X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Sei donne per l'assassino, l'edizione restaurata del capolavoro thriller di Mario Bava al Noir in Festival

09/12/2014 11:00
Sei donne per l'assassino l'edizione restaurata del capolavoro thriller di Mario Bava al Noir in Fes

Sei donne per l'assassino, il capostipite assoluto del giallo all'italiana, compie 50 anni, e non potrebbe festeggiarli meglio: alla XXIV edizione del Courmayeur Noir in Festival che apre oggi i battenti verrà presentata in anteprima assoluta una scintillante versione restaurata del cult in giallo del mai dimenticato Mario Bava.

Sei donne per l’assassino thriller di Mario Bava. Correva l’anno 1964. Usciva nelle sale italiane, e successivamente anche nel mercato estero, “Sei donne per l’assassino”, per la regia di Mario Bava (un film su tutti, l'horror gotico “La maschera del demonio”, 1960), ovvero il padre indiscusso del genere thriller in Italia. Prova evidente né è questo film, autentica opera spartiacque: l’uso del colore esaltato come mai fino ad ora, il ritmo sostenuto degno di Alfred Hitchcock, la colonna sonora dalle note incalzanti e un buon intreccio narrativo ne hanno fatto un gioiello del brivido che sarà poi fonte d’ispirazione per il giallo all’italiana, assieme al western il genere di maggior successo commerciale nel nostro paese negli anni Settanta. Chi dimostrerà di aver imparato meglio di tutti dalla visione di “Sei donne per l’assassino” è Dario Argento, il vero erede di Mario Bava in fatto di gialli ad alta tensione (soprattutto nei suoi primi film, “Profondo rosso” su tutti, ma anche i cult che compongono la celeberrima trilogia degli animali, “L’uccello dalle piume di cristallo”, “Il gatto a nove code”, “4 mosche di velluto grigio”).

Sei donne per l’assassino trama del film. Un atelier di alta moda di Roma si rivela inquietante teatro di una brutale sequela di omicidi di alcune modelle. Le belle malcapitate vengono uccise in maniera diversa l’una dopo l’altra da un sadico assassino mascherato. All’ispettore Silvestri il compito non facile di risolvere un caso che rivelerà clamorosi colpi di scena di un ambiente solo in apparenza elegante e sofisticato, nei fatti molto più malfamato e torbido di quanto non si possa pensare.

Sei donne per l’assassino restauro. Tempo di anniversari il 2014. Cento anni fa nasceva Mario Bava e 50 anni dopo usciva al cinema “Sei donne per l’assassino”, uno dei suoi film più famosi. La doppia ricorrenza verrà festeggiata venerdì 12 dicembre con la proiezione della pellicola sopracitata all'appena inaugurato Courmayeur Noir in Festival, appuntamento imprescindibile per gli amanti del genere e non solo giunto quest’anno alla XXIV edizione. Grazie alla Arrow Films e alla Cineteca di Bologna i fortunati presenti potranno ammirare una scintillante versione restaurata di “Sei donne per l’assassino”, introdotta dal figlio d’arte Lamberto Bava e dal critico cinematografico Steve Della Casa. Noi ci auguriamo che il film possa godere di una nuova distribuzione nei cinema italiani, come sempre più di frequente sta accadendo per altri classici senza tempo. 

 
© Riproduzione riservata
Home
 



Articoli correlati

Io ti salverò, il film di Alfred Hitchcock più innovativo con Ingrid Bergman

Io ti salverò (“Spellbound”) è il film di Alfred Hitchcock che uscì il 31 ottobre 1945. La pellicola di genere thriller psicologico vede un cast composto da Ingrid Bergman, Gregory Peck e Michael Chekhov. La trama di Io ti salverò. La vicenda è già contenuta alla fine dei titoli di testamm che ...

 

François Truffaut, a 30 anni dalla scomparsa il suo cinema è più vivo che mai

François Truffaut. Molti ricordano il regista François Truffaut nei giorni del trentennale della sua scomparsa come uno dei massimi esponenti della Nouvelle Vague, il movimento cinematografico di rottura francese che sul finire degli anni 50 portò una ventata di freschezza e ribellione in netto contrasto con stile e contenuto d...

 

La notte ritorna recensione libro, Mary Higgins Clark torna con un nuovo thriller

La notte ritorna (Sperling & Kupfer), il nuovo libro di Mary Higgins Clark. Il bestseller del New York Times appena arrivato in libreria: Mary Higgins Clark ne ha già annunciato il sequel. La notte ritorna trama. A Laurie Moran capita di attraversare momenti disperati pensando al marito Greg, ucciso da chissà quale incarnazione d...

 

The Young Pope: Sorrentino regista e scrittore della nuova serie tv di Sky

The Young Pope è il titolo provvisorio della nuova serie tv prodotta da Sky Italia e con cui la piattaforma satellitare di Rupert Murdoch cercherà di bissare il grande successo già ottenuto con “Gomorra – La Serie”. Del cast si sa ancora poco, oltre al fatto che sarà comunque internazionale, ma Sky ha g...

 

L'uccello dalle piume di cristallo, il film classico horror di Dario Argento

L'uccello dalle piume di cristallo è il film di Dario Argento che uscì in Italia il 19 febbraio 1970. Il cast è composto da Tony Musante, Suzy Kendall, Enrico Maria Salerno, Eva Renzi con fotografia di Vittorio Storaro. La trama. Sam Dalmas è uno scrittore di Philadelphia che è in vacanza a Roma: attraverso la fi...

 

Alfred Hitchcock, nuovo documentario 'memory of the camps' dai lager agli schermi

Alfred Hitchcock è ricordato come uno dei registi più talentuosi ed emozionanti della storia del cinema. Autore di capolavori indimenticabili come "Uccelli" e "Psyco", ha girato una serie di film gialli e, come si direbbe oggi, thriller. Nato a Londra nel 1899, si è dedicato alla regia cinematografica fin dagli anni venti, esor...

 

Alfred Hitchcock, le emozioni regalate dalla mostra di Milano, tra storia e novitÓ

Alfred Hitchcock in mostra a Milano dal 21 Giugno al 22 Settembre, "Alfred Hitchcock nei film della Universal Pictures", a Palazzo Reale (Piazza Duomo 12) sarà possibile vivere emozioni regalate da immagini storiche, capaci di disegnare un'atmosfera particolare, alimentata da originali fotografie, contenuti speciali, indimenticabili col...

 

Recensione film Dracula 3D, Dario Argento torna alle origini del romanzo

Dracula 3D è l'ultima fatica di Dario Argento, definito e celebrato come il maestro del brivido sin dai celebri Profondo rosso (1975), Suspiria (1977) e L'uccello dalle piume di cristallo (1970). Trama: il Conte Dracula (Thomas Kretschmann) è senza la sua amata Dolingen De Gratz da più di quattrocento anni. Scorge una foto di ...

 

Luigi Giannachi. I neuroni specchio e l'arte del cinema

Prima di tutto vorrei fare una precisazione: il cinema è, a livello di supporto psicologico, più importante a livello diagnostico che non terapeutico. Questo lo dico perché chiaramente una persona che è malata di mente dovrebbe prima farsi seguire dal suo medico, dallo psicoterapeuta, da un ambiente terapeutico idoneo....

 
Da non perdere






Ultime news
Recensioni