X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Goat Simulator recensione game per Xbox One: a passo di capra

30/04/2015 14:00
Goat Simulator recensione game per Xbox One passo di capra

Dopo l'uscita su PC arriva su Xbox One il folle simulatore di capra, dove andare in giro liberamente ed esplorare il mondo di gioco senza alcun obiettivo

Goat Simulator games, nell’infinito mondo videoludico, fatto di storie, gameplay, grafica cinematografica, budget hollywoodiani, c’è sempre qualcuno che cerca di riportare al centro dell’attenzione un vecchio concetto: divertirsi. Il videogioco nasce per questo, per intrattenere e far ridere, nella sua accezione più antica e primordiale. Goat Simulator insegue questo obiettivo, quello di regalare al giocatore uno spensierato divertimento, senza prestare attenzione a nulla se non alle sue più strane idee di come far viaggiare una capra, in un mondo di gioco liberamente esplorabile e da vivere. Ma sempre nei panni di una capra.

Goat Simulator gameplay, il gioco ruota attorno ad un semplice concetto, ovvero fare ciò che si vuole. Non che una capra abbia tantissime cose da fare, ma non in questo caso. Le attività o follie che si possono eseguire sono centinaia, da andare su una bici, ad essere un vero e proprio fuoco d’artificio “umano”, a scalare montagne e tuffarsi in deltaplano, ad effettuare strani riti religiosi, tutto sta alla fantasia del giocatore. Potremo interagire, oltre che con lo scenario e paesaggio, anche con le persone che popolano la mappa di gioco, potendo anche essere molto crudeli o generando situazioni di panico in feste o cerimonie. Il team di sviluppo ha messo a disposizione un mondo con cui interagire e avere la libertà di sperimentare, e sullo schermo compariranno le relative statistiche ed evoluzioni in cui metteremo a rischio la vita della nostra capra. Che siamo noi, in verità.

Goat Simulator grafica, il gioco, come ben visto, non si vuole prendere sul serio e la rappresentazione grafica segue una linea di stile colorato e cartonesco. Il risultato finale è comunque piacevole, e nonostante sia una produzione a bassissimo budget la grafica risulta azzeccata e sempre coreografica. Non saranno infatti rare le situazioni di incontrollabile pazzia, in cui avremo su schermo informazioni di gioco su cosa stiamo combinando, che aumenterà l’ilarità generale della produzione, con moltiplicatori e descrizioni che appoggiano il nostro operato.

Goat Simulator bug, solitamente in un videogioco la parte più complessa è quella di evitare che venga immesso nel mercato pieno di bug, ovvero errori tecnici che minano le performance del gioco. In questo caso, dato il progetto completato in pochi mesi e la struttura stessa del titolo, i bug vanno a formare e ad aggiungere divertimento al gameplay stesso, con situazioni ancora più esilaranti e senza senso. La fisica di gioco è pressoché assente, con enormi salti e un’invincibilità quasi robotica del nostro caprino, indistruttibile a differenza dell’ambiente. Nelle numerose interazioni con quest’ultimo, non saranno rare le occasioni in cui la capra si incastrerà nello scenario, con strani ed inquietanti esiti. Corpi che si allungano, teste che rimangono ferme in un punto, cadute che trapassano oggetti e piani di un palazzo, esplosioni che producono reazioni difficilmente realizzabili, vanno a completare il quadro di uno stile spensierato e innocente, che racchiude l’essenza ludica del videogioco.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Fabio Tosti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Ghost in the Shell, il remake hollywoodiano del manga con Scarlett Johansson

“Ghost in the Shell” è il manga cult, realizzato da Masamune Shirow alla fine degli Ottanta, diventato, infine, un franchise comprendente anche videogiochi e romanzi.Ambientato nel XXI secolo, il manga seinen (rivolto a un pubblico adulto) immagina un futuro pieno di incognite, in cui la differenza tra uomo e macchina è in...

 

Wonder Woman: l'intramontabile supereroina tra uscite DC Comics e l'atteso cinecomic

Wonder Woman rimane la supereroina più amata di DC Comics, icona di emancipazione femminile capace di attraversare indenne i decenni dal debutto in “All Star Comics #8” in 1941. Paladina indiscussa della giustizia, ha spento le settancinque candeline l'anno scorso accompagnata da molteplici iniziative per renderle omaggio. Molti...

 

Recensione L'Homme qui tua Lucky Luke una magnifica graphic novel di Mattihieu Bonhomme

“L’Homme qui tua Lucky Luke” è una graphic novel creata dal grande scrittore e disegnatore Mattihieu Bonhomme. Con questa sua opera, uscita in Francia il primo aprile scorso, lo scrittore ha voluto omaggiare lo storico creatore di Lucky Luke, Morris. Inoltre Mattihieu Bonhomme con questa graphic novel ha vinto il premio Sai...

 

Recensione Civil War II una nuova guerra si trova alle porte nell'universo Marvel Comics

Civil War II è iniziato il nuovo grande evento della Marvel Comics, per ora in Italia sono stati pubblicati dalla Panini Comics solo i primi tre numeri di questo grandissimo evento ma le premesse sono veramente fantastiche. Questa nuova Civil War vede contrapposti due grandi personaggi, da una parte come sempre c’è Iron Man e da...

 

For Honor, recensione videogame per PS4 e Xbox One: Cavalieri, Vichinghi e Samurai

For Honor è il videogioco action sviluppato e pubblicato da Ubisoft, un progetto innovativo che unisce epoche e stili di combattimento differenti. La software house francese è, sicuramente, la più attiva e importante casa di sviluppo a presentare annualmente nuove proprietà intellettuali all’interno del panorama vi...

 

Dylan Dog quadrimestrale, un maxi formato comics con tre storie inedita

Bonelli Editore ha comunicato proprio in questi giorni che il prossimo anno Tex Willer compirà settant’anni. Traguardo storico che l’editore italiano si appresta a vivere con la dovuta attenzione. Premura che viene rivolta ai numerosi fan del longevo personaggio Bonelliano. L’Editore ha infatti comunicato che i festeggiamen...

 

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Da non perdere






Ultime news
Recensioni