il film è un ricordo e ritratto di Federico Fellini, raccontato da Ettore Scola in occasione del ven...

 

Federico Fellini, anche l’Harley-Davidson del film Amarcord è in mostra a Modena

Federico Fellini e le moto usate nei suoi film sono al centro della mostra che s’inaugura il 18 maggio fino al 9 giugno al Museo Casa Enzo Ferrari di Modena. Si va dal motocarro di Zampanò usato ne “La strada” (1954) e guidato da Anthony Quinn con Giulietta Masina, la Vespa della “Dolce vita” (1959), la Harley D...

 

Federico Fellini, un film di Ettore Scola e la pubblicazione dell’ebook Il libro dei sogni

Ettore Scola, presidente del Bari International Film Festival ha annunciato che realizzerà un film su Federico Fellini. La pellicola s’intitolerà “Che strano chiamarsi Federico” e sarà un racconto del regista riminese, pervaso di ricordi e omaggi. Il film sarà sceneggiato dallo stesso Scola con le figli...

 

Festival di Cannes 2011: diario del terzo giorno, tra invidie familiari e pedofilia

Festival di Cannes 2011: diario del terzo giorno, tra invidie familiari e pedofilia. Nel terzo giorno del festival, dopo la Universal con Puss in Boots è la Disney a monopolizzare i flashes con Johnny Depp e Penelope Cruz che presentano Pirati dei Carabi – Oltre i confini del mare. E la competizione propone storie di rapporti tra adult...

 

Intervista a Giovanni Spagnoletti. Il futuro del cinema

Abbiamo intervistato Giovanni Spagnoletti, docente di Storia e critica del Cinema presso l’Università Tor Vergata di Roma, direttore della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro e autore di svariati saggi e pubblicazioni sul cinema italo-americano contemporaneo, il cinema tedesco e i linguaggi delle nuove cinematografie tra g...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni