X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Dragon Ball: un manga che fa ancora sognare dal 1984 a oggi

21/12/2014 10:00
Dragon Ball un manga che fa ancora sognare dal 1984 oggi

Chi non conosce, almeno di nome, di Dragon Ball? Dal 1989 lo si vede sempre nelle TV italiane, mentre il manga non manca mai nelle edicole dalla seconda metà degli anni novanta. Ma perché questo fumetto ha tanto successo? Beh, perché il suo autore, Akira Toriyama, non ha paura di rischiare e mette tutto se stesso in quello che fa, dando vita ha qualcosa di unico.

Dragon Ball. Tra pochi giorni, proprio alla Vigilia di Natale, uscirà il numero 39 di Dragon Ball Evergreen Edition, edito dalla Star Comics e che terminerà a marzo con il numero 42. La Evergreen Edition non è la classica ristampa, ma una vera e propria nuova edizione, dove è stata rivista l’adattamento grafico e la traduzione dei dialoghi (ora più fedeli all’originale), mentre le copertine e il formato rispecchiano fedelmente quelle del manga del 1984. Come novità all’interno ci sono dei commenti inediti dell’autore, il mangaka Akira Toriyama, oltre al disegno che si compone affiancando le coste di tutti i quarantadue volumi, inedito e originale fatto da Toriyama proprio per questa edizione.

Dragon Ball – Trama. Il protagonista di Dragon Ball è Goku, un ragazzino fortissimo che ha, come caratteristica, una coda da scimmia. Un giorno incontra Bulma, una strana ragazza che decide di usare la forza di Goku per aiutarla a cercare le sette Sfere del Drago. Secondo una leggenda chi riesce a riunire le sfere evoca il drago Shenron che gli dà il diritto di esprimere un desiderio. La trama continua tra nuove amicizie e battaglie con nemici sempre più forti, andando dalla Terra allo spazio (Goku, ben presto, scoprirà di avere origini aliene), percorrendo la crescita del protagonista, che arriva anche a diventare padre e nonno.

Dragon Ball – Manga. Toriyama ha sempre amato i film di kung fu di Jackie Chan e per questo, quando ha dovuto ideare un nuovo manga alla fine del suo celebre Dr. Slump & Arale, ha deciso di incentrarlo sui combattimenti di arti marziali. L’idea iniziale di Dragon Ball si basa sul celebre romanzo cinese Il viaggio in Occidente, già ripreso in diversi manga e anime (la serie animata The Monkey, il fumetto Lo scimmiotto di Milo Manara e Saverio Pisu, anche il celebre anime Starzinger): Goku è, ovviamente, il re delle scimmie Son Goku, mentre Bulma è il monaco Sanzo. Inizialmente Dragon Ball doveva durare solo un anno e terminare con l’evocazione del drago, dopo aver recuperato tutte e sette le sfere, ma il successo dell’introduzione del Torneo Tenkaichi ha fatto continuare la storia con diverse edizioni e nuovi nemici. Più il manga otteneva consensi, più Toriyama ha iniziato ad andare avanti per forza d’inerzia, senza programmare in anticipo la trama e gli eventi salienti. Anche lo stile di disegno pian piano cambia, diventando sempre meno dettagliato, ma più veloce e lineare, fino a giungere a una conclusione un po’ forzata.

Dragon Ball – Anime. Due anni dopo l’uscita del primo volume di Dragon Ball, la Toei Animation decise di realizzarne l’anime. Dragon Ball divenne, nel 1986, una serie televisiva e comprendeva la prima parte del manga, quando Goku sconfigge Piccolo (nella traduzione italiana dell’anime è diventato Junior) e si sposa con Chichi (si pronuncia Cici poiché l’H, in giapponese, addolcisce, ma purtroppo nella traduzione italiana il nome è letto male e diventa Kiki). La seconda parte del manga, quando Goku è già sposato con prole, prende il nome di Dragon Ball Z (deciso da Toriyama stesso) e termina con il finale del manga. Il grande successo ottenuto dalle due serie spinge la Toei Animation a creare una terza serie: Dragon Ball GT. Questa nuova serie prosegue gli eventi del manga in modo autonomo, comunque Toriyama ha ideato il logo e il titolo, inoltre ha creato il character design dei personaggi. Nel 2009, per il ventesimo anniversario della prima messa in onda di Dragon Ball Z, la Toei ha deciso di dare nuovo lustro alla seconda serie. Così Dragon Ball Z diventa Dragon Ball Kai, completamente restaurato e rimasterizzato, inoltre sono state eliminate le scene aggiunte che non comparivano nel manga per renderlo più simile al lavoro di Toriyama.

Dragon BallAkira Toriyama. Akira Toriyama è un mangaka di talento che ha influenzato, con i suoi lavori, molti altri fumettisti giapponesi. Nel 1981 vince lo Shogakukan Manga Award (uno dei premi più importanti in Giappone per i manga) con il suo Dr. Slump & Arale e nel 2013 vince il premio speciale Grand Prix de la ville d’Angoulême (premio assegnato durante il Festival International de la bande dessinée d’Angoulême, seconda manifestazione de’Europa dedicata al fumetto e terza nel mondo, a un fumettista per il suo contributo nel mondo dei fumetti). Toriyama si distingue soprattutto perché ama andare controcorrente e non si fa problemi a correre dei rischi, per questo motivo disegna i personaggi più forti piccoli e buffi (invece di usare il canone che vede i personaggi forti disegnati come grandi fisicamente e con molti muscoli), oppure fa sposare e avere famiglia anche ai suoi personaggi (anche quelli principali), inoltre non sempre fa vincere gare e tornei ai suoi protagonisti. Nel mondo dei manga di Toriyama non tutto va sempre come ci si aspetta che vada e forse questo è uno degli aspetti del suo inaspettato successo, inaspettato almeno per lui (Dr. Slump & Arale doveva essere di soli quattro capitoli, invece durò quattro anni per un totale di diciotto volumi, mentre Dragon Ball doveva durare solo un anno, invece di un decennio con quarantadue volumi).

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Gisella Arlotti
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Dylan Dog quadrimestrale, un maxi formato comics con tre storie inedita

Bonelli Editore ha comunicato proprio in questi giorni che il prossimo anno Tex Willer compirà settant’anni. Traguardo storico che l’editore italiano si appresta a vivere con la dovuta attenzione. Premura che viene rivolta ai numerosi fan del longevo personaggio Bonelliano. L’Editore ha infatti comunicato che i festeggiamen...

 

Valiant, Secret Weapons: Livewire a capo di un team di reietti, il fumetto che vi sorprenderà

Valiant annuncia l'uscita di “Secret Weapons”, il cui primo numero debutterà in fumetteria il 28 giugno. A rendere la miniserie particolarmente ghiotta è il team creativo riunito dalla casa editrice formato da Eric Heisserer, sceneggiatore nominato all'Oscar per lo script non originale di “Arrival” (2016), Raul...

 

Dark Horse Comics, The Visitor: How and Why He Stayed: le ragioni dell'alieno sulle tracce di Hellboy

Dark Horse Comics annuncia una nuova miniserie radicata nell'universo di Hellboy. Si tratta di “The Visitor: How and Why He Stayed”, cinque numeri con il primo in uscita il 22 febbraio. Il protagonista è uno dei personaggi più intriganti introdotti nel fumetto, apparso nel primo “Hellboy: Seed of Destruction” (...

 

Z Nation comics, dopo la serie tv arriva la nuova saga a fumetti sugli zombie

Z Nation è la fortunata serie Tv che traccia delle trame nelle quali la trasformazione in zombie dell’umanità costituisce la minaccia più pericolosa per coloro che ne sono rimasti incontaminati. Una lotta nella quale persone comuni, strappate alla quotidianità, si ritrovano proiettate a dover affrontare un viaggio ...

 

Agents of S.H.I.E.L.D. tra fumetto e serie televisiva

Ispirato dalla fortunata serie televisiva, la serie comics di “Agents of S.H.I.E.L.D.” targato Marvel Comics debutta nelle fumetterie americane il 13 gennaio 2016 con un primo arco narrativo intitolato “The Coulson Protocols”. La trama riserva molte sorprese. Maria Hill non è più a capo dello S.H.I.E.L.D. e il...

 

Sniper Elite 4, recensione videogame per PS4 e Xbox One: la vita di un cecchino

Sniper Elite 4 è il videogioco a sfondo bellico sviluppato da Rebellion, che mette il giocatore nei panni di Karl Fairburne, cecchino professionista impegnato nella Campagna italiana durante la Seconda Guerra Mondiale. Il focus della produzione, che lo differenzia dagli altri sparatutto, è da ricercare nel gameplay, incentrato su elim...

 

Akame ga Kill! Zero, in arrivo il prequel del manga di Takahiro per Panini Comics

“Akame ga Kill! Zero #1” è in uscita il 9 marzo grazie a Panini Comics. Si tratta del prequel del celebre manga “Agame ga Kill!”, con la storia curata da Takahiro e i disegni realizzati da Kei Toru. La trama si concentra sul passato di Akame e della sorellina Kurome. Vendute da bambine all'Impero per essere trasforma...

 

Diabolik DK, la seconda stagione inedita

Diabolik DK la fortunata serie che narra le vicende del Re del terrore che ha avuto inizio come serie parallela alla più tradizionale collana creata negli anni sessanta, giunge alla sua seconda stagione. Solo ieri 12 febbraio veniva celebrato il ricordo della scomparsa di Angela Giussani avvenuta a Milano nel 1987 che insieme alla sorella Lu...

 

The Wild Storm, il fumetto che rilancia la fortunata etichetta di Jim Lee

DC Comics rilancia la fortunata etichetta WildStorm inaugurata con la prima serie “The Wild Storm” in uscita il 15 febbraio. A occuparsi del progetto c'è Warren Ellis, brillante autore bestseller del New York Times (“Transmetropolitan”, “Red” e “The Authority”), incaricato anche di curare le sc...

 

Recensione Baltimore: The Red Kingdom il nuovo numero uno della saga pubblicata da Dark Horse

Baltimore: The Red Kingdom è uscito in tutte le fumetterie americane il primo numero della nuova miniserie dedicata alla grande serie di Baltimore. Il primo numero di The Red Kingdom è stato pubblicato lo scorso 1° febbraio, questo nuovo arco narrativo conterà un totale di cinque numeri. La grande saga di Baltimore è...

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni