X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Netflix: 'Suburra sarà una delle serie migliori della televisione' dice il direttore Erik Barmack

06/10/2015 13:12
Netflix 'Suburra sarà una delle serie migliori della televisione' dice il direttore Erik Barm

Netflix produrrà la serie tv "Suburra": "sarà una delle serie migliori della televisione" dice il direttore Erik Barmack. La trama è uno spin-off del film di Stefano Sollima, tratto dal romanzo di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.

Suburra sarà la prima serie televisiva prodotta dal servizio di streaming online Netflix, in collaborazione con la Rai e Cattleya.

Trama. La serie in 10 episodi s’incentrerà sulla criminalità organizzata, situato sulla costa romana e la messa in onda avverrà nel nel 2017. In Suburra ci sarà poi un coinvolgimento con la politica, il Vaticano, la mafia, la corruzione, il riciclaggio di denaro, droga e prostituzione.

La serie è uno spin-off del film “Suburra”, diretto da Stefano Sollima e in uscita nelle sale italiane il 14 ottobre 2015. Il medesimo film sarà disponibile su Netflix lo stesso giorno. Il film racconta la storia di una battaglia che avviene su una città di mare, al di fuori di Roma e dove si sviluppa un paradiso del gioco d'azzardo. La storia coinvolge un membro corrotto del Parlamento, Filippo Malgradi (Pierfrancesco Favino), Numero 8 (Alessandro Borghi) ovvero il capo di una potente famiglia che gestisce il territorio, e Sebastiano (Elio Germano), giovane organizzatore di eventi. Non manca un corrotto leader, chiamato Samurai e interpretato da Claudio Amendola, che rappresenta la fazione più temuta della criminalità organizzata. La corruzione endemica giungerà anche su scala internazionale.

Dichiarazioni. ”Essere su Netflix significa molto per me - ha detto il regista Sollima - anche per l'opportunità di raggiungere un vasto pubblico internazionale”. Per Riccardo Tozzi, fondatore di CattleyaNetflix ha rivoluzionato il modo in cui guardiamo la televisione e quello che guardiamo. Collaborare con loro è una straordinaria opportunità. Cattleya ha già prodotto “Gomorra”, di cui si sta realizzando la seconda stagione,e “Romanzo criminale”. Per il direttore della RAI Antonio Campo Dall’Orto “questa collaborazione dimostra il nostro nuovo orientamento strategico di innovazione per competere in Italia e all'estero. La televisione si sta trasformando, abbiamo bisogno di stare in prima linea e ridefinire il nostro ruolo”.

Erik Barmack, vice presidente di Netflix ha detto che “Suburra è una storia coinvolgente che si rivolge agli utenti di Netflix in Italia e nel mondo (...) Siamo entusiasti di collaborare con la RAI e Cattleya e con alcuni tra i migliori narratori in Italia distribuendo non solo il loro film, ma anche una serie che sarà tra le migliori della televisione”.

Giancarlo De Cataldo. Lo scrittore assieme a Carlo Bonini è autore del libro “Suburra”: “Il nostro romanzo è un viaggio nel cuore nero di Roma - ha detto De Cataldo - per scoprire e portare alla luce molti degli scandali attuali, con largo anticipo rispetto a quando vengono divulgati”.

Netflix ha oltre 65 milioni di spettatori al mondo, in più di 50 paesi con più di 100 milioni di ore di show televisivi e film al giorno, tra cui serie originale, documentari e lungometraggi. La fruizione avviene su qualsiasi device connesso a, potendo riprodurre, mettere in pausa e riprendere la visione, senza pubblicità.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Stefano Sollima



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni