X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Amos Gitai racconta il film 'Ana Arabia': il confine decrepito intorno a noi

17/11/2014 13:00
Amos Gitai racconta il film 'Ana Arabia' il confine decrepito intorno noi

Amos Gitai al festival Popoli e religioni racconta il film "Ana Arabia". Il film è ambientato in un confine Israeliano, ma anche intorno a noi.

Al Film Festival Popoli e Religioni di Terni è stato proiettato il film di Amos GitaiAna Arabia”. Lo pellicola era già stata presentata al Festival di Venezia 2013, e per la modalità con cui affronta la tematica dell’integrazione razziale può essere considerato uno dei più innovativi del regista.

Amos Gitai. Alla presentazione doveva anche partecipare lo stesso Amos Gitai, che poi per motivi lavorativi non è potuto intervenire, infatti in settimana sono iniziate le riprese del nuovo film, incentrato sulla figura di Yitzhak Rabin.

Intervista. Il regista Amos Gitai è però intervenuto virtualmente con una videontervista rilasciata l’8 novembre all'organizzazione del Festival. Qui parla della stessa città di Gerusalemme che era anche il fulcro tematico del festival. “Re Davide scelse Gerusalemme come città . Fu poi conquistata dai romani, e tuttora incrocia copti e cattolici”. Il motivo per cui Davide scelse quel luogo aspro per fondare la città era anche di ordine politico: “Davide scelse quel luogo perché non c'erano laghi, fiumi e foci. Non voleva che le popolazioni più potenti sopraffacessero le più deboli”.

Guerra in Israele. Sulla guerra che imperversa a periodi alterni nel territorio israeliano Amos Gitai è risoluto: “La guerra tra le popolazioni è come il litigio che avviene in una coppia. Tutti i vicini possono affacciarsi per esprimere la loro opinione, ma se non si trovano dei punti di contatto è impossibile pervenire ad una soluzione”. Ed è la politica a dovere compiere il primo passo: “E soprattutto i leader devono pensare a risolverlo”.

Trama Ana Arabia. Il film cui abbiamo assistito contiene una novità più formale che contenutistica. La trama è quella di una giornalista, Yael - interpretata da Yuval Scharf - che deve svolgere un servizio su una piccola comunità composta da ebrei e arabi, che vivono insieme al “confine” fra Jaffa e Bat Yam, in Israele. Ci sono tuguri cadenti, in un agrumeto con alberi di limoni circondati da palazzi. Yael interroga pacatamente i personaggi sulle loro vite, e si scopre che un arabo era sposato con un’ebrea, quasi a simboleggiare un’assoluta unità umana che prescinde da quella religiosa. La giornalista quasi si dimentica del suo lavoro, conquistata dalle storie di Youssef e Miriam, Sarah e Walid, dei vicini, amici, tra speranze disincanto.

Recensione. A ben guardare il film, la trama non è poi diversa dalle situazioni che emergono in molti paesi anche italiani, dove l’intolleranza razziale che la cronaca riporta è presente e storicizzata. Soprattutto la decadenza che la giornalista tenta di raccontare, con le case decrepite e la vita spesa a “cercare un lavoro” - così come dice uno dei protagonisti - non è distante dalle situazioni che negli accampamenti rom emergono, e non solo. Quanti hanno perso ciò che avevano, e ciò che desideravano è ormai un ricordo: “lavoravo al peschereccio, ma ormai le barche sono ferme”, dice un protagonista che ora deve fare il meccanico. E la sua vita non è diversa da quella di molti operai che per la chiusa delle fabbriche sono costretti a reinventarsi: basti pensare alla città in cui il festival Popoli e religiose si svolge, Terni afflitta dall'imminente chiusura di due forni dell’acciaieria e i conseguenti licenziamenti.

Amos Gitai filma in maniera cruda con un lungo campo sequenza il racconto, che per ottanta minuti non rappresenta solo il confine di Giaffa ma tutti quelli intorno a noi.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Unicorn Store, il debutto alla regia della stella nascente Brie Larson

“Unicorn Store”, è questo il titolo del film con cui la giovane e talentuosa Brie Larson ha deciso di fare il suo debutto dietro la cinepresa. Scritto da Samantha McIntyre, racconterà le vicende di una giovane donna che torna a vivere con i suoi genitori. Una volta rientrata nella sua città natale, scopre un negozio...

 

Festival di Cannes 2017: le immagini di Michelle Williams e Julianne Moore per il film drammatico 'Wonderstruck'

Nelle immagini che mostriamo ci sono gli interpreti del film “Wonderstruck”, presentato al Festival di Cannes. L’evento si è tenuto presso il Nikki Beach: hanno partecipato Julianne Moore, Michelle Williams, il regista Todd Haynes, Millicent Simmonds, Jaden Michael e la produttrice Christine Vachon. Il film racconta di du...

 

Gli effetti visivi - VFX, dal film 'Gold' alla serie 'American Gods': l'intervista

Gold - La grande truffa - attualmente nelle sale - è uno dei film che si è avvalso di effetti visivi (VFX), che a contrario degli effetti speciali si applicano in fase di post-produzione. Ma devono essere pianificati e modellati in scenografie durante la pre-produzione e la produzione, affinché la resa sia verosimile. Abbiamo ...

 

Mostre a Roma: gli oggetti di Marilyn Monroe, donna e manager

Gli oggetti di Marilyn Monroe sono in mostra a Roma al Palazzo degli Esami fino al 31 luglio 2017. "Marilyn imperdibile: Donna, Mito, Manager” ospita 300 cimeli dell’attrice scomparsa nel 1962, giunti grazie ai prestiti di collezionisti che negli decenni hanno raccolto - alle varie aste - vestiti, gioielli e ricordi dell’infanzia...

 

Recensione del film A Monster Calls - 7 minuti dopo la mezzanotte

A Monster Calls (“7 minuti dopo la mezzanotte”) è il film dark fantasy di Juan Antonio Bayona nelle sale. Nel cast ci sono Sigourney Weaver, Felicity Jones, Lewis MacDougall, Liam Neeson e Geraldine Chaplin. Il film esordire in maniera lenta, cercando di far emergere tensione solo con lunghe carrellate. E ciò non giova al...

 

Plan B Entertainment, il grande successo di Brad Pitt nelle vesti di produttore

Con la clamorosa vittoria di “Moonlight” lo scorso febbraio, la Plan B Entertainment è riuscita ad aggiudicarsi il suo secondo premio Oscar per il miglior film in 4 anni; il primo l’aveva ottenuto all’edizione del 2013, grazie a “12 anni schiavo”. Le statuette vinte in questi anni avrebbero potute essere a...

 

Angelina Jolie, racconta il film prodotto 'The Breadwinner' su una ragazza talebana

The Breadwinner è il film d’animazione prodotto da Angelina Jolie, e diretto da Nora Twomey. Il 16 maggio è stato diffuso il primo tradire ufficiale. "The Breadwinner" è il racconto di una giovane ragazza che vive sotto il regime dei talebani e che rischia tutto per salvare la sua famiglia. Il film è tratto dal r...

 

Recensione del film Scappa - Get Out

Scappa - Get Out è il film horror in uscita di Jordan Peele con Bradley Whitford, Allison Williams, Betty Gabriel. L’inizio del film è segnato dalla sparizione di un uomo nero. Il film riprende dopo alcuni mesi, con intreccio del classico teen movie, centrato sull’amore tra adolescenti, ma spinto verso un fattore razziale...

 

Walt Disney: richiesta di riscatto in Bitcoin da parte di hackers per un film di prossima uscita

Il CEO della Walt Disney Bob Iger ha confermato ieri che gli hacker sostengono di avere accesso ad un film della casa di produzione di prossima uscita. Gli hacker avrebbero minacciato di distribuirlo a meno che lo studio non paghi un riscatto. Iger non ha commentato quale sia il titolo del film, ma ha ribadito che la Disney si rifiuta di pagare. ...

 

Wicked, il film musical più atteso prodotto da Marc E. Platt

Wicked è uno dei film più attesi perché prodotto da Marc E. Platt, che ha sancito il successo di “La La Land” (leggi l'intervista all'attrice). Essendo anch’esso un musical come il film di Damien Chazelle tenta di toccare le corde romaniche dello spettatore, unendo una storia d’amore con effetti speciali...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni