X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Mia Madre recensione film, toccante e intimo racconto di Nanni Moretti

16/04/2015 09:00
Mia Madre recensione film toccante intimo racconto di Nanni Moretti

Mia Madre, Nanni Moretti scrive e dirige un film toccante e autobiografico che racconta la vita di una regista, Margherita Buy, negli ultimi giorni insieme alla madre morente, impersonata da Giulia Lazzarini.

Mia Madre film diretto da Nanni Moretti (vincitore nel 1993 del Premio per la miglior regia al Festival di Cannes con “Caro Diario”, e nel 2001 della Palma d'oro con “La stanza del figlio”), scritto insieme a Francesco Piccolo (collaboratore di Nanni Moretti ne “Il Caimano” e “Habemus Papam”; ha vinto il Premio Strega 2014 con il romanzo “Il desiderio di essere come tutti") e Valia Santella (già sceneggiatrice di titoli come “Miele”  e “Io ROM romantica”). 

Mia Madre trama. Margherita, regista di mezza età affermata nel suo campo, sta girando un film sul problematico mondo del lavoro, ed aspetta l’arrivo di un noto attore americano, Barry Huggins. La donna è molto impegnata anche sul fronte privato, ha infatti la madre ricoverata in ospedale per una grave malattia, assistita dal fratello Giovanni. Purtroppo l’anziana non ha molto tempo da vivere e ciò turba profondamente Margherita, che non sa come affrontare questo senso di inadeguatezza che l’attanaglia. Intanto le riprese del film diventano sempre più complesse, Barry fatica a ricordare le battute e il suo italiano è alquanto scarso; inoltre la figlia tredicenne ha qualche problema con il latino e a comprendere cos’abbia la nonna, che l’aveva sempre aiutata a studiare. Margherita cerca strenuamente di trovare una soluzione a questo disagio, ma si ritrova sempre più spesso a scontrarsi contro un muro di ricordi e irrealtà.

Mia Madre recensione. Da parecchio tempo l’opinione pubblica discuteva di questo film, soltanto l’idea che un maestro come Nanni Moretti potesse dedicare una pellicola alla madre scomparsa aveva toccato il pubblico e scosso molte anime. Le aspettative sono state rispettate, l’opera commuove con l’abilità che solo un grande regista possiede, quella di non enfatizzare il dolore, di non spiegare ogni emozione con la parola, ma servendosi unicamente del potere delle immagini. Al centro del racconto troviamo le vicende di una donna regista, alter ego di Moretti, costretta a vivere uno dei momenti più complessi della sua vita, quando ogni cosa viene messa in discussione e stravolta, il tempo in cui una tragedia si trasforma in disagio, nella profonda sensazione di essere inadatti al proprio compito e al proprio ruolo. Così Moretti gioca tra finzione e realtà, mischiando vero e finzione così come si attorcigliano nella mente di una persona fragile e indifesa com’è Margherita, costretta ad affrontare questioni finora ignorate, riguardanti se stessa, il modo in cui si relaziona con gli altri e con i più profondi sentimenti. Il potere della pellicola consiste nel mettere a nudo lo spettatore, metterlo di fronte alle proprie paure e timori, trattando la morte sotto i suoi aspetti più intimi e complessi, con un pizzico di ironia e con grande autocoscienza.

Mia Madre cast. Margherita Buy (alla terza pellicola insieme a Moretti dopo “Il Caimano” e “Habemus Papam”) è l’omonima protagonista, mentre Giulia Lazzarini (dal 1960 ha iniziato una collaborazione con il “Piccolo Teatro di Milano”, interpretando ruoli da protagonista sui palcoscenici di tutto il mondo) veste i panni dell’anziana madre malata. Nanni Moretti (solo attore in cinque film, tra cui “Caos Calmo” e “La seconda volta”) riserva per se stesso la parte del fratello Giovanni, mentre a John Turturro è riservato il ruolo dell’attore americano smemorato e capriccioso.

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Nanni Moretti, Margherita Buy
Film correlati
Habemus Papam



 
Galleria fotografica
Articoli correlati

Intervista Mia Madre: Nanni Moretti, ciò che racconti non deve investirti emotivamente

Mauxa intervista il regista e attore Nanni Moretti (Habemus Papam, Caos Calmo), insieme alle protagoniste femminili del cast, cioè Margherita Buy e Giulia Lazzarini, in occasione dell’uscita del loro ultimo film “Mia Madre”, nelle sale dal 16 aprile. La pellicola racconta di una regista donna, divisa tra il lavoro sul set e...

