X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Moda Velvet: spunti per vintage anni Cinquanta tra amori e moda

25/10/2014 11:00
Moda Velvet spunti per vintage anni Cinquanta tra amori moda

Velvet: una serie televisiva ambientata in Spagna ed una serie di spunti per vestire in perfetto stile vintage anni Cinquanta. Oltre all'intreccio d'amore, alla base del racconto c'è un fondamentale momento di cambiamento nel mondo della moda: il passaggio dall'Alta Moda al Prêt-à-porter. E allora non ci resta che rubare qualche prezioso spunto!

Velvet. Velvet è una serie televisiva spagnola, di genere period drama, creata da Ramón Campos e Gema R. Neira per la rete televisiva spagnola. Approdata poi su Rai1, Velvet vanta il sottotitolo “Un impero costruito sulla seta, sulla sensualità e sulla seduzione”, sottotitolo che riassume perfettamente gli elementi portanti di questo prodotto audiovisivo. I protagonisti, ormai molto famosi in Spagna, sono Paula Echevarría e MichelÁngel Silvestre, protagonisti di un intreccio amore-vestiti fatto in casa.

Ambientazione Velvet. Velvet è ambientato negli anni Cinquanta a Madrid in un emporio di lusso dal nome Galeria Velvet, palazzo Art Déco e paradiso dello shopping in cui si produce lusso glamour e setoso. In questo luogo affascinante e magico, si conoscono i protagonisti, Ana e Alberto. Lei: orfana e sarta nell’atelier della galleria con un sogno, quello di diventare la prima stilista. Lui: bel figlio del ricco padrone, coraggioso e sincero. I due da bambini giocano insieme, da teenagers diventano amici e da adulti si innamorano follemente l’uno dell’altra. La loro relazione viene duramente osteggiata dalla famiglia che manda Alberto a Londra. Qui lui respira il cambiamento e decide di portare in Spagna l’imperativo della rivoluzione stilistica.

Moda Velvet. Ma non solo l’amore è al centro dell’intreccio. Infatti, come afferma Jan Mojto, il CEO di Beta Film: “La serie parla della fine di un’epoca, quando l’Alta Moda cede il passo al Prêt-à-porter, un mondo che tramonta e uno che avanza, con i nuovi valori che spazzano via i vecchi. Certo, poi c’è la rivisitazione di Cenerentola, molto romanticismo ma anche la grande storia vista attraverso il cambiamento della società, dell’abbigliamento”. Quindi, al centro di tutto c’è la moda, tanto che la scelta degli abiti è al centro della serie tv. I vestiti della Moda Velvet sono stati realizzati appositamente da stilisti di casa, i quali hanno rielaborato e reinventato gli indumenti più gettonati negli anni Cinquanta e Sessanta, con il prezioso innesto di modelli presi dall’archivio Balenciaga. Helena Sanchis, la costumista, li ha attentamente selezionati. Naturalmente tutto questo lavoro ha avuto un costo. Velvet è costato mezzo milione ad episodio della durata di 75 minuti. Ma il grande successo che ha avuto ha ripagato ampiamente lo sforzo.

Abbigliamento Velvet. Velvet racconta uno dei momenti più importanti della storia della moda ed è questo il motivo di tanto successo sia in Spagna sia in Italia. Velvet racconta del passaggio dalla haute couture alla moda Prêt-à-porter. Nella Galleria Velvet i negozi ospitano gli abiti più ambiti e costosi di quell’epoca, un po’ come La Rinascente a Milano o le Galeries Lafayette a Parigi. Insomma, un ottimo bacino a cui attingere per avere spunti vintage dal tocco iberico, all’insegna di femminilità, eleganza e bon ton con colori e forme decisamente più morbidi. Quindi, mercoledì sera tutte sintonizzate su Rai1 per rubare i segreti della moda Velvet ed essere perfette donne anni Cinquanta!

 
© Riproduzione riservata
Home
 
 
Galleria fotografica
Altri articoli Home

Michael Bublé: 'Ora apprezzo la vita molto di più' confida la moglie sulla guarigione del figlio

La moglie di Michael Bublé, Luisana Lopilato ha diffuso la notizia sulla guarigione del loro figlio, Noah. I due avevano confermato nel 2016 che il figlio fosse affetto da una forma di tumore al fegato. Durante una conferenza stampa in Argentina, Luisana Lopilato ha detto ai giornalisti: “Grazie a Dio, mio figlio sta bene. Quando si ...

 

'La nostra società sta diventando eccessivamente protettiva': intervista a Daniele Fabbri

Abbiamo intervistato il comico Daniele Fabbri, protagonista il 7 aprile al Teatro Douze di Roma con un nuovo significativo show.  D: Il tuo nuovo monologo si intitola “Infarto Cesareo”, cosa lo distingue rispetto ai precedenti? R: La voglia di essere più scemo. Nei miei primi spettacoli ho cercato di esplorare un umor...

 

Care figlie vi scrivo, il libro tra cinema e passione di Marisa Bruni Tedeschi

Care figlie vi scrivo è il libro uscito di recente di Marisa Bruni Tedeschi che racconta una famiglia cresciuta tra il cinema la politica.  Marisa Bruni Tedeschi è pianista, ha vissuto una vita da artista: racconta qui la giovinezza nell'Italia fascista, la morte precoce del padre, l'incontro nel 1952 con il marito Alberto, indu...

 

'Nei paesi anglosassoni il mercato della comicità è più sviluppato': intervista a Francesco De Carlo

Abbiamo intervistato il comico Francesco De Carlo, tra gli autori del programma di Rai 3 "Nemico Pubblico" e nel cast di "Stand Up Comedy" su Comedy Central. Nel corso della sua carriera in televisione è stato monologhista nei programmi di Sabina Guzzanti e Neri Marcorè, e ha partecipato a "Aggratis" su Rai 2 e agli "Sgommati El...

 

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 

Animali fantastici e dove trovarli: il libro che racconta i dettagli del film

"Animali fantastici e dove trovarli”, film di David Yates trae spunto da un taccuino usato da Harry Potter per studiare nella scuola di Hogart, anch’esso inventato dalla scrittrice J. K. Rowling. Su questa evocazione è stato pubblicato il libro “La valigia di Newt Scamander. Esplora i segreti del film Animali fantastici e ...

 

JK Rowling: via Twitter regala ad una bambina di Aleppo una copia di Harry Potter

JK Rowling ha inviato un libro di “Harry Potter” ad una giovane ragazza siriana di Aleppo. Secondo quanto riportato da Twitter Moment, la ragazza si chiama Bana ed è una bambina di 7 anni che vive nella città nel mezzo della guerra civile siriana. L’obbiettivo della richiesta effettuata dalla madre era distrarla dal...

 
Da non perdere
Ultime news
Recensioni