X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Burnout: recensione del web documentario di Samuel Bollendorff ai confini tra fiction e realtà

04/01/2015 08:00
Burnout recensione del web documentario di Samuel Bollendorff ai confini tra fiction realtà

Samuel Bollendorff è un fotogiornalista e web documentarista che con gli ultimi lavori Journey to the End of Coal (2010) e Burnout - Le Grand Incendie (2013) – con Olivia Colo, film sulla tragica decisione di immolarsi di 30 cittadini francesi, ha esplorato il confine che da sempre divide cinema di finzione e cinema documentario, creando un nuovo modo di vedere e raccontare – interpretare - la realtà.

Samuel Bollendorff, al pari di Erica McDonald, Cristina de Middel e Geert van Kesteren – solo per citarne alcuni - è un fotografo che, negli anni, oltre ad aver portato il fotogiornalismo e la fotografia documentaristica ai massimi livelli tecnici, sia formali che di contenuto, ha anche innovato il linguaggio espressivo della fotografia documentaria, esplorando e inquadrando sotto una nuova luce il sottile confine che da sempre, dalla nascita della fotografia e del cinema, ha tradizionalmente diviso realtà e finzione

Burnout - Le Grand Incendie Regia Vincitore del Visa D'Or Frane 24 – Rfi 2014 e selezionato, tra gli altri, al Web Program Festival 2014, all'IDFA di Amesterdam e allo Sheffield DocFest 2014, “Burnout - Le Grand Incendie” è un web documentario che racconta la triste storia di 30 cittadini francesi che, a partire dal 2011, hanno preso la tragica decisione di sacrificarsi, immolandosi spesso sul luogo di lavoro, lasciando dietro di se delle lettere, come estremo e ultimo tentativo di dar voce e risonanza alle proprie parole, ai propri problemi. Nel web documentario di Bollendorff, mentre sullo schermo scorrono le fotografie, le date e i luoghi delle tragedie, intervallate dai diagrammi dei flussi vocali – con i quali si può interagire facendo apparire al di sotto altre immagini, come quelle estratte dai telegiornali di quei giorni - queste lettere sono state lette da attori e personaggi famosi, ben riconoscibili, per non ingannare il pubblico, senza quindi lasciargli credere agli spettatori che siano le vere voci dei martiri

Burnout - Le Grand Incendie Recensione Se, come diceva Roland Barthes in “La Camera Chiara” la fotografia certifica l'esistenza – e la compresenza - del tempo perché il suo referente, l'oggetto fotografato, è stato realmente davanti all'obbiettivo della fotocamera, con “Burnout - Le Grand Incendie” – e con gli altri lavori – Bollendorff muove da una domanda fondamentale per chi fa fotografia, e fotografia documentaria in particolare: come documentare un evento che è ormai lontano nel tempo, e, quindi, tragicamente scomparso? La risposta – vincente – di Bollendorff è stata quella di trovare nuove strutture narrative per esprimere quello che voleva dire, riaffilando i classici mezzi tecnici e espressivi del fotogiornalismo, sfruttando le potenzialità del web, del video e del sonoro, pur mantenendo, allo stesso tempo, il valore di realtà e verità che da sempre – giustamente o no – viene attribuito alla fotografia

L'autore
Biografia Samuel Bollendorff è nato nel 1974. Ha studiato Storia dell'Arte e fotografia alla scuola Louis Lumière. Come fotografo è stato membro della Ceil Public Agency dal 1999 fino alla chiusura nel 2010. Oltre ad essere stato sulle copertine delle più prestigiose riviste di settore e non, come fotografo, tra gli altri, vanno menzionati i suoi reportage AIDS Silence – una serie di ritratti scattati tra il 2000 e il 2003 sulle conseguenze sociali dell'Aids – e il web documentario Journey to the End of Coal

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Altri articoli Home

'Nasty Women', Anne Hathaway e Rebel Wilson sul set dirette da Chris Addison

Le riprese procedono a gonfie vele sul set di “Nasty Women”, la nuova commedia con Rebel Wilson e Anne Hathaway. Tra le due attrici sembra esserci una grande intesa, come dimostra il selfie con la collega postato qualche giorno fa da Wilson su Twitter, accompagnato dal messaggio: “È stato magnifico trascorrere gli ultimi me...

 

Dunkirk, in previsione degli Oscar 2018 il film esce in 50 cinema

Dunkirk di Christopher Nolan sarà distribuito nuovamente negli Stati Uniti in previsione della stagione degli Oscar 2018 (leggi l'intervista all'attore). La Warner Bros. ha confermato che uscirà in 50 cinema IMAX e 70mm a partire dal 1 dicembre, a New York, Los Angeles, Chicago, San Francisco. Si prevede che dal 24 gennaio 2018 - gio...

 

The Florida Project, intervista al regista del film Sean Baker

The Florida Project è il film di Sean Baker che ha ottenuto un ottimo consenso di critica. Interpretato da Willem Dafoe, è ambientato in un tratto di strada appena fuori da Disney World, a Miami: la bambina di sei anni Moonee (Brooklynn Prince) vive con la madre Halley (Bria Vinaite). Abitano vicino al "The Magic Castle", un motel eco...

 

Jennifer Lawrence e Emma Stone insieme in un film

Durante la tavola rotonda organizzata da The Hollywood Reporter, le attrici Jennifer Lawrence ed Emma Stone hanno affermato di voler lavorare ad un progetto insieme. L’incontro è avvenuto il 15 novembre, e vi hanno partecipato anche Mary J. Blige, Jessica Chastain, Allison Janney e Saoirse Ronan. "Mi piacerebbe molto. Continuo a...

 

Recensione del film ‘Most Beautiful Island’

Most Beautiful Island è il film di Ana Asensio uscito in questo giorni nelle sale statunitensi, ben accolto dalla critica. Lo stile è documentaristico, con la macchina da presa che pedina la protagonista Luciana (la stessa Ana Asensio) tra le peregrinazioni della metropoli di New York. Lei è immigrata ispanica, e nella citt&a...

 

Recensione film DC Comics, Justice League

Justice League è il film tratto dall’omonima serie a fumetti che unisce alcuni degli eroi più importanti della DC Comics in una trama che ha il prevalente scopo di presentare i personaggi al grande pubblico. L’inizio di una nuova ed attesa saga dove l’inevitabile esigenza di calare i protagonisti nella storia e di pr...

 

The Force, David Mamet scriverà il film diretto da James Mangold

La Fox ha annunciato che il 1 marzo 2019 sarà la data di uscita ufficiale di “The Force”, il thriller poliziesco diretto da James Mangold, regista di “Logan” e “Walk the Line – Quando l’amore brucia l’anima”. Il film sarà un adattamento dell’omonimo romanzo di Don Winslow (e...

 

Quentin Tarantino, il nuovo film prevede un budget da 100 milioni di dollari

Per il nuovo film di Quentin Tarantino si è avviata una gara nella scelta del distributore. Dopo lo scandalo sul produttore Harvey Weinstein, la sua società Weinstein Company non si occuperà più della distribuzione dei film di Tatantino, chiudendo una collaborazione avviata nel 1992 con "Le iene”. A contendersi l...

 

Recensione del film The Big Sick

The Big Sick è il film di Michael Showalter con Kumail Nanjiani, Zoe Kazan, Holly Hunter. Kumail (Kumail Nanjiani) è un giovane comico di standup di Chicago, usa la sua auto con Uber e la notte si esibisce. Negli sketch ironizza sulla cultura pakistana, e questo aspetto è tenuto nascosto alla famiglia musulmana.Durante uno spe...

 

Film più visti della settimana, ‘Thor: Ragnarok’ e ‘Daddy's Home 2’ ai primi posti

Il box office ufficiale dei film più visti negli Stati Uniti dal 10 al 12 novembre 2017 conferma al primo posto "Thor: Ragnarok” (212.068.013 dollari,  leggi l’articolo): Thor lotta contro l’ex alleato Hulk, impedendo anche ad Hela di distruggere la civiltà asgardiana. Al secondo posto c’è la novit...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni
http://bs.serving-sys.com/serving/adServer.bs?cn=display&c=19&mc=imp&pli=23215079&PluID=0&ord=[timestamp]&rtu=-1