X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

L'assassino, l'esordio registico di Elio Petri allo Spazio Oberdan di Milano

17/02/2015 15:00
L'assassino l'esordio registico di Elio Petri allo Spazio Oberdan di Milano

L'assassino è il primo film diretto da Elio Petri, che già al suo esordio affronta i problemi e i vizi della società italiana. La pellicola è con Marcello Mastroianni e Salvo Randone.

L'assassino di Elio Petri allo Spazio Oberdan di Milano. Il 19 e il 26 febbraio lo Spazio Oberdan di Milano proietterà la copia restaurata de L’assassino, film del 1961 diretto e co-sceneggiato da Elio Petri. L’opera è programmata all’interno della rassegna Salvo Randone: un grande attore, dedicata appunto all’interprete siciliano che ha lavorato con alcuni dei più importanti registi italiani, come per esempio Francesco Rosi (Le mani sulla città), Federico Fellini (Fellini – Satyricon), Valerio Zurlini (Cronaca familiare) e, naturalmente, Elio Petri.

L'assassino film trama. In una nottata qualsiasi, l’antiquario Alfredo Martelli rientra nel suo appartamento romano, mette su un giradischi, fuma una sigaretta, si prepara un bagno caldo e si addormenta. Tutto sembra essere tranquillo, almeno fino alla mattina seguente, quando la polizia irrompe nell’abitazione per arrestare l’uomo. Martelli è, infatti, sospettato dell’omicidio di Adalgisa De Matteis, una donna dell’alta società con cui il protagonista aveva una relazione e qualche debito da saldare. Da qui in poi il film prosegue alternando le sequenze dell’interrogatorio ad alcuni flashback che ricostruiscono parte della vita dell’imputato, il quale si rivela uno scaltro, cinico e bugiardo arrampicatore sociale.

Marcello Mastroianni protagonista. A interpretare Alfredo Martelli è Marcello Mastroianni, che 1961 era già una star affermata e riconosciuta, grazie a film come I soliti ignoti di Mario Monicelli e La dolce vita di Federico Fellini. Nella pellicola di Elio Petri, l’attore alterna diversi registri interpretativi con vari gesti, movenze e sguardi, arricchendo così il personaggio di sfumature e sfaccettature: latin lover falsamente romantico e tormentato con le amanti, compiacente e deciso “uomo d’affari” con clienti e fornitori, imputato nervoso e quasi nevrotico durante gli interrogatori.

Opera prima di Elio Petri. Se si escludono due cortometraggi girati nel ‘54 e nel ‘57, L’assassino è l’esordio dietro la macchina da presa di Elio Petri, già critico cinematografico per L’unità e collaboratore di Giuseppe De Santis in qualità di sceneggiatore e aiuto regista in Roma ore 11. Negli anni successivi, l’autore avrà un grande successo nazionale e internazionale, soprattutto per opere come Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto (premio Oscar per il miglior film straniero nel ‘71) e La classe operaia va in paradiso (Palma d’oro al festival di Cannes nel ‘72), distinguendosi con un tipo di cinema che coniuga temi politici e sociali con l’originalità del linguaggio filmico. Anche se rispetto ai lavori successivi L’assassino è apparentemente meno “impegnato”, vi si può scorgere comunque il ritratto dell’Italia più cinica e opportunista, che si rapporta con il prossimo solo in base alle proprie convenienze ed esigenze personali. Una critica di costume che il cineasta realizza unendo gli schemi narrativi del poliziesco all’umorismo amaro e graffiante proprio della commedia all’italiana.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Juri Saitta
Home
 
Personaggi correlati
Marcello Mastroianni



Articoli correlati

Libro Ieri, oggi, domani. La mia vita: l'autobiografia di Sofia Loren in libreria

Ieri, oggi, domani. La mia vita di Sophia Loren. Sophia Loren si racconta per la prima volta in un libro: Ieri, oggi, domani. La mia vita, autobiografia edita da Rizzoli appena uscita in libreria. Sophia Loren il sodalizio artistico con Vittorio De Sica e Marcello Mastroianni. Intervistata da Fabio Fazio a Che Tempo che fa, Sophia Loren ricorda la...

 

Marcello Mastroianni: risale al 1700 il casale dell'attore di 2000 mq che è in vendita a Lucca

Marcello Mastroianni, suo il casale risalente al 1700 e messo in vendita con un annuncio su immobiliare.it. In tutto 2000 mq, la villa è immersa nelle colline toscane e il suo prezzo è di 1 milione e 200 mila euro. Casale di Marcello Mastroianni. Immersa nelle colline toscane la villa si sviluppa su una superficie di 860 mq, ma ci so...

 

Festival di Cannes, l'intramontabile Marcello Mastroianni nella locandina, edizione 67 all'orizzonte

Il Festival del cinema di Cannes ha scelto l'immagine di copertina, la sua cover per presentarsi in forma smagliante alla 67esima edizione che si avvicina sempre più. Lo ha fatto usando l'immagine di Marcello Mastroianni, celebre attore reso immortale dai film di Federico Fellini. Paul Newman. La 67esima edizione del Festival del cinema di ...

 

Festival di Cannes 2011: diario dell’8° giorno, This Must Be The Place di Paolo Sorrentino

Festival di Cannes 2011: diario dell’8° giorno, tra pelle sintetica e ricerche naziste. Il Festival che volge al termine, basito dalla situazione innescata da Lars Von Trier per le sue affermazioni anti-semite, propone gli ultimi film in gara. La Piel Que Habito  dello spagnolo Pedro Almodóvar racconta di un chirurgo pla...

 

Federico Fellini: Otto e mezzo, il film classico con Claudia Cardinale e Marcello Mastroianni

Guido Contini si trova in un ingorgo: all'improvviso tenta di uscire dall'auto ma il finestrino è sigillato. Lo ritroviamo in cielo, con una fune che gli strattona la caviglia. Precipita sulla spiaggia. Durante un incontro con un critico d'arte, alle terme di Chiancano, Guido ha la visone di Claudia: una ragazza dal viso candido e disciplin...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni