X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Louisiana - The Other Side recensione film, da Cannes il documentario di Minervini

28/05/2015 09:00
Louisiana - The Other Side recensione film da Cannes il documentario di Minervini

Louisiana (The Other Side), Roberto Minervini presenta al Festival di Cannes un documentario drammatico che racconta una società allo sbando tra droga e armi.

Louisiana (The Other Side) film diretto da Roberto Minervini, scritto insieme a Denise Ping Lee, presentato nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 2015.

Louisiana (The Other Side) trama. In un luogo dimenticato da Dio e dalla società, vive una comunità composta da persone disagiate, che vivono nell’illegalità e nell’anarchia; reduci di guerra, drogati, alcolizzati, donne incinta che ballano la lap dance, bambini con un futuro compromesso, paramilitari che attendono la rivoluzione e la morte di Obama. In mezzo a questa fauna vive Mark, succube di una dipendenza da droga chimica, innamorato follemente della propria ragazza e della madre. Vuole uscire da questo incubo, ma non sa come fare. 

Louisiana (The Other Side) recensione. Dopo quella che viene considerata la “trilogia del Texas”, Roberto Minervini decide di spostarsi nei luoghi dove era cresciuto Todd, il padre del protagonista del suo ultimo lavoro, esplorando dunque la Louisiana del Nord. Si addentra fin dal primo fotogramma nell’intimità di Mark, inquadrandolo nudo in una selva alle prime luci del giorno; Il ragazzo è distrutto dall’anfetamina, che riproduce nella sua cucina-laboratorio come un vero chimico e con altrettanta abilità inietta nella sua vena e in quella degli altri. Mark è l’espressione di una comunità arrabbiata, abbandonata dallo Stato, lasciata a marcire nella sua povertà sia economica che culturale. Eppure sopravvive una certa forma di rivalsa, le persone hanno voglia di ribellarsi a questa condizione, ma inevitabilmente ricadono nei loro distruttivi paradisi artificiali, veloci e facili da raggiungere. Questo documentario assume evidentemente dei tratti politici, di forte critica e denuncia, che si fa massima nella seconda parte, quando si entra in contatto con un gruppo paramilitare assetato di rivoluzione, la cui unica principale volontà è veder far saltare la testa di Obama, e magari qualcuno auspica l’avvento di una donna al potere. Sono persone che si barricano nel fanatismo per creare l’altro lato e sopravvivere, per se stessi e per le proprie famiglie, l’ultimo vero baluardo del loro mondo. Minervini riesce però sempre a dare uno sguardo amorevole verso i suoi protagonisti, che per quanto abbiano dei tratti cupi e scabrosi, vivono di emozioni come uomini e donne qualsiasi. E quando gli chiedono come abbia fatto a sceglierli lui risponde: “La scelta finale dei protagonisti è avvenuta in modo naturale. I personaggi sono emersi per la loro voglia di essere ascoltati. Ed ognuno con il proprio modo di essere: alcuni gridando la propria sofferenza, altri mostrandosi per quello che sono come la donna incinta o il ragazzo che sogna di essere soldato; le azioni o i corpi di questi personaggi silenziosi valgono più di mille parole”.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 

Cate Blanchett, è horror il nuovo film tratto da un romanzo

Cate Blanchett dopo il ruolo di Hela nel film “Thor: Ragnarock” lavorerà ad un film horror. “The House with a Clock in its Walls” è tratto da un romanzo del 1973, scritto da John Bellairs. L'orfano Lewis Barnavelt (Owen Vaccaro) si trasferisce nella città di New Zebede, nel Michigan. Qui abita lo zio Jo...

 

Lav Diaz, il nuovo film è un’opera rock

Lav Diaz, vincitore del Leone d’oro al Festival di Venezia 2016 con “The Woman Who Left” è al lavoro al nuovo film, dal titolo "Ang Panahon ng Halimaw" (letteralmente, “La stagione del diavolo”). Il film mescola musica, opera rock e dramma. A produrlo è Bianca Balbuena, che ha già lavorato a &ldqu...

 

Agadah, intervista all’attore del film Alessio Boni

“Agadah” è il film di Alberto Rondalli nelle sale da questa settimana. Mauxa ha intervistato l’attore Alessio Boni, che in queste settimane è anche al cinema con “La ragazza nella nebbia” e la serie tv “La strada di casa”. D. Nel film “Agadah” interpreti Pietro Di Oria. Puoi racco...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1