X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Suburra, il film sulla malavita romana: intrighi tra mafia, politica e Vaticano

14/10/2015 13:00
Suburra il film sulla malavita romana intrighi tra mafia politica Vaticano

Suburra, il regista acclamato della serie tv Gomorra, Stefano Sollima, dirige una pellicola su Roma e i suoi sporchi giri d'affari. Nel cast nomi del calibro di Pierfrancesco Favino, Elio Germano, Greta Scarano e Claudio Amendola.

Suburra film diretto da Stefano Sollima, tratto dall’omonimo romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini, curatori insieme a Sandro Petraglia e Stefano Rulli anche della sceneggiatura.

Trama. Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), politico corrotto, Numero 8 (Alessandro Borghi), capo di una potente famiglia e Samurai (Claudio Amendola), ultimo componente della Banda della Magliana, nonché uno dei criminali più temuti di Roma, sono invischiati in un’enorme vicenda di speculazione edilizia che trasformerà il litorale romano nella nuova Las Vegas. Per una serie di fatalità verranno coinvolti in questa faccenda persone marginali come Sebastiano (Elio Germano), PR di alto borgo, Sabrina (Giulia Elettra Gorietti), avvenente escort, Viola (Greta Scarano), fidanzata di Numero 8, e persino Manfredi (Adamo Dionisi), boss di una temibile famiglia di zingari. Le vite di questi personaggi si incroceranno e imploderanno uno ad uno: in sette giorni la loro esistenza cambierà per sempre.

Recensione. Ai tempi dell’Antica Roma, la Suburra era un vasto quartiere dove si condensavano i traffici clandestini tra malavita e potere. Come allora la criminalità regna incontrastata nella città vista da Stefano Sollima: mafia, politica e Vaticano sono strettamente legati ed ogni forma di moralità viene dissipata per interessi economici e personali. A partire da questo mondo realistico si snodano le vicende di questa crime story, un racconto che dopo i recenti fatti di Mafia Capitale sembra essere quanto mai premonitore (erano in corso le riprese quando la cronaca ha superato la finzione). Lo sguardo del regista non si vuole soffermare unicamente sul degradante contesto, ma cade inevitabilmente sui personaggi della vicenda e sulla loro veloce implosione. Ognuno di loro tende alla sua massima realizzazione e sopravvivenza, al di là dell’etica e della legalità: ogni valore cade di fronte al potere. Ma questo questo circolo vizioso porta al loro rapido declino, la cui analisi è approfondita e studiata seguendo modalità che possono essere appannaggio solo di chi ha avuto a che fare con il mondo della serialità; sono servite perciò a Sollima le convincenti stagioni di “Romanzo Criminale” e “Gomorra”. Una pellicola di un certo spessore quindi, capace di suggestionare lo spettatore anche grazie ad estetica e tecnica impeccabili, che finalmente portano il cinema italiano ai livelli tanto agognati del cinema all’americana.

La serie tv. Proprio questo mese è stata annunciata l’uscita nel 2017 della serie tv basata sul film, la cui produzione sarà presa in carico da Cattleya e Netflix. Non a caso la notizia è uscita in questi giorni, è infatti prevista per il 22 ottobre l’apertura della piattaforma streaming così famosa in America e della quale “Suburra” sarà la prima serie prodotta per l’Italia.

 
© Riproduzione riservata
Home
 



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Anticipazioni Qualunque cosa succeda: Ambrosoli ucciso, Sindona in carcere

Qualunque cosa succeda miniserie E' in prima serata su Rai 1 l'appuntamento con la seconda e ultima puntata di Qualunque cosa succeda, miniserie volta a raccontare una vicenda diventata un pezzo della storia italiana: quella di Giorgio Ambrosoli, avvocato milanese nonchè commissario liquidatore della Banca Privata Italiana travolta dal crack...

 

Pierfrancesco Favino, ha perso 20 kg grazie al teatro: torna sul palco al Manzoni

Piefrancesco Favino aveva preso circa 20 kg per il film 'Nessuna pietà' e ha dichiarato che se è riuscito a perderli e tornare in forma è solo grazie al teatro. sarà infatti in scena, dopo 10 anni di lontananza al teatro Manzoni di Roma.  'Servo per due'. Pierfrancesco Favino andrà in scena al teatro Manzoni...

 

Senza nessuna pietà recensione film, Pierfrancesco Favino protagonista a Venezia 71 con un noir romantico

Senza nessuna pietà film diretto da Michele Alhaique, una produzione Lungta Film e PKO con Rai Cinema, e presentato alla 71ª Mostra Internazionale del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti. Senza nessuna pietà trama, noir atipico. Mimmo è un muratore che come secondo lavoro si occupa di recupero crediti nei sobborghi ...

 

Piefrancesco Favino: ingrassato e in canottiera è il criminale Mimmo nel film 'Senza nessuna pietà'

Pierfrancesco Favino, canottiera, qualche chilo di troppo e barba lunga, così si presenta nel film 'Senza nessuna pietà' l'opera prima di Michele Alhaiqu che uscirà l'11 settembre. Nel film l'attore interpreta un criminale che cerca di redimersi. Trama film 'Senza nessuna pietà'. Mimmo (Pierfrancesco Favino) &egrav...

 

Gomorra, la serie televisiva Sky contro la mafia merita il titolo di più vista di sempre

Gomorra. “Gomorra – La serie” ha preso il via lo scorso 6 maggio in prima serata, andando in onda su Sky Cinema 1 e su Sky Atlantic. Dodici episodi che sono volati registrando un enorme successo: tale serial televisivo risulta addirittura il prodotto di tal genere targato Sky più visto di sempre! Serie. “Gomorra &nda...

 

Pierfrancesco Favino, family man come Brad Pitt e Clay Regazzoni in Rush di Ron Howard

Pierfrancesco Favino ha affiancato il mitico Brad Pitt in “World war Z” e dice di essere, come lui, un “family man”, ossia un papà protettivo e accudente con le sue due figlie. L'esperienza lavorativa vissuta accanto all'intramontabile sex symbol di Hollywood gli è piaciuta: lo definisce umanamente piacevole e ...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni