X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Psicologia dei sogni: To sleep, perchance to dream

14/11/2014 16:05
Psicologia dei sogni To sleep perchance to dream

Sono le parole del principe Amleto, in Shakespeare. E noi sogniamo, sogniamo eccome. A occhi aperti e ad occhi chiusi. Ma cosa significa davvero "sognare"? E quale connessione c'è tra l'attività onirica e la realtà? Dalle teorie di Jung al fenomeno dei sogni lucidi, ecco qualche informazione in più sulla dimensione che da sempre esercita un fascino particolare su tutti noi...registi compresi.

Psicologia dei sogni. E' un fatto ormai risaputo che un terzo della nostra vita lo trascorriamo dormendo: la fase del sonno rappresenta una porzione fondamentale della nostra esistenza, e l'importanza che ricopre abbraccia molteplici ragioni. Il sonno consente infatti al nostro cervello di riposare, di “resettare” l'attività della giornata trascorsa per prepararsi a quella del nuovo giorno che sarà, e di rielaborare i contenuti di realtà e inconscio attraverso l'attività onirica.
Per il loro carattere suggestivo e a tratti difficile da rincondurre alla mera realtà,
i sogni hanno sempre rappresentato un importante centro d'interesse nella vita dell'uomo: ogni cultura, dalle più antiche alle più recenti, si è posta degli inetrrogativi in materia onirica, arrivando a sviluppare una propria semantica e una mistica dei sogni, all'interno delle quali organizzare i significati e i messaggi a essi attribuiti.

Le diverse tipologie di sogni. Tra i più grandi studiosi dei sogni troviamo anche lo psicanalista e antropologo svizzero Carl Gustav Jung, sostenitore della teoria secondo la quale attraveso i contenuti simbolici di sogni e manifestazioni dell'inconscio si può evincere la presenza di un contenitore psichico di significati universali, da lui definito inconscio collettivo. Esso comprende gli archetipi, ovvero forme e simboli simili tra loro che si ripetono e tornano, a prescindere della matrice culturale d'appartenenza: sulla base della ciclicità simbolica e della frequenza con cui tali simboli si ripropongono, Jung ha potuto stabilire una generica suddivisione dei sogni in “macrocategorie”. Così, ci sono ad esempio i sogni di confine, strettamente legati alle attività svolte durante la giornata, e che si presentano alla mente non appena ci addormentiamo; i sogni saggi, che sottoponendo l'Io dormiente a situazioni difficili tendono a istruire l'Io cosciente sul giusto modo di gestire la propria vita; i sogni ricorrenti, che compaiono in maniera frequente e rappresentano i modelli mentali “cristallizzati” del sognatore; i sogni ombra, che tendono a mostrarci le porzioni del nostro Io che tendiamo ad allontanare e a escludere dalle nostre attività coscienti. E poi ci sono i sogni lucidi.

I sogni lucidi.
Ma cosa s'intende esattamente, per “sogno lucido”? Il significato del termine è da ricondurre a quello di onironautica, parola coniata dallo psichiatra e scrittore Frederik van Eeden per indicare un'esperienza durante la quale si può prendere coscienza del proprio trovarsi in un sogno. Tale esperienza è appunto chiamata “sogno lucido” e in questa dimensione l'onironauta, ovvero il sognatore cosciente, può con la pratica esplorare e modificare il proprio sogno a suo piacimento. L'esperienza dei sogni lucidi può essere utile in moltissimi campi, come il problem solving, lo sviluppo della creatività, il rafforzamento dell'autostima, la capacità di affrontare paure e inibizioni. Per tale ragione, i sogni lucidi sono argomento di studio per gli psicologi, ma attraggono anche l'interesse degli artisti e in particolare quella dei registi cinematografici.

I sogni nel cinema e nella letteratura. Sì, perché quale realtà potrebbe riuscire a dare una forma e una dimensione tangibile ai sogni meglio di quella cinematografica?
Da sempre l'attività onirica si è resa protagonista dei pensieri e delle opere immortali di molti
scrittori e poeti: basti pensare a Shakespeare che nel suo Sogno di una notte di mezza estate incentrò le vicende di un'intera opera sul complicato rapporto tra sonno e veglia, tra realtà e magia.
Ma non mancano neppure i registi che hanno scelto di raccontare le loro storie proprio a partire dalla dimensione onirica: tra i tanti,
Vanilla Sky di Cameron Crowe, con protagonisti Tom Cruise, Cameron Diaz e Penélope Cruz. Al di là dei sogni, diretto da Vincent Ward e interpretato da un indimenticabile Robin Williams. Oppure, esempio più recente e forse più calzante in tema di sogni lucidi, Inception di Christopher Nolan, che vede protagonista Leonardo Di Caprio
Sono solo alcuni degli esempi di commistione tra cinema e sogno. Perchè sognare, alla resa dei conti, piace a tutti. A occhi chiusi, come davanti a una pellicola.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

Articoli correlati

American Made, uscirà il prossimo anno il nuovo film thriller con Tom Cruise

Il film. Precedentemente noto con il titolo “Nema”, “American Made” è un thriller in fase di lavorazione co-prodotto da Ron Howard, diretto da Doug Liman (il regista di “The Bourne Identity”), scritto da Gary Spinelli e interpretato da Tom Cruise, Domhnall Gleeson (“Ex-machina") e Sarah Wright (gi&ag...

 

Mission Impossible 6, il sesto capitolo della saga con Tom Cruise in arrivo nel 2018

Dopo un periodo di incertezza, la Paramount Pictures ha confermato che “Mission; Impossible 6”, sesto capitolo della fortunata saga cinematografica con protagonista Tom Cruise, uscirà al cinema il 27 luglio del 2018. La star aveva dato la sua disponibilità già nell’estate del 2015, alla vigilia del debutto di ...

 

Jack Reacher 2: recensione del film action sull'indistruttibile Tom Cruise

Tom Cruise torna a vestire i panni dell’agente Jack Reacher nel sequel del film omonimo, questa volta diretto da Edward Zwick e affiancato da una compagna d’eccezione, Cobie Smulders. Jack Reacher – Punto di non ritorno, o meglio Jack Reacher 2, vede la sua trama nuovamente ruotante intorno al suo protagonista assoluto, il Jack R...

 

Bad Teacher 2, il possibile sequel della commedia politicamente scorretta con Cameron Diaz

Bad Teacher 2. All’incirca un anno fa proprio su questa testata è stata riportata la notizia di un possibile sequel di “Bad Teacher – Cattiva maestra” (2011), la commedia politicamente scorretta girata da Jake Kasdan e interpretata da Cameron Diaz. Al momento, non si hanno più informazioni sulla realizzazione d...

 

Top Gun 2, confermata la realizzazione del sequel del film di culto con Tom Cruise

Il sequel. Dopo uno stallo durato anni, è ora ufficiale la realizzazione del seguito di “Top Gun”, il cult-movie anni ’80 che ha lanciato la carriera di Tom Cruise. La produzione è in realtà appena partita e, infatti, si sa ancora pochissimo di questo sequel, a cominciare dal nome del regista (originariamente ...

 

The Corporation, il film sulla mafia cubana negli States prodotto da Leonardo DiCaprio

Una nuova produzione per Leonardo DiCaprio. È notizia recente che la Paramount e la Appian Way di Leonardo DiCaprio abbiano acquistato i diritti di “The Corporation: An Epic Story of the Cuba American Underworld”, libro ancora inedito (sarà pubblicato nel 2017) di T. J. English sulla storia vera del mafioso cubano Miguel B...

 

Forever Young, da David Bowie a Leonardo DiCaprio: l'eterna giovinezza al cinema

Nelle sale italiane arriva “Forever Young” di Fausto Brizzi con protagonisti Teo Teocoli, Sabrina Ferilli, Fabrizio Bentivoglio e Lillo nei panni di una generazione che, in barba agli "anta", dichiara guerra ai radicali liberi. L'imperativo è noto: vietato invecchiare! La ricerca dell'elisir di eterna giovinezza affonda le radic...

 

The Mummy (La Mummia), il film reboot con Tom Cruise continua il progetto Universal

Il piano di reboot dei Mostri Universal sta procedendo sicuro, ed il prossimo film interessato sarà proprio “The Mummy" (La Mummia). Un franchise che ebbe inizio addirittura nel lontano 1932 e che nel 1999 conobbe nuova vita con l’inizio della famosa trilogia. La nuova pellicola sarà invece affidata alla regia Alex Kurtzma...

 

Delirium, il film horror su inquietanti presenze prodotto da Leonardo DiCaprio

Delirium è un film horror diretto da Dennis Iliadis (L’ultima casa a sinistra, Hardcore) interpretato da Topher Grace, Genesis Rodriguez e Patricia Clarkson. La pellicola è prodotta dalle case di produzione Blumhouse Productions, GK Films e dall’Appian Way di Leonardo DiCaprio, niente meno che il neo premio Oscar in person...

 

The Revenant, intervista all'attore Fabrice Adde: 'Inarritu mi ha permesso di recitare d'istinto'

Revenant - Redivivo, il film di Alejandro González Iñárritu vincitore di tre premi Oscar con Leonardo DiCaprio ha nella sua essenza l’adattarsi ad eventi naturali, mostrano personaggi primordiali quasi con un intento documentaristico. Mauxa ha intervistato uno degli attori che collima con questi ruoli. Fabrice Adde inter...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni