X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Moon boy: la commedia dell'amico immaginario

01/06/2015 12:00
Moon boy la commedia dell'amico immaginario

Moon boy: una nuova commedia basata sull'idea di un divertente amico immaginario

Moon boy : è una serie irlandese in onda su Sky emittente inglese ideata, scritta e interpretata da Chris O'Dowd, tratta dalla sua esperienza autobiografica. Racconta le vicende di un ragazzo irlandese, Martin, unico figlio di una famiglia che vive nella contea di campagna dell’Irlanda, tra la fine degli anni 80 e l’inizio dei 90 che ha un amico immaginario di nome Sean.

Moon boy serie tv trama: Martin è un ragazzino al limite dell’odioso. E qui sta la genialità della serie. Non è un personaggio carino che sprigiona simpatia, quanto un bambino saccente e presuntuoso che viene spesso presa di mira dai suoi coetanei, quasi, giustamente. Ha una voce stridula, è supponente e non piace a quasi nessuno. Possiede anche un amico immaginario che avvalora questi suoi atteggiamenti e incoraggia la sua antipatia. L’amico Sean è, infatti, sfigato quanto il ragazzino, lo incita a fare scelte sbagliate e invece di aiutarlo, quasi sempre lo fa finire nei guai.

Moon boy serie tv: Moon Boy è una comedy molto carina. Non tanto originale nell’idea dell’amico immaginario, quanto nell’antipatia dei due protagonisti che, insieme, funzionano a meraviglia. Ben disegnati anche i genitori di Martin e la rappresentazione dell’Irlanda degli anni 80. Specialmente il padre di Martin, un uomo che si riunisce di nascosto, insieme ai padri di altri ragazzi per confrontarsi sulla vivacità e cattiveria dei propri figli. Altro fattore innovativo della serie sono le animazioni dei disegni di Martin che è un bravo disegnatore, appunto, che aiutano nel ritmo della serie. Divertente, ben scritto e ben interpretato.

Moon boy serie tv O’Dowd: molto bravo O’Dowd nel trasmettere il senso di goffaggine suo e del suo piccolo amico, grazie anche ad un fisico, alto e dinoccolato che gli permette di interpretare questo tipo di ruoli. Un po’ triste, un po’ perdente, è capace di restare simpatico nella sua antipatia. Bravissimo anche David Rawle nei panni di Martin, un ragazzino che comunque, cerca con i suoi modi ed i suoi mezzi di trovare la sua strada, di combattere contro i bulli che vorrebbero menarlo, di, in qualche modo, crescere. Insomma, da vedere.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

F Is For Family, la serie animata: il trailer ufficiale della seconda stagione

La seconda stagione di "F Is For Family" sarà disponibile sulla piattaforma streaming Netflix dal 30 maggio 2017.  Creata da Bill Burr e Michael Price, la serie animata propone un racconto ambientato negli anni Settanta e incentrato sulle vicende della famiglia Murphy.   Il trailer ufficiale della seconda stagione è s...

 

1993, intervista a Vinicio Marchioni: 'ci sono i buoni, i cattivi e quelli che non sai da che parte stanno'

"1993" ha debuttato sul canale Sky Atlantic il 16 maggio 2017. Secondo capitolo della produzione originale Sky realizzata da Wildside, propone un articolato racconto della cornice storica e sociale dell'Italia del 1993 tramite la narrazione delle vicende di una coralità di personaggi che agiscono in diversi ambiti, dalla pubblicit&agra...

 

Amici, la semifinale con Luca e Paolo e i TheGiornalisti

La nona e penultima puntata della sedicesima edizione di "Amici" va in onda questa sera su Canale 5.  Sono ancora in gara i cantanti Riccardo e Federica e il ballerino Andreas per la squadra blu, il cantante Mike Bird e il ballerino Sebastian per la squadra bianca. Guarda le immagini Il conduttore Gerry Scotti partecipa ...

 

Cagney & Lacey, quando il protagonismo femminile raggiunse l'ambiente poliziesco

La serie “Cagney & Lacey” (Titolo italiano: “New York New York”) ha rivestito un ruolo significativo nel mercato televisivo internazionale e influenzato lo sviluppo del racconto di genere poliziesco grazie al riconoscimento definitivo del protagonismo di personaggi femminili. Prodotta per sei stagioni e trasmessa dal 19...

 

Twin Peaks, dal 26 maggio il detective Cooper torna all'opera

"Twin Peaks" è molto più di una serie tv: per un pubblico abituato alle rassicuranti sit comedy degli anni settanta e ottanta dove l'incubo peggiore era che il barman sbagliasse il cocktail a Magnum P.I., la storia dell'inquietante cittadina del nord ovest degli Stati Uniti partorita dalla mente di David Lynch ebbe l'effetto di un ele...

 

Facciamo che io ero, prima puntata: tra gli ospiti anche Francesco Gabbani

Il programma televisivo "Facciamo che io ero" debutta questa sera su Rai 2 alle 21.20.  Leggi l'articolo di approfondimento Lo show è condotto da Virgina Raffaele, la quale intrattiene il pubblico con le sue molteplici imitazioni concedendo spazio anche ad altre forme di intrattenimento, dal canto alla danza. La trasmissione vanta la ...

 

Solo per amore, intervista a Elisabetta Pellini: 'credo che ci sia un destino per tutti'

La serie televisiva “Solo per amore - Destini incrociati” va in onda su Canale 5 dall'11 maggio 2017. Leggi la trama Abbiamo intervistato l’attrice Elisabetta Pellini, interprete del personaggio di Raffaella Giuliani.  D: Dopo il successo di “Sorelle” ritorni su Canale 5 con un ruolo complesso e appariscen...

 

Unbreakable Kimmy Schmidt, terza stagione: oltre 12 mila 'mi piace' per il trailer ufficiale

La terza stagione di "Unbreakable Kimmy Schmidt" debutta sulla piattaforma streaming Netflix il 19 maggio 2017.  La trama prosegue nel raccontare le vicende di Kimberly "Kimmy" Schmidt (Ellie Kemper), una donna che dopo aver trascorso molti anni in una setta apocalittica si trasferisce a New York per costruirsi una nuova vita. Creata da...

 

Facciamo che io ero, lo show di Virginia Raffaele guarda alla contemporaneità

Il programma televisivo "Facciamo che io ero" si preannuncia un varietà dallo stile moderno in grado di rispondere alle contemporanee esigenze dell'intrattenimento sfruttando un espediente tematico di indubbio coinvolgimento, l'identità. Al centro dello show c'è Virginia Raffaele, artista poliedrica che ha confermato in p...

 

Selfie - Le cose cambiano, seconda puntata: lo share si mantiene stabile

La seconda puntata della seconda edizione di "Selfie - Le cose cambiano", andata in onda ieri sera su Canale 5, ha registrato 2 milioni 640 mila spettatori con il 15% di share. Il nuovo appuntamento con il programma condotto da Simona Ventura, con la partecipazione straordinaria di Belén Rodríguez, ha raccontato nuovi percorsi di cam...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni