X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

International Women's Film Festival Dortmund-Colonia, l'edizione 2015 volge al termine

18/04/2015 08:00
International Women's Film Festival Dortmund-Colonia l'edizione 2015 volge al termine

La decima edizione dell'International Women's Film Festival, in programma fino al 19 Aprile in Germania, quest'anno ha posto l'accento sul comfort.

International Women's Film Festival 2015. L’International Women's Film Festival è stato ideato per promuovere diversi concorsi ed evidenziare il lavoro di registe e direttrici della fotografia di sesso femminile. Negli ultimi anni, infatti, le donne hanno acquisito molte posizioni rilevanti, sia creative che direttive, in tutti i settori della produzione cinematografica. Quest’anno si celebre ala decima edizione della kermesse.

International Women's Film Festival 2015, Comfort. Il tema principale su cui si sofferma l’International Women's Film Festival 2015 è il comfort, cioè il desiderio di comodità dell’essere umano, qui inteso come intenzione di migliorare il proprio tenore di vita. La kermesse considera inoltre come il divario tra ricchi e poveri continua ad allargarsi: solo l'1% della popolazione mondiale, infatti, possiede il 50% della ricchezza del mondo: Chi paga per il benessere, il comfort delle persone che vivono nelle benestanti società? Dato che il lavoro viene prima del comfort, il festival invita a domandarsi a quali condizioni lavoriamo e come il tutto influisce particolare la situazione delle donne. Sotto lo slogan “Comfort”, dunque, un’analisi attenta della società dei lavoratori con particolare riferimento alla situazione delle donne nel mondo del cinema.

International Women's Film Festival 2015, programma. L’International Women's Film Festival alterna, su base biennale, l'International Best Debut, cioè il concorso di lungometraggi che si volge a Colonia ed è riservato alle giovani registe di talento, con l'International Feature Film Competition, che si svolge a Dortmund ed è riservato alle artiste con alle spalle un periodo più lungo di creatività. Come di consueto, nella sua sezione tematica, il festival presenta una selezione di 90 film in tutti i generi - dal breve video, pubblicità e saggio per la funzione più piena lunghezza o documentario.

International Women's Film Festival 2015, gli Award. Per quanto riguarda i premi assegnati a Dortmund c’è l’International Feature Film Award (al vincitore vanno 15.000 euro), il Dortmund Documentary Film Award (10.000 euro) e l’Audience Award (1.000 euro). Per quanto riguardo i premi assegnati a Colonia troviamo l’International Debut Fiction Feature Film Award (10.000 euro), il National Directors of Photography Award (5.000 euro) e l’Audience Award (1.000 euro).

International Women's Film Festival 2015, i film in competizione. A contendersi i premi dei film in concorso all’International Women's Film Festival 2015 sono “Eden”, di Mia Hansen-Løve; “Futatsume No Mado”, di Naomi Kawase; “Ella”, di Libia Stella Gómez; “Red Rose”, di Sepideh Farsi; “”Body”, di Małgorzata Szumowska; “Pelo Malo”, di Mariana Rondón; “”Love Island”, di Jasmila Žbanic; “Frailer”, di Mijke de Jong. La giuria di questa sezione è composta da Kate Kinninmont, Amal Ramsis e Lena Stolze.

International Women's Film Festival 2015, i film della sezione Comfort. Sono diverse le sezioni tematiche dell’. “Life´s a Bitch”, in cui vengono presentati i lavori indentarti sul lato oscuro della vita bella; “No More Comfort”, dove sono presenti opere che parlano di schizofrenia. La sezione “Broken Landscapes” pone l’attenzione su processi pieni di contraddizioni e interruzioni, ponendo la questione “chi siamo e che cosa siamo”; i sette film della sezione “Dreams Rewired” collegano la motivazione con la mobilitazione. “9 to 5” racconta l'alienazione del lavoro. Le trisezioni di “Ruhr local” pongono l’accento sulle condizioni in cui le donne nella Ruhr lavoravano e gestivano le famiglie. “Rosa Porten” pone l’accento sull’omonima attrice, sceneggiatrice e resta del cinema muto. “Imaging an Image” sancisce la fotografia come prova, inganno e propaganda. “The All-Nighter” propone corti e animazioni sul tema del comfort. Chiude “Always Together”, che pone l’accento sulla famiglia.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Simone Marri
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Gus Van Sant, il nuovo film è 'Don't Worry'

Gus Van Sant è al lavoro al nuovo film, dal titolo “Don't Worry, He Won't Get Far on Foot”. La vicenda ruota attorno a John Callahan (Joaquin Phoenix), che a 21 anni dopo un incidente d’auto resta paralizzato. Il giovane però non demorde, e comincia dipingere come forma di terapia. Nel cast ci sono anche Jonah Hill...

 

Eva contro Eva, il film sull'apparente disponibilità con Bette Davis

Eva contro Eva è il film di Joseph L. Mankiewicz che usciva nelle sale statunitensi in questo periodo, nel 1950. Alla consegna annuale del premio Sarah Siddons Society ci sono vari drammaturghi, tra cui Addison DeWitt (George Sanders), Lloyd Richards (Hugh Marlowe) e la moglie, assieme e personaggi dello spettacolo tra cui la famosa attrice...

 

Movies Anywhere, la nuova App che centralizza i film

Movies Anywhere è lanciato oggi negli Stati Uniti con cinque studios che forniranno i contenuti. Si tratta di Sony Pictures Entertainment, The Walt Disney Studios (che comprendono Disney, Pixar, Marvel Studios e Lucasfilm), Twentieth Century Fox Film, Universal Pictures e Warner Bros. Entertainment. L’obbiettivo è fornire un'e...

 

Recensione del film Barracuda, la tensione familiare apprezzata dalla critica

Barracuda è il film di Julie Halperin e Jason Cortlund, uscito nelle sale statunitensi in questi giorni e che ha ottenuto un ottimo successo di critica. I primi minuti, con una barca su un lago dorato, un saluto sulla tomba di un uomo dove si versa del whisky si svolgono in silenzio. Quello di cui molti film avrebbero bisogno per essere app...

 

'L'arte deve far riflettere': intervista ad Ori Pfeffer protagonista di 'The Testament'

A Venezia abbiamo avuto l’occasione di intervistare Ori Pfeffer, protagonista di “The Testament”, un film intenso in cui il regista e sceneggiatore Amichai Greenberg riflette sui temi dell’identità, della famiglia e dell’importanza della memoria, sia a livello individuale che collettivo. Pfeffer ha interpretato ...

 

Il miracolo della 34ª strada, per i 70 anni del film nuove immagini

Per i settanta anni dell’uscita del film “Il miracolo della 34ª strada” (“Miracle on 34th Street”, 1947) di George Seaton negli Stati Uniti esce in questa settimana un nuovo dvd e blu-ray. Durante la stagione delle vacanze natalizie un gentiluomo colto, panciuto e una barba bianca (Edmund Gwenn) è assunto ...

 

Recensione del film Il palazzo del Viceré

Il palazzo del Viceré (“Viceroy's House”) è il film di Gurinder Chadha con Hugh Bonneville, Gillian Anderson e Manish Dayal. Louis Mountbatten ( Hugh Bonneville ) arriva nella sua residenza a Delhi nel 1947. È Governatore generale, ossia capo dell'amministrazione britannica della nazione, che è da poco uscit...

 

Film più visti della settimana, le novità sono 'Blade Runner 2049' e 'The Mountain Between Us'

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 6 all’8 ottobre 2017 vede il primo posto occupato dalla novità “Blade Runner 2049” (32.753.122 dollari, leggi la recensione): la storia è quella dell'agente K, replicante che dà la caccia ai vecchi umanoidi Nexus ribelli. Al secondo posto...

 

Jake Gyllenhaal, è un padre in difficoltà nel nuovo film 'Wildlife'

Jake Gyllenhal, l’attore che sta attendo critiche entusiaste per il ruolo da protagonista nel film “Stronger”, interpreterà un padre in difficoltà nel nuovo film “Wildlife”. La pellicola è tratta dall’omonimo romanzo di Richard Ford, pubblicato nel 1990 e ristampato nel 2010 dalla Grove Pres...

 

The Florida Project, il film acclamato dalla critica

The Florida Project è il film di Sean Baker, uscito negli Stati Unti questa settimana. Il film è ambientato in un tratto di strada appena fuori da Disney World, a Miami: la bambina di sei anni Moonee (Brooklynn Prince) vive con la madre ribelle Halley (Bria Vinaite). Abitano vicino al "The Magic Castle", un motel economico gestito da...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin