X

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare le funzionalità di navigazione, inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione, scorrendo la pagina o cliccando altri elementi del sito o pagine presenti nel sito acconsenti all'uso dei cookie.

 

Lady Diana la principessa del popolo, semplice ed elegante conquistò gli inglesi

28/08/2014 10:00
Lady Diana la principessa del popolo semplice ed elegante conquistò gli inglesi

Lady Diana la principessa del popolo, il suo ricordo è ancora vivo nella mente delle persone. La sua semplicità ed eleganza riuscì a conquistare il popolo inglese e non solo. Il matrimonio di Lady Diana, fu un evento di portata mondiale. Artisti, come Andy Warhol e Banksy, si sono ispirati alla sua figura per alcune delle loro opere. Nella Londra di Lady Diana si possono trovare centinaia di negozi che vendono oggettistica ispirata alla sua figura.

Lady Diana la principessa del popolo. Lady Diana una donna speciale, è rimasta nel tempo un mito. La sua morte prematura, il 31 agosto 1997, ha lasciato un grande vuoto. Grazie al suo aspetto semplice ed elegante è riuscita a conquistare il pubblico ed i sudditi inglesi, il suo comportamento era informale e vicino alla gente, e questo ha fatto riavvicinare le persone alla casa reale inglese. Dal punto di vista mediatico era quello che serviva ai Windsor per poter smettere di essere lontani e distaccati, e Lady D (chiamata così dai media) era la persona giusta. Di grande esempio fu il suo impegno nelle campagne benefiche, soprattutto quella in favore dei bambini colpiti dall’Aids e contro le mine anti-uomo.

Il matrimonio di Lady Diana. Uno degli eventi mediatici di grande rilievo fu senza dubbio il suo matrimonio. Tutti assistettero a questo evento in diretta mondiale. Per l’economia inglese, infatti proprio da questo evento si creò una sorta di mercato di oggetti ispirati alla nuova coppia. Le repliche del suo vestito da sposa sono state vendute all’asta per cifre da capogiro, naturalmente il ricavato è stato devoluto in beneficienza. Una di queste repliche è stata commissionata dal celebre museo delle cere di Madame Tussauds, ai designer David e Elizabeth Emmanuel.

Artisti per Lady Diana. Anche molti artisti famosi sono stati ispirati da Lady Diana. Uno di questi fu Andy Warhol, che realizzò due ritratti uno che raffigurava la principessa Diana e l’altro il principe Carlo. Questi dipinti sono andati in mostra per la prima volta nel 1982, e raffigurano Lady Diana con indosso un abito formale su uno sfondo rosa. Banksy, artista e writer inglese, ha stampato delle false sterline con Lady Diana al posto della regina Elisabetta: lo scopo era lanciarle da un palazzo per vedere l’effetto, ma resosi conto della pericolosità insita nel gesto le ha tenute nel suo studio.

Oggettistica ispirata a Lady Diana. Dalla sua morte l’oggettistica ispirata a Lady Diana ha invaso le strade di Londra. Nei negozi si poteva trovare di tutto con il suo volto raffigurato. Si passava dai servizi da tè, completi di tazze, piattini e teiere con il visto di Diana, agli orologi da parete, alle magliette, ai calendari. Le cose più disparate sono state immesse sul mercato per ricordare la donna tanto amata da tutti gli inglesi. Ed ancora penne, matite, bandiere, scatole, vassoi e profumi. Da non dimenticare sono i tanti francobolli che sono stati stampati, ognuno ricorda una fase della sua vita e sono tutti da collezione.

La Londra di Lady Diana. Londra è la città che può ispirare mille iniziative e perché no anche un tour ispirato ai luoghi dove ha vissuto Lady Diana. Si inizia dal quartiere di Earls Court, dove Diana comprò la sua prima casa a 17 anni e dove si trasferì con due amiche. Un altro simbolo importante è la Cattedrale di St Paul, dove appunto Diana e il futuro erede al trono Carlo si sposarono e dove iniziò la sua vita regale. Buckingham Palace, residenza ufficiale della Regina Elisabetta II, per chi vuole seguire le vicende dell’intera famiglia reale è un luogo obbligato da visitare. Poi si passa a quella che fu la residenza ufficiale di Lady Diana a Kensington Palace. All’interno dei Giardini di Kensington si può ammirare il parco giochi dedicato a Lady Diana e la Fontana di Diana situata presso il laghetto artificiale. Ed infine la Westminster Abbey luogo che ha visto celebrare il suo funerale.

 
© Riproduzione riservata
Scritto da
Elisa Vici
Home
 

Altri articoli Home

Care figlie vi scrivo, il libro tra cinema e passione di Marisa Bruni Tedeschi

Care figlie vi scrivo è il libro uscito di recente di Marisa Bruni Tedeschi che racconta una famiglia cresciuta tra il cinema la politica.  Marisa Bruni Tedeschi è pianista, ha vissuto una vita da artista: racconta qui la giovinezza nell'Italia fascista, la morte precoce del padre, l'incontro nel 1952 con il marito Alberto, indu...

 

'Nei paesi anglosassoni il mercato della comicità è più sviluppato': intervista a Francesco De Carlo

Abbiamo intervistato il comico Francesco De Carlo, tra gli autori del programma di Rai 3 "Nemico Pubblico" e nel cast di "Stand Up Comedy" su Comedy Central. Nel corso della sua carriera in televisione è stato monologhista nei programmi di Sabina Guzzanti e Neri Marcorè, e ha partecipato a "Aggratis" su Rai 2 e agli "Sgommati El...

 

Stand-up comedy, un genere 'da praticare e far conoscere': intervista a Velia Lalli

Abbiamo intervistato Velia Lalli, irriverente comica tra i panelist del programma televisivo "Sbandati" in onda su Rai 2 e recentemente protagonista della rassegna di Stand Up Comedy Live presso lo Spazio Diamante di Roma, dove ha presentato il suo nuovo spettacolo.  D: “Lasciate che i pargoli vengano a me”, come mai hai scel...

 

Anna Frank Museum: intervista sulle parole 'mai più'

Il 12 giugno 1942 Anna Frank ha tredici anni. Riceve un diario con la copertina con i quadretti bianchi e rossi. È il giorno del suo compleanno. Comincia a scrivere, lo porta sempre con sé. Tre mesi dopo la famiglia Frank - di origini ebraiche - entra in clandestinità. Siamo ad Amsterdam. Per sfuggire alle deportazioni naziste...

 

'Il detective Charlie Parker assume il dolore degli altri': intervista allo scrittore John Connolly

John Connolly è uno degli scrittori irlandesi già prolifici: ha scritto la serie di romanzi sull’ex detective della Polizia di New York, Charlie Parker che dopo la morte della moglie e della figlia si mette in proprio: spesso interagisce con il mondo soprannaturale, negli anni ha varie donne, possiede varie pistole ma non ne usa...

 

Carrie Fisher, i suoi libri in cui racconta un'altra Hollywood

Carrie Fisher, l’attrice scomparsa all’età di 60 anni non era solo la protagonista di “Star Wars” nel ruolo della Principessa Leila. Ha lavorato in film come “L'uomo con la scarpa rossa” (1985) con Tom Hanks, “Hannah e le sue sorelle” (1986) di Woody Allen. Fino a cammei in serie come “Se...

 

Animali fantastici e dove trovarli: il libro che racconta i dettagli del film

"Animali fantastici e dove trovarli”, film di David Yates trae spunto da un taccuino usato da Harry Potter per studiare nella scuola di Hogart, anch’esso inventato dalla scrittrice J. K. Rowling. Su questa evocazione è stato pubblicato il libro “La valigia di Newt Scamander. Esplora i segreti del film Animali fantastici e ...

 

JK Rowling: via Twitter regala ad una bambina di Aleppo una copia di Harry Potter

JK Rowling ha inviato un libro di “Harry Potter” ad una giovane ragazza siriana di Aleppo. Secondo quanto riportato da Twitter Moment, la ragazza si chiama Bana ed è una bambina di 7 anni che vive nella città nel mezzo della guerra civile siriana. L’obbiettivo della richiesta effettuata dalla madre era distrarla dal...

 

Trolls, i libri che raccontato le creature presenti anche nel film

Vari sono i libri che racconta i Trolls, le creature presenti anche nel film “Trolls” della Dreamworks attualmente nelle sale. “Arrivano i troll!” di Alan MacDonald e illustrazioni di M. Beech mostra le avventure dell’originale famiglia di corpulenti e maleodoranti troll norvegesi che scombina la vita dei nuovi vicini...

 

Dance Dance Dance, l'edizione italiana del talent show debutta a dicembre su FoxLife

L’edizione italiana del talent show “Dance Dance Dance” debutta su Fox Life il 21 dicembre 2016. La nuova produzione originale di Fox Networks Group Italy realizzata da Toro Media vede protagoniste sei coppie di personaggi famosi, chiamate a cimentarsi nella reintepretazione di storiche coreografie tratte da videoclip musicali e ...

 

Da non perdere

Ultime news
Recensioni