 

Nanni Moretti: solo 277 views per il trailer del nuovo film 'Mia Madre' con Margherita Buy

Nanni Moretti sarà al cinema il 16 aprile con il nuovo film “Mia madre”, di cui è stato pubblicato il trailer su YouTube. YouTube. Il trailer del film di Nanni Moretti ha totalizzato solo 277 visualizzazioni su YouTube: il video è stati caricato il 26 marzo 2015. Qui si mostra la protagonista Margherita Buy nel ruo...

 

Nanni Moretti, fratello della regista Margherita Buy nella trama del nuovo film Mia madre

Nanni Moretti con il suo nuovo film dal titolo “Mia madre” sarà nelle sale cinematografiche il 16 aprile 2015. Trama film Mia madre. La storia del film s’incentra su una regista di successo, interpretata da Margherita Buy: la donna nella vita privata ha una situazione complicata, e nella casa è in balia della madre ...

 

Libro Terre rare di Sandro Veronesi: una nuova avventura per il protagonista di Caos calmo

Terre rare (Bompiani) di Sandro Veronesi. Sandro Veronesi torna in libreria con Terre rare edito da Bompiani. A nove anni di distanza da Caos calmo, vincitore del Premio Strega nel 2006, ritroviamo Pietro Palladini intrappolato in una situazione paradossale: senza patente, socio, compagna, con la Finanza alle calcagna e la figlia scappata da casa. ...

 

John Turturro, con Sofia Vergara è Gigolò e doppio attore per Nanni Moretti

John Turturro è a Roma nelle doppie vesti di attore e regista. È infatti nel cast del nuovo film di Nanni Moretti, “Mia madre” accanto a Margherita Buy, Elena Cotta e Giulia Lazzarini.  Gigolò per caso. È anche il regista di “Gigolò per caso”, interpretato da Woody Allen e incentrato ...

 

Nanni Moretti, un libro racconta lo sguardo morale del regista 60enne

Nanni Moretti che il 19 agosto compie sessant'anni è uno degli autori cinematografici dalla più folta pubblicistica. Il libro per antonomasia che racconta la sua carriera filmica è “Nanni Moretti” di Flavio de Bernardinis per Edizioni Il Castoro, che crea una panoramica dettagliata della sua produzione. Altro volum...

 

David di Donatello, Margherita Buy ne ha perso uno. Stasera va in scena la cerimonia di premiazione

Questa sera andrà in scena la cerimonia di premiazione della 57esima edizione dei Premi David di Donatello. Dalle ore 21.10 sarà possibile seguire l'evento su Raiuno, in diretta dagli studi Rai della Dear a Roma. Condurrà il duo comico Lillo&Greg.  Il David di Donatello è un premio...

 

Mi Rifaccio Vivo: dopo L'uomo nero, Sergio Rubini ritorna alla commedia

Stasera nelle sale italiane esordisce "Mi rifaccio vivo", la dodicesima pellicola di Sergio Rubini. Attore dotato di grande versatilità e carisma, Rubini si può ormai definire anche un regista affermato e maturo: "Colpo d'occhio" e "L'uomo nero" sono le sue due ultime opere ambiziose e in parte autobiografiche, ambientante nella sua ...

 

Maria Sole Tognazzi dirige Viaggio Sola: Margherita Buy la sua ospite a sorpresa

Maria Sole Tognazzi è la regista di Viaggio Sola, film con la deliziosa Margherita Buy impegnata nel ruolo di Irene, over quarantenne che di mestiere fa l'ospite a sorpresa. Tale personaggio al femminile risulta essere una protagonista in carriera senza figli né marito che, in incognito, si reca come cliente per registrare, giudicare ...

 

cinema: Mi rifaccio vivo. L'ultimo lavoro di Sergio Rubini

Il regista Sergio Rubini ha presentato ieri in anteprima al Petruzzelli in occasione del Bif&st il suo ultimo film "Mi rifaccio vivo", in cui il maestro torna a giocare con la doppia identità facendo leva su una trama dalle sfumature fantasy.La storia ruota intorno alle avventure tragicomiche di Biagio Bianchetti, un imprenditore che ce...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni