X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Anthony Quinn, cent'anni fa nasceva l'attore protagonista di Zorba il greco e La strada

21/04/2015 15:00
Anthony Quinn cent'anni fa nasceva l'attore protagonista di Zorba il greco La strada

Anthony Quinn nasceva esattamente cento anni fa: il 21 aprile 1915. L'attore ha vinto due premi Oscar ed è stato protagonista di molti film memorabili, da La strada di Federico Fellini a Zorba il greco di Michael Cacoyannis.

Anthony Quinn è stato un attore molto affermato e celebrato, conosciuto soprattutto per i suoi ruoli di uomini duri e sanguigni. Nato in Messico il 21 aprile 1915, da bambino Quinn si trasferì con la sua famiglia a Los Angeles, dove cominciò a lavorare come attore cinematografico negli anni ’30 interpretando alcune parti secondarie. La sua affermazione arrivò negli anni ’50 con Viva Zapata! di Elia Kazan e da lì in poi lavorò con altri registi importantissimi nel panorama hollywoodiano e internazionale come Cukor, Minnelli e Fellini. Il declino della sua carriera iniziò negli anni ’70, quando cominciò a partecipare soprattutto a film e a produzioni televisive minori. L’attore morì a Boston il 3 giugno 2001.

Anthony Quinn e i premi Oscar. Anthony Quinn fu candidato quattro volte al premio Oscar e in due occasioni vinse la statuetta. L’interprete ottenne l’Academy Awards come “miglior attore non protagonista” nel 1952 per Viva Zapata! (film in cui è nelle vesti del fratello di Emilio Zapata) e nel 1956 per Brama di vivere di Vincente Minnelli, pellicola su Theo van Gogh nella quale la star impersona Paul Gauguin. Quinn ricevette inoltre la nomination come “miglior attore” senza però vincere il premio nel 1957 per Selvaggio è il vento di George Cukor (dramma in cui interpreta la parte di un rozzo contadino del Nevada) e nel 1964 per Zorba il greco di Michael Cacoyannis, forse il suo ruolo più celebre.

Anthony Quinn e il cinema italiano. Tra il 1953 e il 1954 Quinn partecipò ad alcune produzioni italiane, come Cavalleria rusticana di Carmine Gallone, Attila di Pietro Francisi, Ulisse di Mario Camerini (nel quale ha il ruolo di Ancinoo, il re dei Feaci a Scheria) e, soprattutto, La strada di Federico Fellini. Qui l’attore recita al fianco di Giulietta Masina e interpreta Zampanò, un grossolano e scorbutico circense che si esibisce in un numero di forza fisica per le strade della penisola. L’interprete tornerà a comparire in alcune pellicole italiane tra la fine degli anni ‘60 e i ’70, con opere quali L’eredità Ferramonti di Mauro Bolognini, Bluff – Storie di truffe e imbroglioni di Sergio Corbucci e Gesù di Nazzareth di Franco Zeffirelli.

Anthony Quinn regista. Nel 1958 l’attore messicano-statunitense girò anche il suo primo e unico film da regista: I bucanieri, pellicola d’avventura remake de I filibustieri di Cecil De Mille (anche produttore del rifacimento e all’epoca suocero dello stesso Quinn). L’opera è ambientata nel 1812 durante la guerra per la conquista di New Orleans, minacciata dall’Inghilterra. Il protagonista è il pirata Jean Lafitte, che con i suoi bucanieri aiuterà il generale Jackson a sconfiggere l’esercito britannico.

Anthony Quinn artista e scrittore. Durante il tempo libero, Quinn si dilettò a scolpire e a dipingere, ottenendo dei buoni risultati. Infatti, molte delle sue opere hanno ricevuto diversi apprezzamenti, tanto da essere state oggetto di una mostra tenutasi dal 13 giugno al 25 agosto del 2013 al Cape Cod Museum of Art. L’attore ha scritto inoltre due autobiografie: The Original Sin (1972) e One Man Tango (1997).

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Juri Saitta
Home
 
Film correlati
La strada



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

La dolce vita: cast ancora da decidere per il remake del film di Federico Fellini

La dolce vita, film di Federico Fellini del 1960 avrà un remake italo-statunitense, con regista e attori ancora in fase di decisione. La produzione è della Ambi Pictures, assieme a LDM Productions. Remake. L'unica erede di Federico Fellini, Francesca Fabbri Fellini ha confermato che negli anni vari sono stati i tentativi di realizzar...

 

Paolo Sorrentino, 'c'è l'influenza di Fellini' scrive la stampa estera sul film La giovinezza

Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino è stato presentato al Festival di Cannes, ottenendo pareri genericamente positivi. Peter Bradshaw su The Guardian ha definito il film “irto di occasionale debolezza (...) Michael Caine ha un volto imperscrutabile di delusione mondana, che rompe ogni tanto in un sorriso buffo”. L’am...

 

San Marino International Film Festival 2014: dal 24 ottobre al 1 novembre

San Marino International Film Festival 2014. Il concerto di apertura di Emir Kusturica & No smoking orchestra e la presenza Claudia Cardinale hanno inaugurato il San Marino International Film Festival. E oggi l'appuntamento è con il maestro Bruno Bozzetto, punto di riferimento nel panorama dell'animazione.Dal 24 ottobre al 1 novembr...

 

La strada, il film di Federico Fellini che sorpassa il neo-realismo

La strada di Federico Fellini usciva al cinema il 22 settembre 1954, con un cast composto da Giulietta Masina, Anthony Quinn, Richard Basehart e una produzione di Carlo Ponti e Dino De Laurentiis. La trama de La strada di Federico Fellini. La vicenda ruota attorno ad una giovane donna, Gelsomina che a causa dell’indigenza della famiglia &egr...

 

Jack Lemmon: La ragazza del secolo, il film classico di George Cukor con Judy Holliday

La ragazza del secolo (“It Should Happen to You") è il film di George Cukor che uscì nelle sale statunitensi il 18 gennaio 1954. È interpretato da Judy Holliday, Jack Lemmon e Peter Lawford. Trama. Pete Sheppard incontra Gladys Glover a Central Park di New York City, mentre sta lavorando al suo ultimo progetto. Gladys ri...

 

Katharine Hepburn: Scandalo a Filadelfia, il film classico di George Cukor

Scandalo a Filadelfia ("The Philadelphia Story") usciva in Italia sessantotto anni fa. Era il 10 gennaio del 1946, mentre negli Stati Uniti arrivò sugli schermi nel 1940, con un ritardo causato dall’embargo fascista. Il film è diretto da George Cukor, scritto da Donald Ogden da una pièce di Philip Barry e interretato da C...

 

Federico Fellini: Amarcord, il film classico compie 40 anni

Amarcord è il film che usciva nei cinema quaranta anni fa. Era il 13 dicembre del 1973 quando la pellicola diretta da Federico Fellini seminava novità iconografiche al cinema, interpretato da Bruno Zanin, Magali Noël, Pupella Maggio e Armando Brancia. Negli Stati Uniti uscì il 19 settembre del 1974, vincendo L’Oscar ...

 

Fellini, regista della Dolce Vita: a vent'anni dalla morte le celebrazioni continuano

Ricorre oggi il ventesimo anniversario della morte di Federico Fellini, il regista riminese autore di capolavori immortali come "La Strada" (1954), "La Dolce Vita” (≤1960), ”Giulietta degli Spiriti” (1965) e "Amarcord” (1973) Il nome di Fellini non si presta ad equivoci: per chiunque è evocativo dell'età d'o...

 

Ettore Scola: Il Cavaliere della Repubblica rende omaggio a Fellini con un commovente film

Ettore Scola, regista e sceneggiatore considerato l'icona del cinema italiano celebre per aver diretto film come "C'eravamo tanto amati", "Una giornata particolare" e "La famiglia", rende omaggio al collega e amico Federico Fellini in occasione del 26° anniversario della sua scomparsa. Approdato alla Mostra di Venezia, l'artista vuole ricordar...

 

Federico Fellini, il regista 5 volte premio Oscar in un film dell’amico Scola

Federico Fellini torna sul grande schermo per un documentrario realizzato dall’amico regista Ettore Scola. “Che strano chiamarsi Federico” è il titolo, realizzato con un lavoro composito di documentazione e fantasia. Il film è un ricordo e ritratto di Federico Fellini, raccontato da Ettore Scola in occasione del ven...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni