X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain videogame per PS4 e Xbox One: il saluto di Hideo Kojima

13/10/2015 14:00
Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain videogame per PS4 Xbox One il saluto di Hideo Kojima

Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain è l'ultimo capolavoro di Hideo Kojima per Konami, nella violenta resa dei conti di Big Boss. Grafica cinematografica e una struttura open-world portano novità nel gameplay della serie

Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain games, dopo mesi di discussioni e addii, l’ultima fatica di Hideo Kojima, creatore e ideatore della saga Metal Gear, arriva su PS4 e Xbox One. Una delle serie videoludiche più apprezzate a livello di critica e pubblico, nata nel 1997 su MSX2, compie un enorme balzo in avanti grazie ad un nuovo modo di concepire il brand Metal Gear Solid, consolidatosi negli anni con capolavori narrativi e tecnici. Le numerose novità, a livello di struttura e di missioni, portano uno sviluppo del gameplay non lineare, con una storia diluita nel corso delle decine di ore necessarie a completare l’avventura di Big Boss.

Trama, Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain parte dalla conclusione di Ground Zeroes, capitolo uscito lo scorso anno, vero e proprio antefatto alle vicende del quinto episodio. L’attacco alla base di Big Boss da parte di forze armate e lo scontro tra due elicotteri lo conduce in coma e, dopo nove anni, i suoi occhi tornano ad aprirsi. L’ospedale dove si trova il protagonista viene assalito da alcuni soldati con poteri paranormali, mentre Big Boss cerca di fuggire, strisciando, lungo gli asettici e luminosi corridoi. Metal Gear Solid 5 vede il ritorno di alcuni personaggi storici, tra cui Ocelot e Miller, più alcuni nuovi volti come il cecchino Quiet e la presenza della Mother Base, struttura al largo dell’oceano, base strategica di Big Boss e dei suoi Diamond Dogs.

Gameplay, Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain stravolge la struttura a corridoi e di ambienti dei vecchi capitoli, portando su schermo un mondo open-world da esplorare liberamente. Avremo così a disposizione due macro-regioni, Afghanistan e Somalia, dove strutture, edifici e punti di interesse possono essere affrontati durante missioni secondarie o della storia principale. L’intera narrativa si incastra alla perfezione nel mondo di gioco messo in piedi da Kojima, ricco e sempre credibile, che si modifica al nostro passaggio, tra animali catturati e collegamenti che vengono interrotti, per agire senza essere scoperti.

Grafica, il nuovo motore grafico proprietario Fox Engine viene sfruttato al massimo in Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain, attraverso ambientazioni curate nei minimi dettagli e dotate di un’illuminazione dinamica fotorealistica. Il ciclo giorno-notte regala scorci di arte videoludica, e le stesse condizioni ambientali vengono gestite in maniera dinamica, influendo sul gameplay e sulle nostre tattiche di infiltrazione. Dove il titolo riesce a sorprendere è comunque nei modelli dei protagonisti, silhouette dal taglio cinematografico, dalle espressioni facciali e mimiche eccellenti. Gli stessi volti, e la regia come sempre impeccabile, regalano un respiro hollywoodiano ad una delle maggiori produzioni nel campo videogaming, l’ultimo degno saluto di Hideo Kojima al brand Konami.

Metal Gear Online, una feature inserita la scorsa settimana, annunciata già da mesi e che espande l’esperienza di Metal Gear Solid 5 The Phantom Pain, è la nuova componente online. I giocatori potranno così scegliere fra tre differenti classi di personaggio, ognuna dotata delle sue caratteristiche e armamenti speciali. Salendo di livello potremo sbloccare nuovi gadget e armi, da utilizzare nelle modalità messe a disposizione da Konami. La proposta videoludica si esprime attraverso il classico deathmatch (Bounty Hunter), il recupero di specifici dispositivi da portare nella propria base (Cloak and Dagger), e il cattura e difendi l’avamposto (Comm Link). Le mappe di gioco sono in totale cinque, offrendo ampi spazi dove agire, per un approccio più action che stealth.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Vertigo Comics nuova miniserie a fumetti, Savage Things

Vertigo comics e DC Comics hanno annunciato l’imminente pubblicazione di una miniserie a fumetti d’azione, dal titolo Savage Things. In questa serie che sarà proposta dal prossimo marzo l’editore statunitense propone la commistione di due generi editoriali, l’horror e lo spionaggio. La trama della nuova serie comics ...

 

Marvel Comics nuova serie a fumetti: The Unstoppable Wasp

Marvel Comics continua la linea di rinnovazione già intrapresa con il lancio di alcuni personaggi di spessore del suo variegato universo a fumetti. Molte sono infatti le nuove serie comics già lanciate nel corso del 2016 e solo a partire dallo scorso dicembre sono state pubblicate alcune nuove serie come Gamora, Hawkeye e Captain Marv...

 

Nintendo Switch, anteprima nuova console Nintendo

Nintendo Switch è la nuova console casalinga e portatile di Nintendo, un ibrido innovativo in ambito videoludico, che unisce il classico intrattenimento da salotto con l’indole portatile della casa giapponese. Il successo planetario di Nintendo DS e 3DS, unito al fallimento di Wii U, ha persuaso la casa di Kyoto ad unire i due mercati,...

 

Diabolik nuovo albo, Visto da lontano

Diabolik compie cinquantacinque anni o almeno tanti ne sono passati da quando le sorelle Giussani hanno dato vita all’intramontabile criminale gentiluomo che negli anni è stato affiancato dalla inseparabile complice e compagna Eva Kant.Nel 2017, in occasione di detta ricorrenza Astorina ripropone un albo commissionato e già real...

 

Intervista all'autore e disegnatore di comic Karl Kesel: 'Harley Quinn è un personaggio esplosivo'

Mauxa ha intervistato l’autore di comic Karl Kesel, che ha lavorato a molte serie della DC Comics, da Superman a Batman, fino ad Harley Quinn: fu lui a portare il personaggio nei comic con Terry Dodson nel 2001. Per la Marvel ha lavorato a Daredevil . Di recente ha lavorato alla serie della Dynamite ”Battlestar Galactica: Gods & Mon...

 

Recensione Notte Oscura: Una storia vera di Batman, la storia autobiografica di Paul Dini

“Notte Oscura: Una storia vera di Batman” è la graphic novel autobiografica dell’autore Paul Dini e con i disegni dell’artista Eduardo Risso, pubblicata dalla Vertigo. In questa bellissima storia dove troviamo Batman in una veste del tutto diversa da quella a cui siamo abituati, Paul Dini ha messo a nudo uno degli epi...

 

Recensione Descender vol.3 Singolarità, il fumetto di Jeff Lemire pubblicato dalla Bao Publishing

Descender vol.3, è arrivato in tutte le fumetterie italiane solo due giorni fa con il nuovo volume della saga fantascientifica scritta da Jeff Lemire e disegnata da Dustin Nguyen. Questo fumetto pubblicato dalla casa editrice Bao Publishing ha una cadenza semestrale, nel corso del 2016 sono stati pubblicati i primi due volumi. La bellissima ...

 

DC Comics nuova serie: The Odyssey of the Amazons

Amazzone, principessa e guerriera Wonder Woman è stata ed è tutt’ora uno dei personaggi più noti nel mondo dei fumetti, nata come ambasciatrice di pace. Approdata ultimamente al cinema ed interpretata da Gal Gadot che ha vestito splendidamente i panni dell’amazzone Diana Prince in Batman v Superman: Dawn of Justice....

 

FIFA 17 Team Of The Year, per PS4 e Xbox One: la squadra dell'anno

FIFA 17 Team Of The Year rappresenta l’abituale appuntamento di inizio anno con il videogioco sviluppato da Electronic Arts, che espande la modalità più giocata e apprezzata della serie, FIFA Ultimate Team. Il titolo calcistico, re di vendite nel settore sportivo, spinge forte da quasi un decennio su contenuti e licenze, portand...

 

Mondadori Comics pubblica il ritratto a fumetti Castro

Fidel Castro si è presentato al mondo come l’uomo che si oppose al regime cubano istaurato dal dittatore Batista, salvo poi diventare egli stesso diventare un repressore dei diritti del popolo cubano. Era il 1959 quando Castro, laureatosi in giurisprudenza e giovane avvocato oltre ad aspirante politico, guidò il movimento rivolu...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni