X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Dove eravamo rimasti, Jonathan Demme dirige una Meryl Streep decisamente rock

10/09/2015 09:00
Dove eravamo rimasti Jonathan Demme dirige una Meryl Streep decisamente rock

Dove eravamo rimasti, Jonathan Demme dirige una scatenata Meryl Streep nella parte di una rocker un po' datata, che ritrova dopo anni ex-marito e figli.

Dove eravamo rimasti (Ricki and The Flash) film diretto da Jonathan Demme (premio Oscar alla regia per Il Silenzio degli Innocenti) e sceneggiato da Diablo Cody (Oscar alla migliore sceneggiatura per Juno). La storia sembra essere ispirata alla suocera della sceneggiatrice, che faceva parte di una band locale in New Jersey. La pellicola è stata presentata in anteprima mondiale al Festival del film di Locarno il 5 agosto, e successivamente alla 72ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Dove eravamo rimasti trama. Ricki Rendazzo (Meryl Streep) è una donna di mezza età, chitarrista e cantante di un gruppo, che ha sempre inseguito il suo sogno di diventare una rockstar di successo, anche a discapito della propria famiglia. Richiamata a casa dall’ex-marito (Kevin Kline) a causa della depressione della figlia (Mamie Gummer), da poco abbandonata dal marito, Ricki si ritrova ad affrontare i fantasmi del passato, e a cercare di ricucire i rapporti anche con i due figli maschi: impresa tutt’altro che semplice.

Dove eravamo rimasti recensione. Fare rock non è una cosa per soli giovani aitanti, Rolling Stones e AC/DC ce lo avevano già insegnato. Ma vedere Meryl Streep, che sappiamo essere molto attaccata al mondo della musica (vedi Mamma Mia e Into the Woods), con giacca di pelle, extension, trucco pesante e chitarra elettrica in pugno fa tutto un altro effetto. È vero, la storia non è del tutto originale, ma racconta un dramma reale e sentito, interpretato magistralmente da colei che forse può essere ritenuta la migliore attrice di sempre, affiancata eccezionalmente dalla figlia Mamie Gummer. Inoltre le performance musicali sono di alto livello e coinvolgenti, e snocciolano un repertorio che va dal folk, al rock, fino a delle cover di alcune hit contemporanee. Una pellicola sorprendente, sulla voglia di redenzione e l’amore che lega indissolubilmente la madre ai propri figli.

Dove eravamo rimasti Meryl Streep. Un’attrice immensa, questa è forse l’unica definizione adatta a questo mostro del grande schermo, che con questa performance dimostra ancora una volta la sua poliedricità. Vincitrice di tre premi Oscar, e candidata a ben 19 in tutta la carriera (suo è il record), si è immersa in questa avventura insieme alla figlia Mamie Gummer (Effetti Collaterali), che ha scelto di seguire le sue orme. Il regista, per ottenere il massimo del realismo, ha voluto che le due non parlassero mai delle scene al di fuori del set; la somiglianza fisica poi fa tutto il resto. Osserva la Streep: “È difficile entrare nell’industria del cinema con una madre così importante a Hollywood, ma i figli hanno una visione particolari dei genitori e non tendono a metterli su un piedistallo. Quindi, per lei trovare una motivazione per essere arrabbiata con me, e produrre rabbia per il suo personaggio... beh, non credo sia stato difficile!”

Dove eravamo rimasti Diablo Cody. Particolare la vicenda che interessa la sceneggiatrice, laureata in comunicazione, dopo diversi lavori, trova occupazione come spogliarellista, esperienza che la donna descrive nel proprio blog The Pussy Ranch, che diventa un vero e proprio cult. Le sue pagine sono così tanto visualizzate che decide di prendere in mano la propria vita e scrivere un libro, intitolato “Candy Girl - Memorie di una ragazzaccia perbene”. Il vero successo però arriva grazie allo script di Juno, grazie al quale vince un Oscar. Una donna che si è ricostruita una vita, vicenda che la avvicina alla protagonista del suo ultimo film, come afferma lei stessa: “Capisco bene cosa si prova ad essere una persona che è separata dalla persona che si era originariamente. Anch’io ho due capitoli distinti nella mia vita: nel Midwest sono Brook, mentre a Los Angeles sono Diablo Cody e lo sono da ben otto anni. A volte ho problemi ad integrare queste due identità – quindi capisco bene cosa prova Ricki”.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Meryl Streep, Diablo Cody
Film correlati
Into the Woods



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Meryl Streep rocker da urlo in anteprima mondiale al Festival di Locarno

Meryl Streep rocker doc. Anteprima mondiale per Ricki and the Flash che il 5 agosto in Piazza Grande inaugura il sessantottesimo Festival di Locarno. Protagonista del film è Meryl Streep, diretta dal regista Premio Oscar Jonathan Demme (Il silenzio degli innocenti, 1991) per la sceneggiatura di un altro Premio Oscar, Diablo Cody (Juno, 2008)...

 

Suffragette con Carey Mulligan e Meryl Streep, il film sulle donne che hanno cambiato la storia al London Film Festival

Suffragette inaugurerà il prossimo London Film Festival. È stato scelto, infatti, come film di apertura il 7 ottobre - il festival proseguirà fino al 18 ottobre. Diffuso il trailer, mentre nelle sale il film diretto da Sarah Gavron arriverà il 30 ottobre. Clare Stewart, direttrice del London Film Festival, ha motivato la...

 

Into the Woods, Disney porta il musical cult di Broadway a Hollywood

Into the Woods film diretto da Rob Marshall, scritto da James Lapine, tratto dal musical di Stephen Sondheim e James Lapine che ha debuttato a San Diego nel 1986. Into the Woods trama. In un regno lontano lontano vivono il Fornaio e sua moglie, che da molto tempo cercano di avere un figlio, ma senza riuscirci. Un giorno una terribile strega si pre...

 

Into the Woods anteprima film, Rob Marshall porta il mondo incantato sul grande schermo

Into the Woods. Dopo Cenerentola a firma di Kenneth Branagh, arriva un'altra pellicola di casa Disney: Into the Woods per la regia di Rob Marshall che sul grande schermo ha portato precedenti musical di successo come Chicago (2002) e Nine (2009). Trama. Into the Woods è stato definito come una sorta di medley delle fiabe più amate de...

 

The Conjuring 2: The Enfield Poltergeist, a breve primi ciak per il sequel de L'evocazione

The Conjuring 2: The Enfield Poltergeist horror di James Wan. Una vacanza fa bene a tutti: ne è certo anche il talentuoso nuovo mago del brivido James Wan, artefice della saga di "Saw" e di uno degli horror di maggior successo commerciale degli ultimi anni (nonchè insolitamente apprezzato dalla critica,) ovvero "L'evocazione- The...

 

Into the Woods anteprima film, Meryl Streep e Johnny Depp insieme nel musical fiabesco targato Disney nei cinema a Pasqua

Into the Woods anteprima film. “Maleficent” docet: il planetario boom del film con la cattivissima Angelina Jolie incentrato sulla memorabile antagonista de “La bella addormentata nel bosco” ha dato il definitivo via a una moda ormai dilagante in quel di Hollywood, ovvero del ritorno in auge del genere fantasy. In questa sci...

 

Serie Tv The Comeback: torna Lisa Kudrow, l'indimenticabile Phoebe di Friends

The Comeback nuova stagione Lisa Kudrow ci riprova. L’ex Phoebe di Friends è di nuovo la protagonista di The Comeback, la serie tv satirica (la cui messa in onda su HBO è cominciata appena due giorni fa, il 9 novembre) che racconta le vicende di Valerie Cherish, una star delle sit-com degli anni Novanta finita nel dimenticatoio ...

 

Amityville: The Awakening, nel 2015 nuovo capitolo horror della casa più paurosa della storia del cinema

Amityville: The Awakening horror di Franck Khalfoun. Quando “Amityville Horror” uscì al cinema nel 1979, il genere horror aggiunse un nuovo importante tassello alla sua storia. Ispirato ai purtroppo drammatici e reali fatti di cronaca avvenuti in una casa di Long Island cinque anni prima, il film è stato il capostipit...

 

Psicologia e moda: siamo quello che indossiamo, o indossiamo quello che siamo?

Psicologia e moda: quando lo stile diventa fenomeno sociale. “Oh, ma certo, ho capito: tu pensi che questo non abbia nulla a che vedere con te. Tu apri il tuo armadio e scegli, non so, quel maglioncino azzurro infeltrito per esempio, perché vuoi gridare al mondo che ti prendi troppo sul serio per curarti di cosa ti metti addosso”...

 

The Giver - Il mondo di Jonas recensione film, Jeff Bridges e Meryl Streep in un futuro distopico

The Giver - Il mondo di Jonas film diretto da Phillip Noyce (Il collezionista di ossa), tratto dall’omonimo romanzo per ragazzi di Lois Lowry, che ha venduto più di dieci milioni di copie in tutto il mondo. The Giver - Il mondo di Jonas trama tra futuro e passato. In un futuro apparentemente perfetto, l’umanità ha de...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni