X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Psicologia della felicità: l'arte del sorriso può essere una scienza

29/10/2014 16:19
Psicologia della felicità l'arte del sorriso può essere una scienza

Da sempre la ricerca della felicità rappresenta l'obiettivo primario nella vita dell'uomo, oltre che il punto di partenza delle speculazioni filosofiche e letterarie di moltissimi pensatori. Ma cosa succede se la Felicità diventa oggetto di studio scientifico? Dalla Psicologia della Felicità ai paesi più felici al mondo, ecco a voi cosa significa essere felici oggi.

Psicologia della felicità: cosa succede quando siamo felici. Jacques Cousteau diceva che “La felicità è conoscere e meravigliarsi”. Per Hermann Hesse, “La felicità è amore, nent'altro”. Secondo Oscar Wilde, “Felicità non è avere quello che si desidera, ma desiderare quello che si ha”.
Si potrebbe andare avanti all'infinito. Da che uomo è uomo, quella ricerca della felicità tanto ben interpretata da
Will Smith nell'omonimo film costituisce l'obiettivo primario della nostra esistenza. Questo perché secondo Michael Argyle, il maggiore studioso di questa emozione, la felicità “rappresenta un senso di generale appagamento complessivo che può essere scomposto e ricondotto ad aree specifiche quali ad esempio il matrimonio, il lavoro, il tempo libero, i rapporti sociali, l'autorealizzazione e la salute”.
Vari esperimenti condotti in materia di felicità hanno dimostrato che questo stato d'animo ha moltissime ripercussioni positive, sia a livello fisico che sul piano emotivo: chi prova gioia è più sensibile alla percezione delle
sensazioni positive che di quelle negative, come la fatica o il dolore; spesso le persone felici si sentono anche più libere e spontanee; a livello fisiologico, le persone che provano felicità presentano una generale attivazione dell'organismo, che si manifesta tramite l'accelerazione della frequenza cardiaca e l'aumento del tono muscolare. E poi c'è la faccenda del sorriso: non c'è nulla da fare, le persone più felici sorridono di più.
Ma se la condizione base della felicità è tanto fondamentale al nostro benessere, è possibile renderla oltre che un'arte, una
scienza da perseguire con metodo e disciplina?

Martin Seligman e la psicologia positiva. La disciplina in effetti c'è, e risponde al nome di “psicologia positiva”. Era il 1990 quando Martin Seligman pubblicava “Imparare l'ottimismo”, il testo destinato a porre le basi di quella che sarebbe poi diventata a tutti gli effetti la Psicologia Positiva. Due sono i punti di partenza sui quali questa scienza fonda i propri principi: il primo, definito edonico, comprende gli studi volti prevalentemente all'analisi della dimensione del piacere, inteso come benessere prettamente personale e legato a sensazioni ed emozioni positive per l'individuo. Il secondo, detto eudamonico, privilegia invece l'analisi dei fattori che favoriscono lo sviluppo e la realizzazione delle potenzialità individuali intese però come percorso di sviluppo verso l'integrazione con il mondo circostante.

I paesi più felici al mondo.
E a proposito di mondo circostante, esistono paesi più “felici” di altri? Sencondo il World Happiness Report, sono i paesi Scandinavi a detenere il primato di luoghi con il maggior numero di persone felici: prima fra tutte la Danimarca, seguita a ruota da Finlandia, Norvegia e Paesi Bassi, con un valore di 7.6 in una scala da 0 a 10. Occupano tuttavia una buona posizione anche il Canada, la Svizzera, la Nuova Zelanda, la Svezia e l'Australia. Se la passa invece meno bene, a quanto pare, la nostra Italia, che si trova solo al ventottesimo posto, due gradini sopra la Germania.

La giornata internazionale della felicità.
Un dato rassicurante che tuttavia a quanto pare ci accomuna tutti, sempre secondo il World Happiness Report, riporta che negli ultimi trentanni il mondo è diventato 0,14 volte più felice. Il Professor John Helliwell, insieme agli studiosi Richard Layard e Jeffrey Sachs, ha infatti intervistato un vasto vampione di abitanti in circa 150 paesi diversi, e dai dati raccolti emerge che la maggioranza delle persone oggi non considera più la felicità come qualcosa di astratto, ma come un'entità quantificabile. In generale, a quanto pare, con l'aumentare del benessere globale e della qualità della vita è cresciuta proporzionalmente anche la percezione della felicità.
Tanto che, oltre che al grado di scienza, la felicità adesso è anche assurta a quello di ricorrenza: secondo quanto stabilito dall'
ONU il 28 giugno 2012, la data del 20 marzo è stata designata quale Giornata Internazionale della Felicità.
“Shiny happy people”, cantavano i
R.E.M. nel 1991. E voi, quanto vi sentite felici su una scala da 1 a 10?

 
© Riproduzione riservata
Home
 
Personaggi correlati
Will Smith
Articoli correlati

Bad Boys 4, forse si farà anche il quarto film della saga comico-poliziesca con Will Smith

Un quarto film. E’ notizia di questa estate che la distribuzione nelle sale di “Bad Boys for Life” (terzo capitolo della serie cinematografica con Will Smith e Martin Lawrence) è stata posticipata dal 2 giugno del 2017 all’8 gennaio del 2018, probabilmente per alcuni impegni professionali di Will Smith. Ma anche se le...

 

I, Robot 2, il sequel del film sci-fi con Will Smith in lavorazione dalla prossima estate

Il sequel. Vi sono ancora pochissime informazioni su “I, Robot 2”, l’atteso sequel del film di fantascienza con Will Smith tratto dai racconti di Isaac Asimov, a parte il fatto che la lavorazione dovrebbe cominciare la prossima estate e che la sceneggiatura sarà scritta probabilmente da Ronald D. Moore (“Mission: Impo...

 

Collateral Beauty, il nuovo film di Will Smith si preannuncia un grande dramma esistenziale

Alla domanda su come si possa descrivere “Collateral Beauty”, nuovo film con protagonista Will Smith, il regista David Frankel (“Il diavolo veste Prada”, “Io & Marley”), ha dichiarato che si tratta di un “dramma screwball”, un chiaro rimando alla “screwball comedy”, ovvero quel genere ...

 

Suicide Squad: recensione del film dove i cattivi sono lasciati allo sbando di una povera trama

Suicide Squad si apre con la presentazione di alcuni dei personaggi chiave intorno a cui il film tesse le sue fila, che danno inizio alla trama del cinecomic. Deadshot (Will Smith) è rinchiuso in una cella di una prigione di massima sicurezza, stessa sorte tocca ad Harley Quinn (Margot Robbie), entrambi super cattivi consegnati alla giustiz...

 

Zona d'ombra: recensione del film connubio tra scienza e religione vs football americano

Zona d’ombra è il titolo dell’opera seconda che vede alla regia Peter Landesman, anche autore della sceneggiatura, tratta dall’articolo Game Brain pubblicato su GQ. Dirigendo un imponente Will Smith chiamato ad interpretare il dottor Bennet Omalu, il regista si dimostra capace di offrire un'intensa narrazione, equilibrata c...

 

Whiskey Tango Foxtrot: il nuovo film commedia con Tina Fey e Margot Robbie

Il film “Whiskey Tango Foxtrot” narrerà la vera storia della giornalista Kim Barker, la quale nel 2002 ha raccontato, nel libro scritto da lei “The Taliban Shuffle”, la sua esperienza diretta con la guerra nelle zone dell'Afghanistan e del Pakistan. La giornalista però nel suo viaggio non sarà sola ma in...

 

Suicide Squad: Margot Robbie è il personaggio di Harley Quinn nel film tratto dal fumetto Dc Comics

Suicide Squad. Il mondo dei fumetti si prepara a regalarci un'altra chicca imperdibile. Tra i tantissimi titoli che la Marvel ha in programma e che vedono protagonisti i supereroi, la Dc Entertainment, casa di produzione cinematografica affiliata al colosso del mondo a fumetti Dc Comics, ha pensato bene di riservare uno spazio anche ai supercattivi...

 

Will Smith e Jada Pinkett, divorzio in vista dopo 17 anni? L'attore impegnato sul set di Suicide Squad

Will Smith e Jada Pinkett divorzio. Dopo 17 anni di matrimonio e due figli, Will Smith e Jada Pinkett starebbero per diventare ex coniugi. Non è la prima volta che ricorrono voci su (presunte) crisi di coppia. Anche questa volta i rumors sono discordanti. Da una parte, infatti, secondo RadarOnline, i due attori starebbero disponendo il neces...

 

Annie - La felicità è contagiosa, da Broadway un divertente musical per famiglie

Annie - La felicità è contagiosa è un musical diretto da Will Gluck (Amici di letto) e prodotto da Jay-Z e Will Smith. La pellicola è un adattamento dei fumetti Little Orphan Annie di Harold Gray, che già avuto una trasposizione cinematografica nel 1982 per la direzione di John Huston, ma che è famoso al gr...

 

Independence Day Resurgence, Jeff Goldblum promette un sequel oltre le aspettative

Independence Day 2. Il sequel ha un finalmente un titolo: Independence Day Resurgence. Lo ha rivelato il regista Roland Emmerich dal set di Albuquerque, nel New Mexico. Independence Day. Il primo film esce nel 1996. Campione di incasso al botteghino, lancerà la carriera dell'allora sconosciuto Will Smith, tra i protagonisti insieme a Jeff G...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni