X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Dragon Ball: un manga che fa ancora sognare dal 1984 a oggi

21/12/2014 10:00
Dragon Ball un manga che fa ancora sognare dal 1984 oggi

Chi non conosce, almeno di nome, di Dragon Ball? Dal 1989 lo si vede sempre nelle TV italiane, mentre il manga non manca mai nelle edicole dalla seconda metà degli anni novanta. Ma perché questo fumetto ha tanto successo? Beh, perché il suo autore, Akira Toriyama, non ha paura di rischiare e mette tutto se stesso in quello che fa, dando vita ha qualcosa di unico.

Dragon Ball. Tra pochi giorni, proprio alla Vigilia di Natale, uscirà il numero 39 di Dragon Ball Evergreen Edition, edito dalla Star Comics e che terminerà a marzo con il numero 42. La Evergreen Edition non è la classica ristampa, ma una vera e propria nuova edizione, dove è stata rivista l’adattamento grafico e la traduzione dei dialoghi (ora più fedeli all’originale), mentre le copertine e il formato rispecchiano fedelmente quelle del manga del 1984. Come novità all’interno ci sono dei commenti inediti dell’autore, il mangaka Akira Toriyama, oltre al disegno che si compone affiancando le coste di tutti i quarantadue volumi, inedito e originale fatto da Toriyama proprio per questa edizione.

Dragon Ball – Trama. Il protagonista di Dragon Ball è Goku, un ragazzino fortissimo che ha, come caratteristica, una coda da scimmia. Un giorno incontra Bulma, una strana ragazza che decide di usare la forza di Goku per aiutarla a cercare le sette Sfere del Drago. Secondo una leggenda chi riesce a riunire le sfere evoca il drago Shenron che gli dà il diritto di esprimere un desiderio. La trama continua tra nuove amicizie e battaglie con nemici sempre più forti, andando dalla Terra allo spazio (Goku, ben presto, scoprirà di avere origini aliene), percorrendo la crescita del protagonista, che arriva anche a diventare padre e nonno.

Dragon Ball – Manga. Toriyama ha sempre amato i film di kung fu di Jackie Chan e per questo, quando ha dovuto ideare un nuovo manga alla fine del suo celebre Dr. Slump & Arale, ha deciso di incentrarlo sui combattimenti di arti marziali. L’idea iniziale di Dragon Ball si basa sul celebre romanzo cinese Il viaggio in Occidente, già ripreso in diversi manga e anime (la serie animata The Monkey, il fumetto Lo scimmiotto di Milo Manara e Saverio Pisu, anche il celebre anime Starzinger): Goku è, ovviamente, il re delle scimmie Son Goku, mentre Bulma è il monaco Sanzo. Inizialmente Dragon Ball doveva durare solo un anno e terminare con l’evocazione del drago, dopo aver recuperato tutte e sette le sfere, ma il successo dell’introduzione del Torneo Tenkaichi ha fatto continuare la storia con diverse edizioni e nuovi nemici. Più il manga otteneva consensi, più Toriyama ha iniziato ad andare avanti per forza d’inerzia, senza programmare in anticipo la trama e gli eventi salienti. Anche lo stile di disegno pian piano cambia, diventando sempre meno dettagliato, ma più veloce e lineare, fino a giungere a una conclusione un po’ forzata.

Dragon Ball – Anime. Due anni dopo l’uscita del primo volume di Dragon Ball, la Toei Animation decise di realizzarne l’anime. Dragon Ball divenne, nel 1986, una serie televisiva e comprendeva la prima parte del manga, quando Goku sconfigge Piccolo (nella traduzione italiana dell’anime è diventato Junior) e si sposa con Chichi (si pronuncia Cici poiché l’H, in giapponese, addolcisce, ma purtroppo nella traduzione italiana il nome è letto male e diventa Kiki). La seconda parte del manga, quando Goku è già sposato con prole, prende il nome di Dragon Ball Z (deciso da Toriyama stesso) e termina con il finale del manga. Il grande successo ottenuto dalle due serie spinge la Toei Animation a creare una terza serie: Dragon Ball GT. Questa nuova serie prosegue gli eventi del manga in modo autonomo, comunque Toriyama ha ideato il logo e il titolo, inoltre ha creato il character design dei personaggi. Nel 2009, per il ventesimo anniversario della prima messa in onda di Dragon Ball Z, la Toei ha deciso di dare nuovo lustro alla seconda serie. Così Dragon Ball Z diventa Dragon Ball Kai, completamente restaurato e rimasterizzato, inoltre sono state eliminate le scene aggiunte che non comparivano nel manga per renderlo più simile al lavoro di Toriyama.

Dragon BallAkira Toriyama. Akira Toriyama è un mangaka di talento che ha influenzato, con i suoi lavori, molti altri fumettisti giapponesi. Nel 1981 vince lo Shogakukan Manga Award (uno dei premi più importanti in Giappone per i manga) con il suo Dr. Slump & Arale e nel 2013 vince il premio speciale Grand Prix de la ville d’Angoulême (premio assegnato durante il Festival International de la bande dessinée d’Angoulême, seconda manifestazione de’Europa dedicata al fumetto e terza nel mondo, a un fumettista per il suo contributo nel mondo dei fumetti). Toriyama si distingue soprattutto perché ama andare controcorrente e non si fa problemi a correre dei rischi, per questo motivo disegna i personaggi più forti piccoli e buffi (invece di usare il canone che vede i personaggi forti disegnati come grandi fisicamente e con molti muscoli), oppure fa sposare e avere famiglia anche ai suoi personaggi (anche quelli principali), inoltre non sempre fa vincere gare e tornei ai suoi protagonisti. Nel mondo dei manga di Toriyama non tutto va sempre come ci si aspetta che vada e forse questo è uno degli aspetti del suo inaspettato successo, inaspettato almeno per lui (Dr. Slump & Arale doveva essere di soli quattro capitoli, invece durò quattro anni per un totale di diciotto volumi, mentre Dragon Ball doveva durare solo un anno, invece di un decennio con quarantadue volumi).

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Gisella Arlotti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

The Evil Within 2, recensione videogame per PS4 e Xbox One

The Evil Within 2 è il videogioco horror di Bethesda Softworks, il seguito di un apprezzato primo capitolo che ha saputo ridare nuova linfa agli action a sfondo horror, con una Campagna convincente e un ritmo azzeccato. Il lavoro del team di sviluppo Tango Gameworks, guidato da Shinji Mikami, lo storico creatore della saga di Resident Evil, ...

 

Avengers: Infinity War, i Vendicatori aggiornano il look

Con le prime foto dal set di Avengers: Infinity War, i fan scoprono diversi cambiamenti relativi ai costumi dei protagonisti. L'ex Captain America (Chris Evans), ora Steve Rogers, abbandonerà la tuta a stelle a strisce in favore di un umore dark, mentre Thor (Chris Hemsworth) e Vedova Nera (Scarlett Johansson)si equipaggiano di un look decis...

 

Dynamite Entertainment, Atari Force: esce il volume ispirato ai videogiochi degli Anni Ottanta

Dynamite Entertainment pubblica le miniserie comics ispirate ai videogiochi della console domestica Atari 2600 raccolte in unico volume. I due fumetti uscirono nella metà degli Anni Ottanta per DC Comics ed erano ispirati al mondo di Atari, Inc. la società, fondata nei primi Anni Settanta, capace di lanciare il mercato dei videogames....

 

Forza Motorsport 7, recensione videogame per Xbox One e PC

Forza Motorsport 7 è il videogioco sviluppato da Turn 10 in esclusiva per piattaforme Microsoft, con l’attuale versione per Xbox One e PC e il futuro aggiornamento per Xbox One X il prossimo 7 novembre. La serie automobilistica americana si è ritagliata con il passare degli anni uno spazio importante all’interno delle simu...

 

Green River Killer A True Detective Story il fumetto della Dark Horse Comics

“Green River Killer A True Detective Story” è il fumetto della casa editrice Dark Horse Comics pubblicato in paperback nel 2015 in America. Dopo molto tempo dalla sua uscita, questo intrigante fumetto diventerà un film e le redini del progetto sono state assegnate a Michael Sheen. Il team creativo del fumetto invece &egrav...

 

Recensione Dov'è la casa dell'aquila? La nuova graphic novel di Orecchio Acerbo

Dov'è la casa dell'aquila? è la nuova graphic novel per bambini della casa editrice Orecchio Acerbo. Lo scorso 12 ottobre questo albo è uscito in tutte le fumetterie italiane. L'albo illustrato è composto da 28 pagine ed è adatto a tutti i bambini dai 4 anni in su. L'intera graphic novel è stata realizzata ...

 

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra, recensione videogame per PS4 e Xbox One

La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra è il videogioco sviluppato da Warner Bros Interactive Entertainment, l’incarnazione videoludica che utilizza luoghi ed immaginario de Il Signore degli Anelli di J.R.R Tolkien, con una struttura narrativa personale e incentrata sul personaggio dalla doppia anima di Talion e Celebrimbor. L’Om...

 

Justice League, Wonder Woman leader indiscussa

Il nuovo trailer “Heroes” di Justice League rivela scene spettacolari promettendo siparietti comici. Nella sequenza iniziale compare anche Henry Cavill nei panni di Superman, ma è una scena immaginata da Lois Lane (Amy Adams), l'adorata collega ora in lutto. Tra i fan, oltreoceano, c'è chi comincia a dubitare dell'effetti...

 

La filosofia di Marie Kondo in una spassosa graphic novel

Marie Kondo è la beniamina di milioni di donne che, grazie a lei, si possono avvalere del suo metodo, ribattezzato dalla stessa autrice KonMari, per tenere in ordine casa. “Il magico potere del riordino” debutta in Giappone nel 2011, mentre in Italia arrriva tre anni dopo grazie alla casa editrice Vallardi. Negli Stati Uniti, il ...

 

Marvel's Inhumans: i legami tra i protagonisti descritti nella prima puntata

La serie televisiva "Marvel's Inhumans" debutta questa sera su Fox  Nella prima puntata intitolata "Guardate gli umani" sono introdotti i personaggi principali, gli stessi creati da Stan Lee e Jack Kirby e comparsi per la prima volta nei fumetti pubblicati da Marvel Comics.  Gli "inumani" sono dotati di abilità straordinarie e vi...

 


Da non perdere
Ultime news
Recensioni
pixel sony skin pixel sony skin