X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Mauro Berruto: la formula per l'High Performance al Forum delle Eccellenze

03/12/2014 10:00
Mauro Berruto la formula per l'High Performance al Forum delle Eccellenze

Cambiare paradigma è una delle premesse fondamentali per costruire la formula dell'high performance. Mauro Berruto, al Forum delle Eccellenze, ci mostra come fatica ed emozione possano costituire la mentalità vincente.

Mauro Berruto è nato a Torino, l’8 maggio 1969 ed è un allenatore di pallavolo italiano, attualmente Commissario Tecnico della Nazionale italiana maschile e Direttore Tecnico del settore giovanile maschile della Federazione Italiana Pallavolo. Mauro Berruto è molto di più, non è "solo" una allenatore. E' un uomo di grande cultura, è un coach, è un formatore e si occupa da anni di formazione manageriale. Brillante e dinamico, assolutamente umile e grande comunicatore, vediamo cosa ci ha raccontato durante il Forum delle Eccellenze lo scorso weekend.

Cambiare paradigma. Uno dei "fondamentali" del managing e, più in generale, del successo è quello di saper cambiare il paradigma. Cosa vuol dire? Berruto ci fa l'esempio di Wiliam Turner, pittore romantico, eccellente riproduttore di tempeste marine; un giorno Turner, pur avendo una tecnica perfetta, per il suo tempo, pur potendo ipotizzare che sapesse tutto sulle tempeste marine, vista la perfezione nella riproduzione, decise di cambiare punto di vista e si fece portare nel bel mezzo di una burrasca, riproducendo, poi, su tela, tutto ciò che avrebbe visto dall'interno della tempesta stessa. Questo vuol dire che quando pensiamo di sapere tutto su una cosa, quello è proprio il momento in cui cambiare punto di vista, paradigma.

La fatica. E' una cosa che non si fa più, è considerata superflua, la fatica. Ma coach Berruto ci insegna quanto sia fondamentale. Ad esempio, l'allenamento tecnico è faticoso e, a volte, può essere pure noioso, ma è fondamentale perché ci permette di scoprire i nostri punti deboli e lavorare con fatica su quelli, per farli diventare i nostri punti forti. Un altro modo di "fare" fatica è il coaching, cioè essere l'allenatore, o il manager, di qualcuno. La cosa più semplice che possa fare un coach è "essere d'esempio"; facile ma faticoso, anche in questo caso. Poi un allenatore deve sapere anche adattare 1 metodo ad ogni singolo componente della squadra. Non esiste un metodo unico ma un metodo che si adatta, quasi un' "attitudine", più che un metodo.

Mentalità vincente. Ecco allora che stiamo lentamente costruendo la formula per l'high performance. Ancora una piccola aggiunta: qual è la mentalità vincente? La risposta è articolata in 3 punti chiave: non pensare alle tue probabilità come sfavorevoli; rallegrati se gli avversari sono più forti di te; desidera incontrare avversari più forti! Fa quasi paura, quest'ultimo punto. A proposito di paura, lo sapevate che la "paura" è una delle "Big Six"? Le Big Six sono le 6 emozioni universali, quelle che non hanno bisogno di essere spiegate: felicità, sorpresa, tristezza, rabbia, paura, disgusto. Curioso che siano quasi tutte negative...

Formula per l'High Performance. E' stata riconosciuta, ultimamente, una settima emozione universale: la "elevation", cioè l'emozione che ci scopre capaci di credere in qualche cosa che è più grande di noi come individui. Un po' come la passione, che però non è un emozione di per sé. La passione è quella che ci fa vincere grandi sfide, come la maratona di Zatopek nel 52: tecnicamente scomposto ma con un metodo tutto suo. Era tutta una questione di atteggiamento; ecco allora il metodo non in quanto tale ma in quanto atteggiamento positivo verso qualcosa.
Ma allora, questa formula? Eccola, spiegata in modo "matematico".

High Performance = capacità tecniche * capacità emozionali
                                                        metodo (attitudine)

Inutile dire che per il maggior risultato possibile il metodo deve essere uguale a 1. Come a dire che la semplicità è il divisore perfetto!

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Jacopo Sartori
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Vampire Diaries, secondo Julie Plec potremmo vedere alcuni personaggi in "The Originals"

"The Vampire Diaries" si è chiuso con la ottava stagione, tuttavia le speranze di vedere ancora alcuni dei personaggi principali resta forte nei fan: ad alimentare queste velleità è anche Julie Plec, sceneggiatrice dello show che ha dichiarato a chiare lettere come la morte non sia certo un fenomeno permanente in "Vampire Diari...

 

Il commissario Montalbano, episodio 'La vampa d'agosto': seduzione e vendetta

Rai 1 ripropone l'episodio "La vampa d'agosto" (trasmesso per la prima volta il 2 novembre 2008) della serie de "Il commissario Montalbano". Il protagonista Salvo Montalbano (Luca Zingaretti) sta trascorrendo giorni di tranquillità ospite del collega Mimì Augello (Cesare Bocci) nella villa che ha affittato a Montereale Marina. La tra...

 

Trial & Error, la serie tv dove il crime cede alla comicità

La sitcom intitolata "Trial & Error" ha debuttato sul network statunitense NBC il 14 marzo 2017. Il pilot diretto da Jeffrey Blitz ha registrato 5.92 milioni di spettatori. Presentata nella forma di mokumentary, la serie racconta la vicenda di Larry Henderson (John Lithgow), un professore di poesia del South Carolina accusato di aver ucciso su...

 

Amici 16, il successo della prima puntata e l'efficacia continuativa del format

La prima puntata della fase finale della sedicesima edizione di "Amici" è andata in onda su Canale 5 il 25 marzo 2017 registrando 4 milioni e 24 mila spettatori con uno share del 20.73%. I dati confermano l'efficacia continuativa del format, connotato da un intrattenimento trasversale in grado di coinvolgere e appassionare un pubblico ...

 

Ballando con le stelle: due noti ex calciatori ospiti della quinta puntata

La quinta puntata dell'edizione 2017 di "Ballando con le stelle" va in onda questa sera su Rai 1 dalle 20.35.  Prosegue la gara di ballo tra le coppie protagoniste del longevo programma televisivo condotto da Milly Carlucci: Oney Tapia e Veera Kinnunen, Martin Castrogiovanni e Sara Di Vaira, Martina Stella e Samuel Peron, Antonio Pa...

 

Grace and Frankie, terza stagione: i nuovi episodi della serie con Jane Fonda e Lily Tomlin

La terza stagione di "Grance and Frankie" debutta oggi sulla piattaforma streaming Netflix.  La trama segue le vicende di due donne, Grace (Jane Fonda) e Frankie (Lily Tomlin), la cui quotidianità è radicalmente rivoluzionata quando scoprono che i loro mariti sono omosessuali e hanno chiesto il divorzio per poter andare a vivere...

 

The Intern, recensione del primo episodio della serie tv

La serie televisiva "The Intern" (Titolo originale: "La Stagiaire") va in onda sul canale FoxCrime dal 23 marzo 2017. La fiction francese presenta la tipica struttura del racconto procedurale allineandosi al filone del genere poliziesco. Gli episodi sono autoconclusivi mentre la linea narrativa orizzontale è eccessivamente debole. Al ...

 

Le 10 serie tv che hanno generato più polemiche

Le serie tv fanno parte della vita di molti di noi: ci hanno fatto ridere, piangere, indignare ma soprattutto appassionare, anche se qualcuna ci ha annoiato oltremodo. Spesso hanno precorso i tempi e talvolta hanno generato polemiche furiose per i motivi più svariati. Fra gli show televisivi che hanno alzato, come si suol dire, il classico p...

 

Sorelle, terza puntata: dettagli tralasciati e nuovi sospetti

La terza puntata della serie televisiva "Sorelle" va in onda questa sera su Rai 1 dalle 21.25.  Leggi la trama Nel suo racconto alla polizia Roberto (Giorgio Marchesi) ha omesso un importante dettaglio della notte in cui è scomparsa Elena (Elena Caterina Morariu). L'uomo ha atteso a lungo l'ex compagna di fronte alla sua abitazione. N...

 

Beautiful, la pluripremiata soap opera festeggia trent'anni dal debutto

"Beautiful" (Titolo originale: "The Bold and the Beautiful") festeggia i trent'anni dal debutto sul piccolo schermo.  La soap opera creata da William J. Bell e Lee Phillip Bell ha riscosso un crescente successo e ricevuto una lunga serie di riconoscimenti tra cui 233 Daytime Emmy nominations, vincendone 77. Per 11 volte si è...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni