X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Adieu au langage recensione film, Jean-Luc Godard e una nuovo livello d'avanguardia

20/11/2014 09:00
Adieu au langage recensione film Jean-Luc Godard una nuovo livello d'avanguardia

Adieu au langage, si ritorna alle avanguardie con Jean-Luc Godard, che dirige il suo trentanovesimo lungometraggio, un film fatto di immagini distorte ed elucubrazioni, una coppia che si conosce e un cane che vaga per campi.

Adieu au langage film diretto da Jean-Luc Godard, presentato in concorso al Festival di Cannes 2014 e vincitore del Premio della giuria

Adieu au langage trama. Un uomo e una donna si conoscono e intraprendono una relazione. Il rapporto tra i due declina, ci sono delle incomprensioni. Intanto un cane vaga per i campi e per la città. Le stagioni passano e i due si rincontrano, questa volta con il cane tra loro. Successivamente si avvia un secondo film, simile al primo, che però si conclude con un cane che abbaia e e un bambino che piange. E in mezzo a ciò numerose dissertazioni sull’uguaglianza, sulla natura e sulla metafora.

Adieu au langage recensione. Il film che Jean-Luc Godard presenta è un insieme di immagini e suoni interrotti, un conglomerato di elucubrazioni su concetti artistici, matematici e filosofici. Quel che vuole ottenere è la rottura del canonico linguaggio cinematografico, un rifiuto che fa parte del suo stile già dal primo lungometraggio “Fino all’ultimo respiro”, in piena Nouvelle Vague. Ma se per quella pellicola potevamo riscontrare un filo narrativo, Adieu au langage è la massima espressione dell’astrattismo, con immagini che ricordano le avanguardie anni ’20 e un montaggio molto frammentario. Non finisce qui, perché il regista decide anche di manipolare e stravolgere un’altra costante del cinema contemporaneo: il 3D. Godard infatti utilizza quest’ultimo in maniera innovativa, scoprendo nuove dissolvenze incrociate: così sullo schermo si vedranno delle immagini confuse, delle ombre, ma chiudendo un’occhio o l’altro si potranno vedere immagini differenti che interagiscono tra loro. Oltre a ciò le riprese sono state effettuate con macchine da presa con risoluzioni differenti, spesso basse, e i suoni sono in presa diretta, lasciando nel montaggio audio anche rumori gracchianti. Insomma si comprende che questo non è un film che ti faccia uscire dalla sala con leggerezza, ti colpisce e destabilizza. Il regista, oramai ottantaquattrenne, tenta una nuova rivoluzione nel campo, prende ciò che gli concede la contemporaneità e lo rinnova, lo distorce. In molti hanno manifestato entusiasmo verso il film, sostenendo che queste nuove idee siano destinate ad affermarsi, a creare una nuova rottura; il rischio però è che si crei una tradizione della rottura, e che ci si ritrovi ad affrontare sentieri già battuti tempo addietro, cadendo nel manierismo e nell’auto-citazionismo. Quale sarà il reale impatto di quest’opera sul mondo cinematografico lo scopriremo solo con il tempo, bisogna intanto riconoscere al regista un’instancabile abilità nel far parlare di sé e dei suoi film.

Adieu au langage cast. Héloise Godet (Girl on a Bicycle) e Kamel Abdeli (Harissa mon amour) interpretano la giovane coppia rappresentata nel film.

 
© Riproduzione riservata
Home
 

 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Boston - Caccia all'uomo: il terrorismo raccontato in un video del regista Peter Berg

Il regista Peter Berg in un video racconta come la popolazione di Boston collaborò durane le riprese del film “Boston - Caccia all’uomo” di cui è regista. È stato diffuso un nuovo video del film “Boston - Caccia all’uomo” in cui il registe Peter Berg racconta quale fosse la necessità ...

 

Famiglia all'improvviso - Istruzioni non incluse: il film commedia sul 'padre chioccia' con Omar Sy

Famiglia all’improvviso - Istruzioni non incluse è il film nelle sale diretto da Hugo Gélin con Omar Sy, Clémence Poésy, Antoine Bertrand, Gloria Colston. La storia è quella di Samuel che vive nel Sud della Francia: non ha troppe preoccupazioni giornaliere, finché una ex ragazza si presenta dice...

 

Cars 3, gli autori presentano il corto 'A Tale of Momentum and Inertia'

Eyal Podell e Jonathon E. Stewart, che hanno scritto il prossimo film “Cars 3” hanno realizzato un cortometraggio per Fox Animation Studios dal titolo “A Tale of Momentum and Inertia”. Il progetto è stato presento a diversi Festival: la storia racconta di un uomo roccia che cerca di trattenere un masso che sta per di...

 

La tenerezza: incontro con Gianni Amelio, Micaela Ramazzotti e Elio Germano

La tenerezza è il film di Gianni Amelio con Renato Carpentieri, Elio Germano, Giovanna Mezzogiorno, Micaela Ramazzotti, Greta Scacchi. Mauxa ha partecipato alla conferenza stampa: la storia è quella di Lorenzo, avvocato in pensione che vive da solo, ostile ai figli e burbero. Quando fa amicizia con i giovani vicini di casa parte apri...

 

Recensione del film Boston - Caccia all'uomo

Boston - Caccia all’uomo è il film di Peter Berg con Mark Wahlberg, Kevin Bacon, John Goodman, J. K. Simmons e Michelle Monaghan. Il sergente Tommy Saunders (Mark Wahlberg) penetra in un’appartamento alla ricerca di un sospettato. Una coppia cena in un locale. In un laboratorio del MIT si studia un prototipo di robot; un ragazzo...

 

Julia Roberts, 'lontana dai riflettori' è la donna più bella del 2017

Julia Roberts ha avuto la quinta copertina della rivista People. La cover è dedicata alla donna più bella dell’anno in corso. Finora solo Michelle Pfeiffer e Jennifer Aniston avevano avuto due copertine. Julia Roberts ottenne la prima cover nel 1991, dopo l’uscita del film “Pretty Woman” quando aveva 23 anni. ...

 

Testimone d'accusa, Ben Affleck riporterà sul grande schermo la famosa opera teatrale di Agatha Christie

Ben Affleck sarà il regista e il protagonista di “Testimone d’accusa”, ennesimo film basato sull’omonima commedia (a sua volta tratta da un racconto breve della stessa autrice) di Agatha Christie. Chiunque decida di riprendere in mano questa particolare storia, non può fare a meno di confrontarsi con quello che...

 

American Assassin, cruente immagini nel trailer del film thriller con Michael Keaton

Il primo trailer del film “American Assassin” diretto da Michael Cuesta è stato pubblicato su YouTube. Nelle immagini si vede il protagonista Mitch Rapp (Dylan O’Brien) addestrato da Stan Hurley (Michael Keaton). In altre scene un terrorista in una spiaggia spara sui bagnanti. La trama segue l'ascesa di Mitch Rapp, un rec...

 

Recensione del film The Bye Bye Man

The Bye Bye Man è il film horror di Stacy Title con Douglas Smith, Lucien Laviscount, Cressida Bonas, Doug Jones e Michael Trucco. Nel 1969 Larry attiva in macchina davanti a casa di una donna, la chiama, lei esce e poi rientra: lui prende un fucile e le spara. Poi fa lo stesso con i vicini di casa, mentre chiede continuamente: “qualc...

 

Gianni Boncompagni, i film per cui l'autore ha composto le canzoni

Gianni Boncompagni, l’autore scomparso il 16 aprile all’età di settantaquattr'anni aveva anche lavorato al cinema oltre che in televisione e radio. Sua è la musica di “Sapore di mare 2 - Un anno dopo” (1983) di Bruno Cortini. “Bárbara” (1980) è invece la storia di una star della music...

 
Da non perdere

Ultime news
Recensioni