X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Joe Cocker, Paul McCartney ricorda l'amico 'strabiliante' scomparso a 70 anni

24/12/2014 10:15
Joe Cocker Paul McCartney ricorda l'amico 'strabiliante' scomparso 70 anni

Joe Cocker morto a 70 anni è ricordato da Paul McCartney, che lo definisce "strabiliante". Con lui collaborò a "With a Little Help from My Friends" eseguita a Woodstock: "You Can Leave Your Hat On" è una delle canzoni più famose del cantante.

Joe Cocker scomparso all’età di settanta anni è stato ricordato da Paul McCartney, di cui era amico.

Paul McCartney ha detto di essere rattristato dalla notizia, e ha aggiunto a BBC on-line che ha “amato molto la sua musica”. Ricorda di essere rimasto molto soddisfatto quando Joe Cocker ha deciso di effettuare la cover nel 1968 di “With a Little Help from My Friends”, ribadendo a Denny Cordell - giunto allo studio in Saville Row - che avevano ciò che avevamo registrato era semplicemente strabiliante”.

With a Little Help from My Friends. Sulla canzone - scritta da John Lennon e Paul McCartney nel 1967 e inserita nell’album dei “Beatles Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club Band” - aggiunge che Joe Cocker “l’ha completamente trasformata in un inno dell'anima, e sarò sempre grato a lui per averlo fatto (...) L'ho conosciuto nel corso degli anni come un buon compagno, ero così triste nel sapere che fosse malato. Sono addolorato nel sapere che non c’è più”.

Woodstock. Joe Cocker arrangiò la canzone in stile rhythm'n'blues, in 3/4 e con una introduzione strumentale originale: la eseguì a Woodstock nel 1969, e giunse nelle prime posizioni in classifica. Fu poi quella performance a Woodstock a sancire il suo successo, vincendo in seguito il primo Grammy nel 1983 e un Oscar per il suo duetto con Jennifer Warnes, “Up Where We Belong” utilizzato nella colonna sonora del film di Richard Gere “Ufficiale e gentiluomo”.

Concerti. Il suo ultimo concerto si è tenuto ad Hammersmith, Londra a giugno 2013. Negli anni ha condiviso il palco con i Rolling Stones, Rod Stewart e Jimi Hendrix. Ammise che la vita rockstar ebbe la meglio su di lui, dicendo: “le cose cominciarono a peggiorare nel 1972” dopo aver sperimentato alcune droghe. Ha poi ammesso che è stata la moglie “Pam ad aiutarmi (...) Ero molto giù su me stesso. Lei mi ha fatto capire che la gente ancora voleva sentirmi cantare, e mi ha convinto che potevo sfuggire dalla spirale discendente”.

You Can Leave Your Hat On. Joe Cocker Interpretò anche “You Can Leave Your Hat On”, brano scritto da Randy Newman nel 1972. La canzone fu eseguita per la colonna sonora del film “9 settimane e 1/2” (1986) con Kim Basinger e Mickey Rourke, usato per l’iconica scena dello spogliarello: "You can leave your hat on" significa "puoi tenere addosso il cappello").

Album. L’ultimo album è “Fire It Up” del 2012, pubblicato nel 2012 dalla Sony-Columbia. In Germania otenne il disco di platino per aver venduto duecentomila copie. Joe Cocker assieme alla moglie Pam ha creato la Fondazione Cocker Kids, che raccoglie fondi per la città e le scuole.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elio Grimani
Home
 
Personaggi correlati
Joe Cocker,



 
Galleria fotografica
Da non perdere






Ultime news
Recensioni